Utente 415XXX
Gentili dottori, sono una signora di 45 anni che, da circa un mese, avverte fitte forti alla tempia sx che durano qualche secondo. Queste fitte, partendo dalla tempia, si irradiano verso lo zigomo, la regione soppraciliare e scendono giu' lungo la mandibola. Passata la fitta, mi rimane un indolenziomento nelle zone descritte sopra, ma anche nella zona occipitale e al collo dal lato interessato. Ho effettuato visita neurologica dove mi è stata diagnosticata " nevralgia del quinto di sx, branca oftalmica". Ho preso Tegretol per ca 15 giorni, sempre aumentando il dosaggio, senza nessun miglioramento. Consultata un'altra neurologa mi prescrive, al posto del Tegretol, Lyrica 75mg(1 compressa per 2)e Flugeral mite(una la sera). Dopo una settimana i dolori erano diminuiti un po', ma adesso pare che si stiano ripresentando. Ho effettuato Risonanza magnetica encefalo, rx arcate dentarie e stratigrafia delle articolazioni temporo mandibolari, tutte con esito negativo. La mia domanda è: secondo lei si tratta davvero di nevralgia trigeminale o potrebbe trattarsi di qualcos'altro? Mi consigliate anche una visita dall'otorino e dall'oculista, o devo solo aver pazienza ed aspettare che la cura dia i suoi benefici?
Dimenticavo..Perchè prendendo una bustina di Aulin il dolore sparisce per poi ripresentarsi quando il farmaco termina la sua efficacia?
Sareste cosi' gentili di farmi sapere il vostro parere?
In attesa porgo distinti saluti


Dimenticavo..Perchè prendendo una bustina di Aulin il dolore sparisce per poi ripresentarsi quando il farmaco termina la sua efficacia?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
Se la Risonanza ha dato esito negativo può stare tranquilla perchè non si tratta di nulla di grave. Penso che la diagnosi di nevralgia del trigemino sia la più attendibile per cui le consiglio di continuare la terapia per almeno un mese. Poi per un altro mese assuma il Flugeral mite a sere alterne. Comunque mi mantenga informato. E mi faccia sapere pure come sta la sua colonna cercicale.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 415XXX

Gentilissimo Dottor Ferraloro, grazie per la cortese risposta e per l'incoraggiamento. (Ho notato con piacere che viviamo nella stessa regione.)
La mia colonna cervicale mi ha sempre dato molti problemi tant'è che soffro spesso di dolori al collo, alla nuca e anche di cefalea tensiva. Le lastre fatte anni fa riportano un assottigliamento di alcuni anelli, ma recentemente non he piu' fatte. Lei pensa ci possa essere un nesso tra la cervicale e i disturbi di cui soffro adesso? Intanto continuo a prendere Lyrica senza grossi risultati. Secondo lei dovrei aumentare il dosaggio, dato che la prima settimana cominciavo a stare meglio?
Lunedi' dovro' andare di nuovo dalla neurologa e vedremo cosa mi dirà. Le faro' sapere.
In attesa di un'altra sua cortese risposta le porgo distinti saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se lunedì dovrà tornare per controllo dalla neurologa aspetti un pò perchè la visita è sempre meglio di un consulto on line. Mi faccia sapere cosa le dirà.
La saluto cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 415XXX

Certo che le faro' sapere.
Ancora grazie e buonanotte

[#5] dopo  
Utente 415XXX

Gentil dottor Ferraloro, intanto le comunico che la cura sta cominciando a farmi stare un po' meglio, ma ho ancora dei dolori leggeri, pero' molto sopportabili. Le fitte alla tempia cominciano a diradarsi, ma mi rimane sempre un indolenzimento che mi scende fino alla mandibola e dietro la nuca dal lato interessato. Ieri sono stata dalla neurologa la quale insiste perchè io rifaccia la rnm, ma stavolta col mezzo di contrasto, perchè lei dice che vuole risalire all'origine del problema. Mi ha detto di aggiungere un'altra capsula di Lyrica 75 da prendere dopo pranzo per un totale di 3 al giorno. Inoltre, mi ha prescritto delle vitamine del gruppo B cioè il Benexol da prendere 3 al di'. Il prossimo controllo lo avrò il 29 dicembre. Secondo la dottoressa, cn l'aumento del dosaggio della Lyrica, fra una decina di giorni dovrebbero passare tutti i dolori.
Cosa ne pensa lei, dottore? Crede davvero che finiranno tutte le sofferenze che mi perseguitano da piu' di un mese? E anche secondo lei dovrei rifare la risonanza col mezzo di contrasto?
Grazie se sarà cosi' cortese da rispondermi ancora.
Cari saluti

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi fa piacere che lei stia meglio. Continui questa terapia che darà buoni risultati. La sua neurologa evidentemente pensa che possa esserci, per esempio, un conflitto neuro-vascolare o di altro tipo per cui il nervo viene un pò compresso. E' corretto in questi casi fare la risonanza col contrasto.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 415XXX

Grazie dottore, grazie ancora una volta per la pronta risposta.
Per adesso non mi sento di affrontare una rnm con mezzo di contrasto. Sono un tipo molto ansioso.In ogni caso se dovessi farla e se dovesse venir fuori che esiste un conflitto neuro-vascolare,l'unico rimedio sarebbe l'intervento chirurgico? E la cura? Sarebbe sempre la stessa, no? Quindi ho deciso che, per adesso, continuo la cura e aspetto di guarire del tutto. Se fra qualche tempo dovesse ripresentarsi il problema, allora decidero' di ripetere la rnm, ma col mezzo di contrasto.
Le auguro una buona giornata

[#8] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, volevo farle un'altra domanda:
quando si hanno le mestruazioni i dolori trigeminali possono aumentare? Le dico questo perchè , in genere, io durante le mestruazioni ho sempre violente emicranie e ho notato che , proprio in questi giorni che sono mestruata, i dolori si sono accentuati. Sono demoralizzata, sembrava stessi meglio, ma già da due giorni il dolore è ricomparso e anche le fitte. Possibile? E proprio adesso che ho aumentato la Lyrica? Vorrei che mi dicesse che c'entrano le mestruazioni cosi' starei un po' piu' tranquilla.
La prego, appena ha tempo, di rispondermi.
Grazie
Buona giornata

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentole utente,
mi scuso per il ritardo ma sono stato fuori sede per un congresso. Le mestruazioni in genere non influiscono sulla nevralgia del trigemino ma possono scatenare o aggravare un'emicrania. Addirittura è frequente che molte emicranie vengono scatenate SOLO dal ciclo mestruale e poi la paziente non ha più crisi per tutto il periodo intermestruale. Queste emicranie erano definite "catameniali" proprio perchè si verificano solo durante o subito prima del ciclo. Il suo aggravamento penso sia dovuto all'emicrania e non alla nevralgia del trigemino.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, grazie sempre per le sue pronte risposte. Il fatto è che io mi sto scoraggiando, non vedo miglioramenti considerevoli: possibile che 15 gg prima di tegretol e 23 gg di lyrica adesso, non siano sufficienti per farmi guarire? Ho ancora un serio indolenzimento che parte dalla tempia e scende lungo la mandibola e dietro l'orecchio fino al collo. Certo non ho piu' quelle violente fitte alla tempia.Solo alcune leggere ogni tanto durante il giorno.
Sto cominciando a pensare che forse non si tratti di nevralgia del trigemino, ma di qualcos'altro. Lei pensa che ancora sia troppo presto perchè la cura dia i risultati sperati? La prego di voler essere ancora gentile da darmi una risposta.
Cordiali saluti

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
come lei dice la sintomatologia dolorosa non è più quella passata, il dolore è abbastanza ridotto. Anche se non dovesse essere una nevralgia del trigemino le ricordo che esistono altre nevralgie tipiche e atipiche ma la terapia è sostanzialmente la stessa, anche se talora alcune nevralgie sono resistenti a tutte le terapie. Cerchi di stare tranquilla, continui la terapia e tra 2-3 settimane ritorni dalla sua neurologa per farsi controllare e fare il punto della situazione.
Buonanotte
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 415XXX

La ringrazio ancora per la pazienza e la gentilezza. Cerchero' di seguire i suoi consigli. Se permette la terro' aggiornata.
Cari saluti e buona giornata

[#13] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferrarolo, da qualche giorno, nonostante abbia continuato a seguire scrupolosamente la cura con Lyrica, i dolori sembra si stiano ripresentando. Nn sono continui, ma mi arrivano improvvisi, durano un po' e poi vanno via. Questo avviene in piu' riprese durante il giorno, specialmente dal tardo pomeriggio. Inoltre ho notato che, ultimamente il dolore ,partendo sempre dalla tempia, si stia concentrando sull'arcata sopracciliare e all'orbita dell'occhio sinistro. Ho telefonato alla neurologa e la segretaria mi ha spostato l'appuntamento a lunedi' 15, anziche il 29.
Lei, intanto, cosa si sente di dirmi? Crede che dovrei cambiare ulteriormente cura? Perchè se la neurologa mi dicesse di aumentare ancora il dosaggio della Lyrica, francamente non ne sarei molto contenta: ho sempre molto appetito e sono pure molto gonfia.
Lei cosa mi consiglierebbe di fare?
Grazie per la risposta che, evuntualmente, vorrà darmi.
Cari saluti

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi aggiorni sul dosaggio di Lyrica e se sta continuando il Flugeral, grazie.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 415XXX

Dunque, di Lyrica ne sto prendendo 3 al giorno da 75mg. Il Flugeral, a dire il vero, l'ho sospeso da 2 giorni all'insaputa della neurologa, perchè ho letto nel bugiardino che fa aumentare di peso. In effetti noto che sono piu' gonfia, specialmente all'addome e cosi' non lo prendo piu'. Poi, se non sbaglio, il flugeral serve come profilassi nelle emicranie ricorrenti. Infatti la neurologa me lo prescrisse per via delle mie emicranie mestruali, ma nell'ultima mestruazione, nonostante prendessi gia' da un mese il Flugeral, l'emicrania è stata piu' violenta del solito. Cosi' la mia decisione di smetterlo, vista l'inefficacia. Ma devo precisare che la nevralgia non è aumentata perchè ho sospeso il flugeral: già da molti giorni ho notato l'aumento dei dolori..
La prego, mi dica cosa devo fare.

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
aspetti la visita di lunedì e veda cosa le consiglia la neurologa. Io sarei per aumentare il Lyrica, cioè passare al dosaggio da 150 mg per 2 volte al giorno, mattina e sera. Comunque, ripeto, aspetti il consiglio della neurologa che la conosce molto meglio di me.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 415XXX

Grazie ancora, dottore ,per la pronta risposta.
Il fatto è che io ho paura ad aumentare il Lyrica. Ho paura degli effetti collaterali, che mi faccia prendere peso, insomma secondo lei non è già tanto che ne prendo 3 da 75mg al di'? E se la neurologa dovesse prescrivermi l'aumento del dosaggio, cosa devo fare ? Significherebbe prenderne 300 mg al di'! Non è troppo?
Inoltre volevo dirle che ho fatto gli esami che mi ha prescritto la dottoressa e sembra tutto a posto tranne il colesterolo e i trigliceridi di cui le trasmetto l'esito:
Col HDL 57
col totale 228
trigliceridi 264
C'entra qualcosa con la cura che sto facendo?
Inoltre, 11.800 di globuli bianchi sono troppi?
Grazie ancora. Cari saluti

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se la neurologa le dovesse aumentare il dosaggio, lo faccia pure e non tema nulla. Secondo me non c'è rapporto tra livelli di colesterolo e trigliceridi e la sua cura. Gli 11.800 globuli bianchi sono leggermente superiori alla norma però consideri che questi possono aumentare durante qualsiasi stato infettivo come per esempio un banale raffreddore.
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 415XXX

Grazie ancora, dottor Ferraloro.
Lunedi' sera, appena torno dalla neurologa, le faro' sapere cosa mi ha detto.
Intanto le auguro un buon fine settimana.
Cordiali saluti

[#20] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, ieri sera sono stata dalla neurologa la quale insiste perchè io faccia la rnm col mezzo di contrasto. La cura l'ha lasciata cosi' com'è, per il momento. Vuole aspettare prima l'esito della rnm e poi decidere, nel caso ci fosse un conflitto neuro-vascolare, se è il caso di effettuare l'intervento chirurgico.
Stamattina ho fatto un paio di telefonate ai centri diagnostici e le attese sono lunghissime: la data piu' vicina è per i primi di Marzo. Altrimenti dovro' farla a pagamento e mi costerebbe 300 euro.
Volevo chiederle: secondo lei posso continuare la cura col Lyrica per altri 3 mesi e attendere Marzo per fare la rnm? Oppure sarebbe meglio farla subito?
Grazie sempre per la sua disponibilità. Attendo una sua risposta.
Cordialissimi saluti.

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
è auspicabile che faccia la risonanza prima, ma se è impossibile allora continui il Lyrica per tre mesi. Non penso che le crei problemi perchè è un farmaco nato per terapie di anni, come antiepilettico.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 415XXX

Grazie, dottore. Intanto prenoto la rmn e continuo col Lyrica. Dovrebbero prenotarmi per i primi di marzo.
Nel frattempo, se avessi qualcosa da chiederle , conto sulla sua sempre gentile disponibilità.
Cordiali saluti

[#23] dopo  
Utente 415XXX

Egregio Dottor Ferraloro non ho ancora effettuato rnm col mezzo di contrasto, ma , nel frattempo, ho aumentato il Lyrica a due compresse da 150 mg al di'. I dolori sono ulteriormente diminuiti, ma sto notando un aumento di peso non indifferente, specialmente avvertito come senso di gonfiore allo stomaco e a tutto il corpo in generale. Sono molto triste perchè io parto già da una situazione fisica non messa bene poichè non posso ritenermi un'acciughina.Il fatto di star mettendo altri chili, quindi, è una prospettiva che mi mette paura.
Cio' che volevo dirle è che sto pensando di smettere col Lyrica, anche se la neurologa mi ha detto che il dolore ritornerà quasi certamente. Anche secondo lei è cosi'? E poi, un'altra domanda: se smetto il Lyrica, crede che smaltiro' i chili presi senza dover ricorrere alla dieta?
La prego di rispondermi appena puo'. Grazie
Cordiali saluti.

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
mi scuso per il ritardo dovuto a mia assenza. Se decide di sospendere il Lyrica lo faccia molto gradualmente, mi raccomando, anche se io sono contrario alla sospensione. Comunque mi aggiorni appena può.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 415XXX

Gentile Dottore, non deve affatto scusarsi. Immaginavo che fosse assente in quanto le sue risposte sono sempre arrivate molto celermente.
Dunque, nel frattempo ho scalato il Lyrica: adesso ne prendo 1 la mattina e 1 la sera da 75 mg. Il senso di gonfiore è diminuito e devo dire che, tranne un po' di tachicardia i primi giorni e un po' di insonnia tutt'ora, grossi disturbi non ne ho avuti. Cosa invece molto importante, per me, è che non ho notato aumento di dolore o di fitte. Sono sempre in attesa che mi chiamino per effettuare la rnm col mezzo di contrasto.
Lei dice che è contrario alla sospensione del Lyrica perchè crede che mi ritornerebbe il dolore? Ma allora dovrei prenderlo per sempre?
Grazie
Buona giornata

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
sarei contrario alla sospensione del Lyrica perchè reputo sia ancora prematuro. Comunque se lei non avverte dolore può, molto gradualmente, diminuire fino a sospensione. Che lo debba prendere per sempre no, perchè questi sono farmaci che si usano, anche a lungo, ma in periodi di acuzie.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 415XXX

Si, in effetti anch'io penso che sia ancora troppo prematuro interrompere la cura. Aspettero' di fare la rnm, poi ritornerò dalla neurologa e valutero' con lei cosa fare. Grazie ancora per la sua gentilezza, dottore.
Mi permettero' di consultarla ancora nel caso avessi bisogno di un suo parere. In ogni caso, non appena faro' la rnm col mezzo di contrasto, la informero' sul referto.
Buona giornata

[#28] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, ieri ho telefonato alla neurologa e le ho parlato del fatto che adesso sto bene e che intendo smettere con il Lyrica. Lei mi ha consigliato di provare a prenderne solo 1 la mattina e aspettare 15 gg per vedere cosa succede. Inoltre ha escluso che il fatto che stia mettendo su peso e che mi senta gonfia possa essere dovuto al farmaco che assumo. Lei cosa pensa di tutto cio'? E' anche lei d'accordo su quanto consigliatomi dalla mia neurologa?
In attesa di risposta, porgo cordiali saluti.

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
approvo la decisione che avete preso insieme alla neurologa. Per quanto riguarda l'aumento di peso, secondo la mia esperienza, non si è mai presentato nei miei pazienti in trattamento con Lyrica ma sono stati segnalati rari casi di aumento ponderale in concomitanza con l'assunzione del predetto farmaco.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, scusi l'ignoranza, ma cosa si intende per aumento ponderale?
Un'altra cosa, crede che una volta sospesa la cura rientrero' nel mio peso?
Grazie ancora

[#31]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
per aumento ponderale si intende aumento di peso. Per rientrare nel suo peso dovrebbe seguire una dieta prescritta da un medico dietologo. Non si affidi a "praticoni" nè a diete fai da te o pubblicate su giornali o consigliate da amiche.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, non ho nemmeno provato a ridurre il Lyrica, come consigliatomi dalla neurologa. Per ironia della sorte, proprio ieri che avrei dovuto farlo, ho ricominciato ad avere dolori alla tempia, all'arcata sopracciliare e dietro l'occhio. Mi auguro che sia dovuto al fatto che sono in fase mestruale, altrimenti posso solo pensare che dipenda dal fatto che gia da circa 2 settimane ho scalato da 3 compresse a 2. Adesso non mi azzardo nemmeno a ridurre ulteriormene a 1 compressa soltanto! Sono disperata, ero cosi' contenta che tutto andava bene e che non avevo piu' dolori e adesso di nuovo...La prego , dottore, di usarmi ancora la sua gentilezza e di dirmi il suo parere. Cosa devo fare? Continuare con due da 75mg o riprendere con tre? Non mi va di richiamare la neurologa.
In attesa, la saluto cordialmente

[#33]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
le consiglio di continuare con 2 cpr e vedere se il ritorno del dolore è passeggero (ciclo mestruale, per es.) o continuativo. Se fosse continuativo dovrebbe ritornare a 3 cpr. Ma per il momento restiamo a due e aspettiamo.....
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 415XXX

Grazie, dottore. Faro' senz'altro come lei mi consiglia. Le farò sapere una volta terminato il ciclo.
Buona serata

[#35] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, sembra che il pericolo sia passato con la fine del ciclo mestruale. Da ieri sto provando a prendere solo una compressa di Lyrica e vedremo cosa succede. La terro' aggiornata.
Buona serata

[#36] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, sono ormai 10 giorni che sto prendendo solo 1 compressa al giorno di Lyrica da 75 mg e finora tutto procede bene. Inoltre sto pure cominciando a sgonfiare e ho notato che elimino molta piu' urina. Le confesso che sono molto soddisfatta, soprattutto del fatto che continuo a stare bene nonostante la riduzione del dosaggio del farmaco, anche se la neurologa dice di aspettare almeno 15 gg per vedere se succede qualcosa. Io,pero, sono ottimista! Nel frattempo continuo ad attendere la chiamata per effettuare la rnm col mezzo di contrasto.
Volevo chiederle: secondo lei, passati 15 gg, posso davvero gridare vittoria e sospendere del tutto il Lyrica? In sostanza, lei come mi consiglia di comportarmi?
Resto in attesa della sua sicura e sollecita risposta.
Cordiali saluti

[#37]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi fa piacere che tutto proceda bene e che non ci siano problemi. Io sinceramente aspetterei una ventina di giorni ancora prima di sospendere il Lyrica, anzi prima della sospensione, passerei, tra 20 giorni, a quello da 50 mg per ulteriori 15 giorni e poi lo sospenderei del tutto.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 415XXX

Scusi, dottore, lei intende 20 gg complessivi dal giorno in cui ho iniziato a prenderne 1 da 75mg? O ancora 20 gg da oggi? La ringrazio ancora se vuole rispondermi, poichè non sono riuscita a capire bene.
Buona giornata

[#39]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
direi 20 giorni da ora. Un po' di prudenza non gusta.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 415XXX

Grazie, dottore ,per il sollecito chiarimento.
La terro' aggiornata.
Saluti

[#41] dopo  
Utente 415XXX

Gentilissimo dottor Ferraloro, volevo comunicarle che , finalmente, il 10 marzo faro' l'angiorisonanza. Non appena avro' i risultati, glieli comunichero'. Nel frattempo, tutto procede bene anche se, ogni tanto, durante il giorno, mi vengono come delle punture di spillo lungo il decorso del nervo trigemino e delle piccole fitte alla tempia. Sono brevi ,passeggeri e molto lievi, ma mi mettono addosso una certa paura che tutto possa ritornare come prima. Sto continuando a prendere una Lyrica da 75mg al giorno dal 19 gennaio, ormai. La neurologa, come mi aveva consigliato anche lei del resto, mi ha detto di prenderla fino a quando non si saprà cosa viene fuori dall'angiorisonanza.
Spero bene!
Nell'attesa di risentirci presto, porgo cordiali saluti.

[#42]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi fa piacere che non abbia avuto particolari problemi.
Stia tranquilla ed effetti l'angio-RM con serenità.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore,nel pomeriggio ho effettuato l'angio-rm. Il referto me lo daranno martedi' prossimo, ma le posso dire cosa mi ha spiegato il medico. Mi ha detto, in sostanza, che in effetti c'è un leggero sfioramento del nervo trigemino con un vaso sanguigno, ma non è tale da determinare un conflitto neuro-vascolare. Del resto, dice il medico, dovrei avere sempre dolore. Il fatto, invece, che la nevralgia mi è tornata dopo tre anni, significa che è stata determinata da una semplice infiammazione del nervo. Ha detto inoltre una cosa che nn ho ben capito e cioè che ho un po' tutti i nervi cranici che sfiorano vasi sanguigni, e questo per un fatto congenito.
Martedi', appena ritirero' il referto, glielo trasmettero' per intero cosi' che anche lei potrà capirci meglio.
Grazie sempre per la gentile attenzione
Cordiali saluti

[#44]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
così sarà più tranquilla. Aspetto il referto.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 415XXX

Grazie, dottore. Glielo trasmettero' appena lo ritiro.
Buona giornata

[#46] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, le trasmetto per intero il referto dell'angiorisonanza:

ANGIO-RM DISTR. VASC. INTRACRANICO

Indagine eseguita mediante acquisizioni di sequenze TOF rielaborazione con algoritmo MIP, mirata alla valutazione del circolo arterioso; l'esame è stato completato con sequenze Balance condotte sul piano coronale ed assiale per la valutazione dell'angolo ponto cerebellare e del tronco cerebrale.
Esame eseguito per nevralgie trigeminali sinistra.

Dismorfismo ad ansa dell'arteria cerebellare antero inferiore bilateralmente piu' accentuato a sinistra, in atto sembra evidenziarsi un piano liquorale tra le strutture vascolari limitrofe all'emergenza dei nervi trigeminali.
Non si evidenziano alterazioni di segnale sospette per anomalie di flusso a livello del circolo arterioso del poligono di Willis.
In condizioni basali non si evidenziano alterazioni intensitometriche e morfologichedei nervi trigeminali, né lesioni in accrescimento espansivo a livello dei gangli di gasser.

Attendo con ansia un suo parere.

Grazie. Buona serata

[#47]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
innanzitutto nulla di grave. Se non avesse sintomi le direi di sorvolare e basta, sarebbe una di quelle varianti anatomiche congenite come ne esistono tante.
Ma lei ha il dolore nevralgico. A questo punto la domanda è la seguente: può questa alterazione creare un conflitto tale da provocare la nevralgia? La mia risposta è sì,anche se con qualche dubbio dovuto al fatto che non è chiaramente descritto il conflitto neuro-vascolare che poi sarebbe addirittura, se c'è, bilaterale.
Le consiglio di fare visionare l'esame alla sua neurologa e ad un neurochirurgo per sentire un altro parere. Mi aggiorni sul dolore e sul dosaggio del lyrica.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, a tutt'oggi sono ormai quasi due mesi che non ho piu' dolore, tranne qualche sporadica e leggerissima fitta, peraltro molto passeggera. Adesso sto prendendo una sola compressa di Lyrica da 75mg al dì dal 19 gennaio.
Purtroppo la mia neurologa è in malattia per un infortunio abbastanza serio e potro' vederla solo il 3 Aprile, ma la segretaria mi ha detto di mandarle il referto tramite fax e mi ha assicurato che mi farà chiamare dalla dottoressa stessa. Appena so qualcosa le faro'sapere.
Grazie sempre per il gentile interessamento e attendo che mi dica cosa ne pensa riguardo alla scomparsa del dolore e al dosaggio attuale del Lyrica
Cari saluti

[#49]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
la sua nevralgia è in fase di remissione clinica, anche per l'aiuto farmacologico. E' quasi due mesi che assume una sola cps da 75. Da aprile potrebbe provare a diminuire il dosaggio a 50 mg.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 415XXX

Egregio dottor Ferraloro,
ho mandato il fax col referto, ma la neurologa non mi ha ancora chiamata. Ricordo pero' che, nella nostra ultima cnversazione, mi aveva detto che, se nell'angio-RM non fosse venuto fuori nulla, avrei dovuto interrompere la cura col Lyrica prendendolo a giorni alterni per non ricordo quanti giorni, per poi lasciarlo definitivamente. Vedremo cosa mi dirà adesso che potrà visionare il referto. Le faro' sapere.
Intanto, continuo a ringraziarla per la sua cortese attenzione.
La saluto cordialmente

[#51]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
ok, aspetto sue notizie.
Cari saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, la neurologa mi ha chiamata e mi ha detto praticamente le stesse cose che mi ha scritto lei. Anche lei, inoltre, sostiene che debba farmi vedere da un neurochirurgo. Il problema è che dalle mie parti non ci sono specialisti in questa branca. Lei potrebbe consigliarmene uno,anche a Messina, eventualmente? Se preferisce, puo' farlo anche in forma privata. Magari lei dottore, mi da il suo indirizzo di posta elettronica cosi' ci mettiamo in contatto. Vivo anch'io in Sicilia e potrei , eventualmente, venire a Messina con facilità.
Attendo risposta.
Cordialità

[#53]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
può telefonarmi, se vuole, alle 19,15 di stasera o domani mattina dalle 7 in poi.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 415XXX

Gentilissimo dottor Ferraloro, come promesso, desidero informarla circa l'esito della visita neurochirurgica effettuata questa mattina.
La dottoressa ha attentamente visionato l'angiorisonanza e non ha riscontrato nessuna patologia e nessun confiltto neuro-vascolare. Circa poi il fatto che si evidenzia un dismorfismo ad ansa dell'arteria cerebellare antero-inferiore, lei sostiene che questa sia una condizione diffusa in molti soggetti. Inoltre afferma che, semmai, è l'arteria cerebellare superiore che determina conflitto neuro-vascolare (almeno, cosi' ho capito!!)
In conclusione, a seguito anche di molte domande sull'insorgenza, la durata e la frequenza degli attacchi, ha concluso che trattasi di "nevralgia atipica" e che, dal suo punto di vista, non vi sono "in atto patologie di pertinenza neurochirurgica".
Resto in attesa di un suo parere.
La saluto cordialmente

[#55]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
ben ritrovata. Immaginavo che non ci fossero indicazioni neurochirurgiche ma un parere specialistico andava ascoltato. Anch'io, se ricorda, le avevo prospettato una forma di nevralgia atipica. Il dolore è scomparso? Ha sospeso la terapia con Lyrica?
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 415XXX

Si, il dolore è scomparso ormai da gennaio. Il Lyrica comumque l'ho sospeso solo a fine Marzo. Da allora sono stata bene, tranne qualche sporadica leggera fitta di brevissima durata. Continuo, pero', ad avere le solite emicranie specialmente durante i giorni delle mestruazioni. A tal proposito volevo chiederle se potesse consigliarmi una medicina da assumere in quei giorni al posto del famigerato Aulin che, a tutt'oggi, è l'unico farmaco che mi fa passare il mal di testa. Ho provato il Moment Act e il Tachicaf, ma per me sono solo acqua fresca.
Grazie per la sua gentile risposta.
Tanti cari saluti

[#57]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se l'emicrania si presenta soltanto durante il ciclo mestruale può prendere in considerazione una terapia di prevenzione da attuare una settimana prima del ciclo. In molti casi, secondo la mia esperienza, funziona.
Mi rallegro per la risoluzione della nevralgia.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente 415XXX

Ma nn potrebbe gentilmente indicarmi un farmaco? O non le è possibile farlo in questa sede?
Grazie

[#59]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
non si possono prescrivere farmaci on line senza visitare un paziente, si può dare un'indicazione di massima ma la vera prescrizione deve farla il medico che visita il paziente. Se vuole può contattarmi direttamente.
Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 415XXX

Credo che sia doveroso parlare prima con la neurologa che mi ha avuta in cura. Infatti mi aveva detto di farmi sentire non appena avessi effettuato la visita neurochirurgica.
La ringrazio sempre, dottore, per la sua gentilezza e disponibilità. Se dovessi avere ancora bisogno di un suo consiglio, la contattero' ancora.
Cari saluti

[#61] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, Mi auguro che si ricordi ancora di me!
Le scrivo perchè, a distanza di un anno, sto di nuovo accusando, se pur in forma piu' leggera, gli stessi dolori. E' ormai da circa una settimana che mi vengono delle fitte brevi che mi lasciano un indolenzimento passeggero nei punti soliti: tempia, arcata soppracciliare, orbita dell'occhio e giu' fino alla nuca, sempre dal lato sinistro.Come al solito, questi dolori si scatenano con lo sforzo: quando tossisco, starnutisco, o quando mi abbasso in avanti. Ancora nn hanno l'intensità quella forte della scorsa volta, ma temo che sia l'inizio. La mia domanda è questa: secondo lei dovrei riprendere la cura prima di arrivare a stare male come le scorse volte? La seconda domanda è:la scorsa volta ho fatto rmn encefalo e angiorisonanza senza che nessun problema apprezzabile sia venuto fuori, mi consiglia a questo punto rmn alla cervicale? E poi , in generale, cosa ne pensa lei di questa situazione che sembra voler ritornare?
In attesa di una sua risposta, la saluto cordialmente

[#62]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

certo che La ricordo. Il Suo problema sembrerebbe di natura nevralgica e quindi può recidivare periodicamente.
In tali casi io consiglio ai miei pazienti di riprendere la terapia per potere possibilmente evitare la fase acuta, come una sorta di profilassi.
Le consiglio di contattare la neurologa per un parere circa l'eventuale ripresa della terapia ed il relativo dosaggio.

Cordiali saluti e auguri

Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la pronta risposta.
La prossima settimana,allora, contattero' la neurologa e vedro' cosa mi dice. Ovviamente la terro' aggiornata.
Cari saluti

[#64] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, ieri ho effettuato un'ulteriore visita presso un ambulatorio neurologico per la cura delle cefalee, in un noto ospedale del capoluogo. Il medico responsabile, dopo avermi visitata e guardato le varie rmn e rx che mi sono portata dietro, è giunto alla conclusione che, sicuramente, non si tratta di nevralgia al trigemino, ma di cefalea " a fitte" scatenata , verosimilmente, da problemi di artrosi alla cervicale. In effetti, nelle mie radiografie al rachide cervicale, effettuate qualche anno fa, si riscontrano dei problemi di assottigliamento di alcune vertebre e un principio di artrosi. Mi ha prescritto Indoxen da 25 mg da assumere tre volte al di' per 1 settimana e Mag2, due flaconcini al dì da prendere 7 giorni prima e durante il ciclo, per l'emicrania da mestruazioni. Fra una settimana, il dottore vuole che lo chiami per dirgli come va.
Gradirei anche un suo parere. Intanto le porgo cordiali saluti.

[#65]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

effettivamente potrebbe pure trattarsi di cefalea a fitte cervocogenica ma un sospetto di nevralgia atipica mi viene anche considerando il fatto che ha risposto molto bene alla terapia con Lyrica. Certo che potendola visitare direttamente, il Collega può avere le idee molto più chiare delle mie.
Comunque faccia la terapia prescrittaLe ultimamente e mi faccia sapere l'esito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#66] dopo  
Utente 415XXX

Si, certo che le farò sapere. Grazie ancora, dottore.

[#67] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, è passata una settimana da quando assumo l'Indoxen da 25 mg e devo dire che sto molto meglio, tranne qualche fitta passeggera e molto lieve. Stamane ho chiamato il neurologo per riferirglielo e lui mi ha consigliato di prenderlo per altri sette giorni, pero' due al dì, anzichè tre. Poi sospendere per una settimana e richiamarlo.Spero tanto che tutto vada bene e che non ritorni il dolore. Lei che ne pensa? In attesa della sua certissima replica, le porgo cordiali saluti.

[#68]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi fa piacere che vada molto meglio, continui la terapia come Le ha detto il neurologo. Le consiglio comunque una protezione gastica con inibitori di pompa, ne parli al Suo medico. Mi tenga aggiornato.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#69] dopo  
Utente 415XXX

Si, sto già prendendo il Lansoprazolo da 15 mg, mattina e sera. Grazie , dottore, le faro' sapere in seguito l'evolversi della situazione
Saluti

[#70] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, purtroppo non ce l'ho fatta a completare l'altra settimana di cura con l'Indoxen. Il mio stomaco si è ribellato!! Nonostante prendessi il gastro-protettore, ho avuto dei grossi disturbi, quali: dolore e bruciore alla bocca dello stomaco, stitichezza e senso di nausea. L'ho sospeso da giovedì e già da ieri,pero', ho ricominciato di nuovo con le fitte alla tempia. Quindi tutto ritorna come prima! Sto bene, dunque, solo se prendo l'antinfiammatorio? E dato che non posso prenderlo per sempre, dovro' di nuovo ritornare al Lyrica? Mi creda, non so che fare. Lunedi' chiamo il neurologo e sento cosa mi dirà. Attendo anche un suo parere, dottore.
Cordiali saluti

[#71]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

evidentemente non ha tollerato l'Indoxen per più giorni, purtroppo questo è un effetto collaterale quasi costante, infatti l'avevo sollecitata ad assumere il gastroprotettore che Lei comunque già utilizzava ma non è servito molto. La prima cosa da fare, come giustamente ha scritto, è comunicare tale situazione al Suo neurologo.
La terapia con Lyrica, già sperimentata con successo, potrebbe essere un'ottima alternativa. Ne parli allo specialista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, proprio 5 minuti fa ho parlato con il neurologo spiegandogli la situazione. Mi ha detto, in sostanza, di provare a prendere o il Vioxx o il Celebrex, ma che non era sicuro che fossero ancora in commercio. Insospettita, ho fatto una ricerca su Internet e ho potuto leggere solo cose negative riguardo questa categoria di antinfiammatori. Lei cosa ne pensa? Sinceramente non me la sentirei di rischiare un infarto o cos'altro. Meglio tenermi i miei dolori!
La saluto cordialmente ,in attesa di una sua risposta.

[#73]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il vioxx è stato ritirato dal commercio alcuni anni fa, il celebrex è tuttora in commercio ma sinceramente è un farmaco che non uso.
Ha detto al neurologo che aveva tratto beneficio col Lyrica?
Dr. Antonio Ferraloro

[#74] dopo  
Utente 415XXX

Si, glielo avevo detto, ma lui mi disse che non si tratta di nevralgia al trigemino, ma di cefalea a fitte riconducibile ad artrosi cervicale. Questa diagnosi l'ha fatta guardando le lastre, appunto del rachide cervicale, che tra l'altro avevo fatto 10 anni fa.
In ogni caso, non ho nessuna intenzione di prendere il Celebrex e, sinceramente, nemmeno di consultare piu' questo specialista tanto superficiale. Il Lyrica non voglio prenderlo perchè non mi fa effetto subito e poi perchè mi fa gonfiare. Adesso, sinceramente, non so cosa fare. Mi sento parecchio confusa e sconfortata. Le faro' sapere. Intanto, grazie sempre per le sue risposte puntuali.
Buona serata

[#75] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, ho rifatto , dopo 11 anni, le lastre al rachide cervicale evolevo sottoporle il referto per avere delucidazioni in merito.

RX RACHIDE CERVICALE (3 PR.)
Vertebre in asse
Conservata la curva lordotica
Discretamente mobili i vari metameri all'esame funzionale
Non evidenti alterazioni ossee strutturali
Si segnala aspetto appuntito dell'angolo posteroinferiore dei corpi della V e della VI C.
Conservati gli spazi discali
Il referto depone per fatti di spondilosi.


Cosa ne pensa, dottore? Potrebbe esserci una correlazione tra quanto evidenziato dalle lastre e i miei dolori?
Infine mi potrebbe spiegare cos'è questo "aspetto appuntito" dei corpi della quinta e della sesta vertrebra? Cosa comporta in sostanza?

Attendo una sua gentile risposta. Grazie in anticipo
Cordialità

[#76]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'aspetto appuntito dei corpi vertebrali indica uno stato di artrosi cervicale ma i Suoi sintomi non mi sembrano essere in correlazione con tale alterazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 415XXX

Grazie per la risposta, dottore.

Martedi' 1 dicembre ho un altro consulto con il neurologo.
Intanto ho ripreso la cura con Indoxen e sto molto meglio, ma temo che, una volta sospeso, i dolori ritorneranno come prima.

Come sempre sarà mia premura tenerla aggiornata
Ancora grazie e buona serata

[#78] dopo  
Utente 415XXX

Gentile dottor Ferraloro, martedi sono stata a controllo dal neurologo , il quale mi ha detto di continuare la cura con Indoxen (dal momento che ha fatto effetto) per tutto dicembre, scalando gradualmente.
Mi ha ribadito che si tratta di cefalea "a fitte" che risponde molto bene alla cura con indometacina.
Io, in effetti, sto molto bene, ma temo il giorno in cui smettero' di prendere il farmaco.
Lui è ottimista e cerco di esserlo anch'io. Vedremo...
In ogni caso devo smetterlo, perchè ho molti disturbi, specialmente la nausea.
Le ho scritto perchè un suo parere è, per me, sempre molto gradito.
Tanti cari saluti

[#79]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

segua la prescrizione del neurologo e abbia fiducia.
Può essere che una volta interrotta la terapia il dolore non si ripresenti più (almeno per un pò di tempo).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#80] dopo  
Utente 415XXX

Grazie, dottore. Le faro' sapere
Buona giornata

[#81] dopo  
Utente 415XXX

carissimo dottor Ferraloro, le scrivo dopo cosi' tanto tempo per comunicarle che dall'ultima volta che ci siamo scritti continua ad andare benissimo. Dopo aver smesso la cura ho continuato a stare bene e, a tutt'oggi, non ho piu' avuto dolori, tranne le solite emicranie in concomitanza con le mestruazioni. Certo è che non si puo' escludere, cosi' come mi ha detto il suo collega, che i disturbi possono ripresentarsi in autunno. Se così dovesse succedere, adesso so' che riprendendo l'Indoxen tutto sparirà presto senza gli effetti collaterali del Lyrica.
Le mando cari saluti.
Buona domenica

[#82]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

La ringrazio per avermi comunicato il Suo attuale stato di benessere, sono sinceramente contento che stia bene. Dal tono del post mi sembra che anche l'umore sia alto e la cosa mi fa estremamente piacere. Le auguro che sia una remissione permanente e che Lei non abbia più a soffrire come in passato.

Cordiali saluti e sinceri auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 415XXX

Grazie per l'augurio, dottore. Io non smettero' mai di ringraziarla per tutta l'attenzione che mi ha sempre dedicato. E , nel caso, so di poter ancora contare sul suo aiuto.
Buone cose e tanti saluti cari