Utente
Buongiorno gentili dottori,
è da molto tempo, circa due anni, che mi sembra di avere problemi di memoria ma in questi mesi stanno peggiorando notevolmente, faccio fatica a restare concentrato su quello che mi viene detto, dimentico in fretta discorsi fatti tre giorni prima e devo pensare molto e faccio fatica a ricordare se ho fatto o non fatto certe cose. Ditemi voi cosa posso fare, ho 21 anni e domenica devo partire per un anno in Inghilterra quindi non saprei neanche come fare a farmi visitare!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

senza una visita neurologica è impossibile dare un parere attendibile ma, considerata la giovanissima età, il problema dovrebbe essere su base ansiosa o causato da stress, infatti a questa età questi problemi hanno quasi sempre una base non organica.
L'iter diagnostico prevede prima la visita neurologica che se negativa indirizza sul versante psichico del disturbo che andrà poi affrontato adeguatamente rivolgendosi ad uno psicologo o ad uno psichiatra.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Mi scusi se le chiedo, ma in cosa consisterebbe la visita neurologica? Il problema è che non ho il tempo materiale per farla e se mi dicessero che devo fare esami non ne avrei il tempo! Lei sostiene sia ansia? Il punto è che non mi sembra di essere molto stressato anche se ultimamente cerco di sforzarmi a ricordare i dettagli delle cose e delle cose passate di tre quattro giorni e vedo che faccio una fatica disarmante!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ho detto che sia ansia (a distanza infatti non è possibile fare diagnosi) ma che alla Sua età statisticamente la stragrande maggioranza dei casi con problematiche di questo tipo sia di origine psicologica in generale (ansia, stress, ecc.).
Ovviamente prima di arrivare a questa conclusione bisogna escludere cause organiche mediante una visita neurologica che consiste in un colloquio e in una serie di test e prove mirate allo studio delle varie funzionalità del sistema nervoso. Utili anche i test neuropsicologici ma mi sa che Lei non abbia il tempo per effettuarli.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro