Utente 440XXX
Gentile dottore, sono un uomo di 39 anni, peso 99 chili e sono alto 180 cm.
Circa un mese fa, una volta a letto, ho iniziato a sentire mani e piedi molto freddi, con formicolii annessi. Era un venerdì sera. La mattina seguente, guardando su Internet ho letto che potevano essere sintomi della Sclerosi Multipla. Mi sono spaventato, sono andato al pronto soccorso dove mi hanno fatto una visita neurologica, una Tac alla testa ed altri esami come l'elettrocardiogramma... Tutto nella norma.
I miei timori però non sono scomparsi, anzi l'ansia ha preso il sopravvento... I formicolii hanno continuato ad esserci per altri 5 giorni ma con minore intensità e sempre quando assumevo una posizione sdraiata. Nei giorni seguenti avvertivo alle mani come tremori interni, ma sono durati solo una giornata.
Ho parlato con il mio medico curante che mi ha subito detto che potrebbe essere un problema cervicale. Ma sotto la mia insistenza mi ha prescritto anche una serie di altri esami: esami del sangue, ecografia addominale, una visita specialistica in neurologia, una risonanza magnetica alla testa (risultato essere tutto nella norma), risonanza cervicale (dove mi hanno trovato una verticalizzazione del rachide con una modesta ernia in C4/C5) ed un'ecografia alla tiroide (che ha evidenziato dei micronoduli). Sto andando da una psicologa perché secondo il mio medico curante soffro di ansia e tante cose che sento di avere sono asseribili a quello. Mi capita spesso di sentire "ballare" il nervo sotto al gomito dx oppure quello tra pollice ed indice della mano sx.
Siccome non riesco a darmi pace, volevo sapere se le cose che ho fatto fino ad oggi possono escludere anche un problema di SLA?
Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è la sintomatologia che esclude la SLA, non c'è nessun sintomo che possa fare pensare questa malattia.
E poi c'è la visita neurologica negativa.
Curi l'ansia, se la psicoterapia non dovesse essere risolutiva non esisti a contattare uno psichiatra.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottor Ferraloro, scusi se la disturbo nuovamente. Il fatto che accuso intorpidimenti alle braccia quando sono seduto o sdraiato, stessa cosa vale per le gambe, può essere dovuto alla cervicale verticalizzata?
Il mio medico curante mi ha detto, senza però effettuare analisi, che secondo lui avendo la verticalizzazione del rachide cervicale è probabilissimo che abbia una cosa simile al rachide lombare (spesso ho dei dolori proprio in quel punto).
Per ultima cosa, se davvero il mio è solo un problema di stress ed l'ansia, posso questi, dare sintomi di debolezza e intorpidimento agli arti?

Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente problematiche a livello cervicale e lombare possono causare i sintomi riferiti, allo stesso modo anche l'ansia può esserne una causa o contribuire ad accentuarli.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore, mi ero dimenticato di riferirle che da qualche settimana mi sveglio sistematicamente ogni due ore di sonno circa intorno alle 3, alle 5 ed alle 7 del mattino, credo che anche questo sia sintomo di ansia o stress ma lascio a lei l'ultima parola.
Volevo chiedere altre due cose. Spero di non recare troppo disturbo, questa notte mi sono accorto (ma non escludo mi possa esser capitato anche in precedenza, e possa essere la causa dei miei risvegli) di avere nelle gambe come una sensazione di piccoli movimenti a livello muscolare e di nervi (tipo quelli che ad inizio post descrivevo per quanto riguarda il gomito dx e il pollice della mano sx), non sono se chiamarle mioclonie perché le avverto a fior di pelle ma non mi causano movimenti, almeno quasi mai. Secondo lei a cosa possono essere imputabili?
Ultima cosa, avere la visita neurologica e la RM alla testa ed al rachide cervicale negativa può escludere in maniera convincente la sla?
Grazie mille

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, la causa dei risvegli notturni è verosimilmente ansiosa, in questi casi è una condizione frequente a verificarsi.
La sensazione agli arti inferiori potrebbe essere rappresentata da sporadiche fascicolazioni o tensione nervosa.
La SLA la esclude la visita neurologica, la RM infatti non è un esame di elezione per fare diagnosi di SLA.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille dottore, quindi secondo lei conviene che faccio approfondimenti per escludere la sla (se si per favore mi dica quali esami fare) oppure in merito alle mie sintomatologie posso stare tranquillo?

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con i famosi limiti del consulto a distanza e con visita neurologica negativa ritengo che la malattia possa essere esclusa.
Se il neurologo avesse avuto qualche sospetto avrebbe certamente richiesto un EMG, cosa che non ha fatto, per cui ritengo che possa stare tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille gentile dottore. Mi perdoni, a vedere che lo ha scritto mi è venuto in mente che l'elettromiografia me l'ha prescritta il neurologo ma era "elettromiografia con test ischemico per tetania" (effettuata al braccio sx) che è risultata comunque essere negativa.
Mi hanno spiegato però che si tratta di un altro tipo di elettromiografia che misura altre cose, giusto?

Grazie ancora

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se l'EMG è stata effettuata solo per la ricerca della tetania è diversa, molti elettromiografisti però effettuano prima del test ischemico l'esame classico.
Comunque, come Le dicevo precedentemente, il neurologo l'avrebbe richiesta in caso di sospetto.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 440XXX

Grazie gentile dottore, le aggiungo che ieri pomeriggio ho svolto un ulteriore visita neurologica che ha confermato non esserci problemi, adesso devo riuscire a stare sereno e superare questi sintomi che continuano a perseguitarmi...
Spero fortemente nella mia forza di volontà e nell'aiuto dello psicologo.

Grazie ancora

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 440XXX

Grazie ed anche a lei.

Mi scusi gentile dottore volevo chiederle un indicazione generica sulla sla, ho letto che uno dei primi sintomi riguarda la perdita di forza ed anche l'avvertire rigidità muscolare o nervi che si muovono da soli...
Siccome ho letto che la perdita di forza è il primo sintomo e la rigidità muscolare così come i nervi che pulsano sono conseguenze, può confermarmi questa cosa?
Glielo chiedo perchè nonostante le visite neurologiche senza riscontro di problemi io continuo ad avvertire nella gamba dx il quadricipide che tira durante il movimento ed un indolenzimento all'altezza nel collo del piede. Non ho però avuto problemi di calo di forza e vorrei capire di più.
A tal proposito ho comunque deciso di fare anche un elettromiografia, nonostante non mi sia stata prescritta.
Grazie della pazienza che sta avendo con me.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita neurologica negativa esclude la SLA, ulteriori dubbi e pensieri dopo la visita indicano uno stato ansioso, non so se riesco ad essere chiaro.
Per il resto non c'è una regola precisa, Le dico solo che il deficit motorio della malattia non corrisponde ad una debolezza soggettiva che avverte il paziente, tutto deve essere obiettivato dalla visita e questa "dice" che non si è riscontrato nulla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille gentile dottore, sicuramente sono in preda ad uno stato ansioso e come detto nei post precedenti mi sto facendo seguire da uno psicologo, ma queste sensazioni di nervi del quadricipide della gamba in tensione e che talvolta pulsano mi fanno preoccupare, spero che possa capire... Le farò sapere l'esito dell'elettromiografia. Mi può confermare che quest'ultima sarebbe comunque in grado di individuare tale malattia anche in uno stadio iniziale? Glielo chiedo perchè se così fosse una volta fatto quell'esame sarei molto più tranquillo anche a livello medico di averla esclusa definitivamente.

Grazie mille e buona notte

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, in uno stadio iniziale l'EMG può essere negativa.
Consideri che le linee guida internazionali non prevedono l'EMG con visita neurologica negativa.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore e mi scusi per le mie domande di senso confuso, ma a questo punto l'elettromiografia potrà quantomeno darmi una spiegazione sul dolore che sento al quadricipite della gamba dx (che avverto ormai da due mesi, nei quali è stato un crescendo di dolore ed intorpidimento), e sulle varie fascicolazioni che avverto su i 4 altri in generale? che siano dipesi da un problema muscolare o neurologico intendo...
Grazie per la pazienza

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, certamente, sul dolore può dare delle informazioni utili.
Lei mi aveva chiesto per la SLA però, ecco perché quel tipo di risposta.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille gentile dottore, quindi posso dedurre che se ci fosse un problema relativo a quella malattia che causa questa sintomatologia lo vedrebbero, giusto? Lei ritiene che la sintomatologia di dolore e tensione al quadricipite dal oltre due mesi possa essere ricndotta a qualcosa di specifico? la terrò comunque aggiornata sull' esito dall'esame. Cordiali saluti

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche un'origine lombare ci starebbe bene, statisticamente è la causa più frequente, ovviamente non è questa una diagnosi ma ci potrebbe stare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera gentile dottore, mi scusi, mi ero ripromesso di non disturbarla più fino alla risposta dell'EMG ma stanotte ho avuto una cosa che mi ha fatto preoccupare... mi sono svegliato ed avevo il braccio dx completamente percorso "come da scosse elettriche" che arrivavano fino alla punta delle dita intorpidendomi l'arto. è durato poco ma ho avuto molta paura. A cosa potrebbe essere dovuto?
In aggiunta continuo ad avvertire rigidità muscolare nella gamba dx con sensazione di animaletti che camminano sotto pelle, soprattutto alla coscia oltre che ad un senso di intorpidimento alla caviglia dx...
Volevo chiederle, secondo lei sono davvero tutte cose imputabili all'ansia o devo tornare a pensare alla sla (ho letto che alcuni dei sintomi iniziali sono proprio quelli della rigidità muscolare e la sensazione di animaletti sotto pelle)?
Per ultimo volevo chiederle, siccome il mio medico curante asserisce che in caso di sla si sarebbe visto qualcosa con la risonanza magnetica alla testa, ma lei in una sua risposta precedente mi aveva detto il contrario, potrebbe aiutarmi a capire? Anche su internet trovo pareri contrastanti...
Per favore mi risponda anche a queste tre domande...
Grazie mille e mi scusi per il continuo disturbarla.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"gli animaletti sulla pelle" non c'entrano nulla con la SLA perché è un sintomo sensitivo, altrettanto la sensaIone di scosse elettriche che, considerata la breve durata, è possibile sia stata causata da posture particolari assunte nel sonno.
La RM encefalica non è un esame di prima scelta per l'iter diagnostico della malattia per cui è normale l'esito negativo.

Le ripeto però che la diagnosi di SLA si fa con la visita, una visita neurologica negativa la esclude.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera gentile dottore, volevo comunicarle che l'EMG ha dato esito negativo. Adesso sono molto più tranquillo anche se continuo ad avvertire dolori qua e là nelle gambe e piccole scossette muscolari... Spesso mi sento tirare i tendini del collo del piede dx... Secondo lei a cosa potrebbe essere associato tutto questo?

Grazie mille

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i dolori non c'entrano con la SLA.
Per il resto potrebbe essere tensione nervosa o muscolare ma senza una visita questa è solo un'ipotesi.
L'EMG negativa? Me lo aspettavo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 440XXX

Grazie ancora gentile dottore, spero di non disturbarla più XD.

[#25] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera gentile dottore,

le scrivo per chiederle un consulto su una cosa che mi succede da venerdì notte, avverto come un dolore nel palmo della mano dx, soprattutto nell'intersezione tra pollice ed indice. Non ho problemi di coordinazione e/o forza ma dolore leggero, devo aggiungere che ho passato parecchie ore con il cellulare in mano la notte di venerdì ma non so se può bastare a causare dolore...
Ovviamente il mio cervello mi porta ancora a pensare a quella malattia ma con meno intensità di qualche tempo fa...
Volevo chiederle se poteva darmi una sua opinione... E' possibile che sia una piccola infiammazione?

Un altra cosa, e mi scuso per l'insistenza, il dottore che mi ha fatto l'EGM mi ha detto che l'esame copre 6 mesi, cosa può significare? Nel senso è riferito ai mesi precedenti o successivi? La cosa non mi torna molto...

Grazie mille

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Rilegga il primo rigo della replica #23 e curi l'ansia.
Le continue rassicurazioni la rafforzano.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 440XXX

Grazie mille, non avevo ricordato quel passaggio.

Per quanto riguarda la seconda parte della mia domanda, "Un altra cosa, e mi scuso per l'insistenza, il dottore che mi ha fatto l'EGM mi ha detto che l'esame copre 6 mesi, cosa può significare? Nel senso è riferito ai mesi precedenti o successivi? La cosa non mi torna molto..." mi saprebbe dare una chiave di lettura?

Buona giornata

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ciò che Le ha detto l'elettromiografista è poco chiaro, personalmente non lo comprendo, infatti l'esame può mettere in evidenza anche danni cronici risalenti ad alcuni anni fa ed ovviamente non può "conoscere il futuro", cioè i famosi prossimi sei mesi.....pertanto ritengo che la frase sia stata male interpretata o riferita ad un determinato contesto che non conosco.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 440XXX

Si infatti, probabilmente ho male interpretato le parole del medico.

Grazie mille gentile dottore.

[#30] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera gentile dottore, scusi la mia insistenza...

Volevo chiederle, siccome come le ho raccontato, ho dolori alla coscia dx ed alla mano dx (che mi partono dal polso prendendo soprattutto il pollice, l'indice e il dorso della mano stessa) mi chiedevo, nemmeno nelle primissime fasi di quella malattia si avvertono dolori?
Perchè se come dice lei avere rassicurazioni rafforzano l'ansia, per me è anche vero che non riesco a farmi passare questi sintomi...

Mi scusi ancora per l'insistenza.

[#31] dopo  
Utente 440XXX

Mi ero dimenticato, su consiglio del mio medico ho fatto una radiografia toracica. Mi hanno trovato: ipercifosi dorsale coni iniziali fatti artrosici con accennati osteofiti. Potrebbe essere anche questa la causa dei miei disturbi?

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"Volevo chiederle, siccome come le ho raccontato, ho dolori alla coscia dx ed alla mano dx (che mi partono dal polso prendendo soprattutto il pollice, l'indice e il dorso della mano stessa) mi chiedevo, nemmeno nelle primissime fasi di quella malattia si avvertono dolori?" ha visto che le rassicurazioni non servono a nulla, anzi rafforzano l'ansia? Questa domanda è un'ulteriore conferma.

Se non cura l'ansia non guarirà da queste paure.

Riguardo la radiografia, i reperti riscontrati potrebbero teoricamente giustificare almeno una parte della sintomatologia.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 440XXX

Ha ragione su tutta la linea, il mio problema è che finche ho dolori e quella sensazione di nervi che ballano sotto pelle principalmente sul lato dx del corpo, nn riseco ad accettare che sia solo un problema di ansia, nemmeno con l'aiuto della psicologa.
Con i limiti del consulto a distanza ma conoscendo quanto ho fatto ed i sintomi che ho, secondo lei che cosa potrei avere? Davvero solo stress?

[#34] dopo  
Utente 440XXX

Ha ragione su tutta la linea, il mio problema è che finche ho dolori e quella sensazione di nervi che ballano sotto pelle principalmente lato dx del corpo, nn riseco ad accettare che sia solo un problema di ansia, nemmeno con l'aiuto della psicologa.
Con i limiti del consulto a distanza ma conoscendo quanto ho fatto ed i sintomi che ho, secondo lei che cosa potrei avere? Davvero solo stress?

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non dico che i dolori siano di origine psichica ma che le paure che ha sono causate da un disturbo d'ansia che se non cura non passeranno facilmente.
Vede, un soggetto non ansioso con visita neurologica negativa e con la rassicurazione da parte del neurologo che non ha nulla di grave non pensa più malattie importanti, la differenza è tutta qui.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio gentile dottore, invece a proposito dei movimenti che sento, tipo nervi e/o muscoli (non riesco a capire cosa "si muova" anche se mi sembrano muscoli) che ballano, come faccio a capire se si tratta di fascicolazioni, mioclonie o miochimie?

Mi è stato detto che sono cose diverse e che non necessariamente sono sintomo di qualcosa di grave.

Glielo chiedo solo per capire come riconoscere le une dalle altre.

In sintesi io avverto questi movimenti sottopelle, a volte visibili anche ad occhio che si presentano in diverse aree del corpo, principalmente sul lato dx (coscia anteriore e posteriore e sul braccio). Generalmente durano poco a volte anche solo un "battito".

La ringrazio per la pazienza

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il paziente non può percepire la differenza tra miochimie e fascicolazioni, a volte è difficile anche per i medici.
Stia tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 440XXX

Grazie dottore, queste fascicolazioni o come si possono chiamare, possono essere indotte dall'ansia e dallo stress senza che ci siano altri fattori ben più gravi dietro?

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Diciamo che statisticamente è una delle cause più frequenti.
La stragrande maggioranza delle fascicolazioni sono benigne.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore, la volevo informare che nella giornata di mercoledì sono andato a parlare con il neurologo che mi visitò il 1 di Febbraio. Dopo aver visionato le risposte alle visite che ho svolto in questi due mesi (tutte risposte negative) mi ha rassicurato dicendomi che comunque le fascicolazioni o come vogliamo chiamarle, quasi mai sono presenti in quella malattia e che quando ci sono avvengono in stadi avanzati della stessa.
Mi ha detto di stare tranquillo e mi ha prescritto 18 giorni di Laroxil.

Vorrei farle due domande:

1) Anche lei può confermarmi quanto mi è stato detto sulle fascicolazioni?

2) Il Laroxil aiuta a toglierle o solo a dormire meglio?

Grazie mille

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Sì, allo stato iniziale quasi mai isolate, cioè senza altri sintomi e con visita neurologica negativa.

2. A dormire meglio sicuramente, ad abolirle è molto variabile.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 440XXX

Grazie per la spiegazione, mi ero dimenticato di dirle un'altra cosa riferita alle "fascicolazioni", mi ha detto il dottore che sono sempre isolate all'arto colpito dalla malattia e non sparse per tutto il corpo come capita a me... Anche questo le risulta?

Siccome la visita neurologica l'ho fatta l'1 di Febbraio, mentre queste "fascicolazioni sono comparse dopo un mese, lei pensa che dovrei sostenere una nuova visita neurologica?
Per "altri sintomi" a cosa si riferisce? Al classico diminuzione della forza e sgonfiamento dei muscoli o altro?
Per esempio io sento un intorpidimento al muscolo tra pollice ed indice della mano dx e leggero sulle dita stesse, in più rigidità muscolare sulla coscia dx... possono essere un sintomo o non c'entra niente?

Grazie mille

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"altri sintomi" mi riferisco a deficit di forza (e non a stanchezza di un arto) obiettivabile dal neurologo o ad atrofie muscolari.
Gli intorpidimenti non c'entrano nulla con la malattia, essendo questa solo motoria e non sensitiva.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente 440XXX

Salve gentile dottore, sto prendendo 5 gocce di laroxyl a sera da due giorni, ma ancora mi sveglio circa ogni 2 ore... Possibile che nemmeno questo medicinale riesca a farmi dormire?

Per quanto riguarda le fascicolazioni mi hanno detto che in caso di quella malattia prendono solo ad un arto e nn ovunque come capita a me, le risulta?

Grazie mille e buon a Pasqua

[#45] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ancora potrebbe essere prematuro attendersi effetti positivi dal laroxyl. Consideri che ogni soggetto ha una sua reattività individuale di risposta ad ogni farmaco.
Sulle fascicolazioni confermo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#46] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore, stavo rileggendo tutto quanto scritto in questi mesi... Ho elencato numerosi sintomi che si sono susseguiti finendo con questi movimenti involontari in tutto il corpo... Sinceramente ci capisco poco, lei crede che esista una patologia che li includa tutti?
Oppure si può trattare di sola ansia e stress?

Grazie e ancora auguri di buona Pasqua

[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se ha riletto tutto il consulto pare evidente che l'origine ansiosa sia la più probabile, l'avevo avanzata dalla prima risposta.
Ciò ovviamente non esclude problematiche cervicali e/o lombari.

Grazie, buona Pasqua anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore,

spero abbia passato buone feste, io alti e bassi. Mi sono rasserenato leggendo il suo ultimo commento e la ringrazio soprattutto per la pazienza che sta dimostrando nei miei confronti.
Le volevo dire che su consiglio di un amico dottore il 27 di questo mese passerò una visita Psichiatrica per capire se con l'ausilio di medicinali potrò uscire da questo circolo vizioso che continua a farmi pensare che nessuno si sia ancora accorto che io potrei essere davvero alla fase iniziale di questa malattia anziché stressato...

Volevo chiederle una cosa, sempre tenendo conto della validità di un consulto a distanza.

Lei crede possibile possa trattarsi di una fase iniziale di quella malattia?

Questo è quello che mi succede adesso:
- Movimenti involontari un po in tutto il corpo; mani, piedi, spalle e collo che scattano non troppo frequentemente però solamente quando sono seduto o srdaiato.
- Sussulti muscolari (non visibili ad occhio) soprattutto alla coscia dx.
- La notte nonostante il laroxyl mi sveglio all'incirca ogni 2 ore.

Grazie mille

[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non vedo elementi che possano fare pensare "quella malattia".

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno dottore, leggo solamente adesso la sua risposta, io mi ero preoccupato perché sapevo che le fascicolazioni (o comunque i movimenti sotto pelle, simili a guizzi) erano tra i primi sintomi insieme alla mancanza di forza e la spasticità dei muscoli...
Vero è che a me capitano solamente le fascicolazioni...

Perdoni lo stress ed il disturbo che le sto arrecando, avrei 4 domande sulla spasticità dei muscoli:

1) Viene sempre prima della debolezza?
2) E' visibile ad occhio nudo? Se si mi può descrivere come appare?
3) Quanto ci mette di solito un muscolo per sgonfiarsi,
anche poche ore o è una questione di giorni/mesi?
4) C'è qualche prova che posso fare per verificare che il muscolo sia integro e
funzioni bene?

Le chiedo questo perché adesso la mia mente si è fissata con il muscolo della mano dx tra indice e pollice... Quando scrivo sento incertezza nell'uso della mano stessa e la calligrafia ne risente molto...

Grazie mille

[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile rispondere alle Sue domande perchè gli eventuali fenomeni sono molto variabili da un soggetto all'altro.
Noto però che queste domande risentono molto di uno stato ansioso sottostante, nel senso che sembrano un sintomo di questa condizione, "adesso la mia mente si è fissata con il muscolo della mano dx tra indice e pollice.."
Se ha queste paure si faccia controllare dal medico curante o da un neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
Utente 440XXX

Ha ragione, infatti ho preso appuntamento con il neurologo che mi visitò a Febbraio. Purtroppo è molto impegnato e fino al 24 Maggio non potrà visitarmi....

Volevo chiederle due cose riguardo all'Elettromiografia:

1) Avendo io adesso queste "fascicolazioni" se facessi un elettromiografia, verrebbe fuori che le ho avute anche se nel momento dell'esame non si presentano?
2) Il fatto che potrebbero essere di natura ansiosa può non farle rilevare dall'Elettromiografia?

Grazie mille

[#53] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le fascicolazioni vengono rilevate dall'EMG solo se si manifestano durante l'esame ma non sono un segno della malattia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 440XXX

Grazie gentile dottore,

posso dedurre che in caso di sla, le fasciolazioni sarebbero persistenti e presenti, non si farebbero vive a momenti, giusto?

A me per esempio si verificano quando sono seduto o sdraiato (e sparse in giro per tutto il corpo), quasi mai in altri momenti.

Grazie per la pazienza

[#55] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Esattamente.
Dr. Antonio Ferraloro

[#56] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore, volevo chiederle, ho letto che la sla causa anche ipersalivazione, me lo può confermare?
Se si, avviene nei primi momenti o quando la malattia ha già fatto il suo esordio in maniera pesante?
Da questa notte ne ho molta e sono tornato a preoccuparmi...
Grazie mille

[#57] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Lei deve affrontare il disturbo ansioso che è quello prevalente nel Suo caso, altrimenti non risolverà il problema.
L'ipersalivazione non c'entra nulla con i sintomi iniziali della SLA.
Vede che chiedendo sempre rassicurazioni rafforza l'ansia e le Sue paure?

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#58] dopo  
Utente 440XXX

Ha ragione, ma in famiglia sono saturi dei miei "problemi mentali" e quando ho turbe, prima di fare ricerche su internet preferisco "rompere le scatole" a gente competente come lei sicuramente è... Però mi rendo conto che l'ansia sia davvero una brutta bestia e spero vivamente che la psichiatra mi sappia aiutare in tal proposito...

Cordialmente la saluto e la ringrazio

[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Infatti, si rivolga alla Sua psichiatra e segua le sue indicazioni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno dottore, le scrivo per dirle che ho iniziato la terapia con una psichiatra (circa da 6 giorni)... Sto avendo dei buoni risultati, infatti ho minore tensione muscolare, penso meno alle malattie ma avverto ancora "fascicolazioni" sporadiche ed ho frequenti risvegli notturni (circa ogni due ore di sonno).
Spero vivamente che il mio sia solo un problema di stress...

Le vorrei chiedere se a suo parere i "sintomi" che mi sono rimasti possono in una qualche maniere essere comunque ricollegati anche alla sla oppure no...

Grazie mille...

La terrò aggiornata

[#61] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

no, lasci perdere la SLA e stia tranquillo, continui la terapia che ha iniziato considerando che ancora è presto per vedere i benefici sperati. Mi pare però che siamo sulla buona strada.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#62] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio e le auguro buona giornata

[#63] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno gentile dottore, le volevo fare una domanda... Ogni volta che faccio sforzi con le braccia o semplicemente mi "stiro e/o distendo" i muscoli, sento "fascicolazioni", durano poco ma sono abbastanza insistenti...
Secondo lei da cosa può dipendere?

Grazie mille

[#64] dopo  
Utente 440XXX

Volevo aggiungerle che quanto detto sopra capita quasi sempre al tricipite del braccio dx... Solitamente quando sono seduto o sdraiato...

Inutile dirle che sono preoccupato...

[#65] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Preoccupato? E perché? Sono banali spasmi da sforzo o da tensione muscolare, in alcuni soggetti può accadere.
Continui a curare l'ansia piuttosto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#66] dopo  
Utente 440XXX

Sono preoccupato sempre per le mie turbe mentali (sempre meno frequenti, fortunatamente). Il fatto che mi si presentano in fase di riposo mi ha fatto pensare anche a me che siano solo frutto di stress o sforzo ma quello che mi tiene in ansia è proprio perché queste "fascicolazioni" sono concentrate per lo più nei muscoli che da quanto avevo letto erano i primi colpiti dalla sla... Ho letto anche che dopo questi disturbi la sla può esordire a distanza di anni, e per questo ogni tanto continuo a pensarci...

[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non vada a leggere in Rete notizie spesso non controllate e continui a curare l'ansia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera gentile dottore, le scrivo perché se vado a vedere su internet temo di piombare nuovamente nel caos... Da questa mattina mi accade spesso che il dito indice della mia mano sx inizi a tremare e muoversi da solo (in su ed in giù). Piccoli movimenti che però mi causano, oltre che difficoltà lavorative, anche un po' di pensiero...

Secondo lei a cosa può essere imputabile? Potrebbe essere la cosiddetta sindrome delle fascicolazioni benigne? Gli chiedo questa cosa perché tempo fa lessi proprio che le fascicolazioni benigne posso causare anche queste cose...

Grazie mille

[#69] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sono delle contrazioni muscolari da ipereccitabilità neuromuscolare compatibili anche con la sindrome delle fascicolazioni benigne.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#70] dopo  
Utente 440XXX

Oggi ne ho parlato con un mio amico dottore, mi ha detto che le mie paure secondo lui sono infondate perchè anche se è vero che tale sintomo può essere associato anche alla sla è anche vero che ci sono molte altre spiegazioni... Il fatto è che dicendomi così non mi ha tranquillizzato, anzi... Poi ha aggiunto che nel caso di sla si sarebbero dovuti vedere anche altri sintomi quali il calo della forza... Io però non mi spiego il motivo per cui continuo ad avvertire tutta una serie di sintomatologie che si possono riferire sempre e comunque alla sla, mai uno che non c'entri niente...
Le dirò, inizio ad essere seriamente preoccupato...

Questo 24 maggio avrò una nuova visita di controllo con il primario di neurologia di Pisa, spero mi possa aiutare a scongiurare questa mia paura...

Le pongo due domande:

1) Lei saprebbe dirmi quali esami fare per capire se ho la sindrome delle fascicolazioni benigne?

2) Pensando per assurdo che questi possano essere i sintomi iniziali della sla, dopo quanto dovrebbero verificarsi i deficit di forza?

Grazie mille

[#71] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Quali sono tutti questi sintomi che si riferiscono alla SLA?
"Mai uno che non c'entri niente".

Non esistono esami per diagnosticare la sindrome delle fascicolazioni benigne, la diagnosi è clinica e si fa per esclusione quando non si trovano cause note.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#72] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera dottore, volevo informarla che questa mattina ho svolto, su richiesta del mio neurologo, un esame di curva ammonio standard... Mi chiedevo, siccome non ho ancora avuto modo di chiederlo a lui (lo vedrò il 24 maggio), mi saprebbe dire a cosa serve? e se è anche previsto nei casi in cui si parla della sla?

Grazie mille

[#73] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'esame in questione è uno dei tanti per studiare la funzione muscolare e conseguentemente eventuali alterazioni ma non è un esame correlato alla SLA.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#74] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio vivamente, la saluto e la terrò aggiornata sulla situazione.

Saluti

[#75] dopo  
Utente 440XXX

Salve dottore, volevo aggiornarla sulla mia situazione.
Sto seguendo una terapia farmacologica per curare l'ansia, sono andate sparendo quasi tutte le sintomatologie fatta eccezione per fascicolazioni alla mano sx... Nel muscolo sotto al pollice ed in quello tra pollice ed indice... Tutto mi si manifesta dopo aver fatto sforzi o lavoretti prolungati con la suddetta mano...
Volevo chiedere un suo parere, nn ho cali di forza ne di coordinamento con la mano ma un po continuo a pensare alla sla, anche se in minima parte...

[#76] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da quanto tempo segue la terapia farmacologica per curare l'ansia e quali farmaci sta assumendo?
Dr. Antonio Ferraloro

[#77] dopo  
Utente 440XXX

Gentile dottore, sto facendo una cura a base di "mutabon mite 2 mg + 10 mg compresse" ho iniziato prendendo una pasticca alla sera e mezza alla mattina per circa 25 giorni, poi è da una decina di giorni che ne prendo una pasticca alla mattina ed una alla sera... Dovrò andare avanti così fino a meta luglio, poi nuovo incontro con la psichiatra.
Lei crede che quello che mi sta capitando sia possibile collegarlo alla sla?

[#78] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vede che con una terapia psichiatrica sono regrediti tutti i sintomi? L'origine era ansiosa, come Le avevo scritto più volte.

Per quanto riguarda le fascicolazioni Lei scrive "Tutto mi si manifesta dopo aver fatto sforzi o lavoretti prolungati con la suddetta mano..."
Le do la stessa risposta data al #65 "Sono banali spasmi da sforzo o da tensione muscolare, in alcuni soggetti può accadere".

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#79] dopo  
Utente 440XXX

Si è vero... La mia preoccupazione era dettata dal fatto che la sla spesso esordisce con delle "fascicolazioni"...
Onestamente non so come e perché ma fino a questo periodo non avevo mai sofferto di "fascicolazioni".
Le sento anche sulla palpebra e dentro all'orecchio dx...
Non mi prenda per pazzo... Sono il primo ad essere super soddisfatto di avere eliminato le altre sintomatologie ma proprio questa cosa delle "fascicolazioni" a volte vado in ansia... Secondo lei come posso essere certo al 100% che non siano dovute ai sintomi iniziali della sla?

Grazie mille

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

innanzitutto non risponde a verità che "spesso" le fascicolazioni sono il primo segno della SLA. A questo punto aggiungo che la stragrande maggioranza delle fascicolazioni sono benigne.
Certezza? Visita neurologica negativa.
A livello palpebrale non sono fascicolazioni ma miochimie, causate da stress e ansia. E le altre sono causate da sforzo o da particolari movimenti.
La invito però a non chiedere continuamente rassicurazioni perché sono un mezzo per allontanare la guarigione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
Utente 440XXX

Condivido quanto mi dice e sinceramente nella mia testa c'è ancora poco spazio per l'ansia e la preoccupazione... Per questo volevo chiederle se esiste un sistema per essere sicuri che le "fascicolazioni" che sento, (a volte ma di rado anche a riposo) siano di origine benigna?

Grazie per la cortesia dimostrata nei miei confronti

[#82] dopo  
Utente 440XXX

Condivido quanto mi dice e sinceramente nella mia testa c'è ancora poco spazio per l'ansia e la preoccupazione... Per questo volevo chiederle se esiste un sistema per essere sicuri che le "fascicolazioni" che sento, (a volte ma di rado anche a riposo) siano di origine benigna?

Grazie per la cortesia dimostrata nei miei confronti

[#83] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Le ho già risposto, la visita neurologica negativa.
Dr. Antonio Ferraloro

[#84] dopo  
Utente 440XXX

Capisco, quando però queste contrazioni muscolari mi si verificano a riposo, tipo spesso le sento dentro l'orecchio sx o negli arti, devo preoccuparmi o sono sempre e comunque di origine benigna?
E' possibile che io soffra di fascicolazioni benigne senza averne mai sofferto prima d'ora? o E' piuttosto tutto imputabile allo stress a cui sono stato sottoposto recentemente?

[#85] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Entrambe le condizioni che cita sono possibili.
Dr. Antonio Ferraloro

[#86] dopo  
Utente 440XXX

Salve gentile dottore, le scrivo per informarla che a distanza di tempo, il mio problema si è quasi completamente risolto.

Sto facendo una cura con una Psichiatra che mi ha prescritto il Mutabon da prendere due volta al giorno, mattina e sera. Mi restano ancora sporadiche fascicolazioni al braccio dx, in prossimità del tricipite. Ultimamente mi sono anche messo a dieta ed iscritto in palestra ed ho notato che sento più la stanchezza ma credo che sia un sintomo di queste nuove cose.

Mi sento sereno ed oggettivamente più leggero.

Confido vivamente di non ricadere più in periodi del genere che oltre a far male a me hanno portato problemi in tutta la mia famiglia.

Saluti e grazie

[#87] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa enorme piacere che il Suo problema si sia quasi completamente risolto.

La ringrazio per questa testimonianza che è davvero molto utile a molti lettori terrorizzati da questa malattia.
La maggioranza non accetta di andare dallo psichiatra (non capisco perché), quei pochi che accettano il consiglio di effettuare una visita psichiatrica poi non assumono i farmaci prescritti per cui vanificano anche la visita.

Per questo motivo la Sua esperienza può essere davvero preziosa.

Grazie ancora e auguri
Dr. Antonio Ferraloro