x

x

Depressione: Rmn cervello

Buongiorno,

in seguito ad una forte depressione, con TAC, mia madre di 83 anni è stata ricoverata al CIM e poi trasferita in una RSA dopo una caduta dove ha sbattuto la testa, le è stata fatta una TAC dove si sospettava encefalo normoteso ed è stato richiesto una RMN (risonanza magnetica) cervello e tronco.

Volevo avere una vostra opinione, di seguito riporto il testo del referto.
Tecnica: sono state eseguite sezioni sui piani ortogonali dello spazio con sequenza T1,T2 ed a Eco intermedia in un campo magnetico di 1,0 tesla. L'esame dimostra la presenza di multiple aree di alterato segnale caratterizzate da una iso-ipointensità nella sequenza T1 pesata e da una iperintensità nella sequenza T2 dipendente che interessano estesamente la sostanza bianca frontale paerieto-peritrigonale con interessamento dei gangli motori della base da riferire ad aree di gliosi parechimale su base vascolo-genetica cronica.
Si apprezza un alterazione di segnale cortico-sottocorticale in sede frontale a sinistra caratterizzata da una iper intensità nella sequenza T2 dipendente da riferire ad area poroencefalico-gliotica esito di pregressa lesione ischemica in territorio di distribuzione di rami frontalidella celebrale media di sinistra. Nella sequenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezano alterazioni della diffusività molecolare dell' acqua riferibili a lesioni vascolari ischemiche "recenti".
Il sistema ventricolare presenta dimensioni nettamente ampliate in sede sovratentoriale. Le strutture della linea mediana sono in asse . Appare rilevabile disformismo del processo odontoideo di C2 con componente tissutale che deforma gli spazi cisternali anteriori da valutare nel contesto clinico (artrite reumatoide) e con indagine dedicata. Si rivela diffuso ampliamento degli spazi subracnoidei della convessità.
Mi aiuta a compendere questa dianiosi, di seguito i suoi problemi: "iniziale deterioramento cognitivo su base vascolare Depressione maggiore FA Diabete mellito tipo 2 Artrosi polidistrettuale".

Grazie, Cordiali Saluti.

[#1]
Dr. Marco Ajello Neurochirurgo 9 1
Buon giorno, l'idrocefalo normoteso si presenta tipicamente con difficoltà a deambulare, incontinenza urinaria e perdita di memoria, quindi la depressione è difficilmente correlabile ad un eventuale idrocefalo. Dal referto di sua mamma sembra più evidente invece un quadro di atrofia su base vascolare, che entro certi limiti può essere considerato non patologico ad una certa età.
Per avere un parere più certo occorrerebbe comunque prendere visione delle immagini ed una valutazione Neurologica o Neurochirurgica.
Cordiali saluti

Dr. Marco Ajello