Utente cancellato
Buonasera,

gentili dottori vi scrivo per un dubbio che mi è sorto e vorrei capire se esista possibilità o meno del pensiero di cui mi sono persuaso.
Sostanzialmente quando guardo il cielo (ma in generale quando guardo regioni chiare e luminose) vedo come una immagine puntuale sfocata (come una goccia d'acqua su un vetro) nel campo visivo. Ho svolto diverse visite oculistiche di controllo nella vita e i vari specialisti han sempre detto che non c'era evidenza di nulla e che poteva essere (non ricordo il nome della “patologia” ipotizzata) ma qualcosa di comunque innocuo.
Pensandoci recentemente, mi sono accorto di una cosa particolare: questo problema mi è sorto all'età di 5-6 anni, proprio dopo un trauma al cranio subito in regione della fronte (sono caduto da una altezza di 1 metro e 50 cm senza svenire colpendo sul pavimento), però devo dire che è stato un trauma forte.
Quel che mi piacerebbe chiedervi è se dal punto di vista neurologico, in TEORIA, può un problema ottico del genere essere ascrivibile a un post trauma al cranio oppure no? E se si quale esame di solito è consigliabile (RM Encefalica o altro più specifico) per porre diagnosi?

Mi piacerebbe farmi un'idea,
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in generale e teoricamente un trauma cranico potrebbe causare problemi oculistici, ovviamente dipende da tanti fattori (tipo di trauma, entità, strutture colpite, ecc.).
L'esame di elezione può essere la RM encefalica con particolare studio delle vie ottiche ma può anche essere negativo se il problema è funzionale.
Le ripeto che questa è solo una risposta molto in generale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
444331

dal 2017
Grazie dottore, mi parlava piu che altro di danni delle vie ottiche (nervi ottici?). Ma il problema è solo delle vie ottiche in tali tipo di trauma o anche potrebbe essere del cervello stesso che crea artefatto visivo (es:sfocature ecc.)?

Sempre parlando per massimi sistemi e non del singolo caso.

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per vie ottiche non intendo solo i nervi ottici ma tutte le strutture che "comandano" la visione, anche encefaliche posteriori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
444331

dal 2017
Grazie per la precisazione...

Tornando al mio caso:guardi dottore io feci l'anno scorso una RM Encefalo per un altro evento ed essa risultò negativa (non danni riferibili a trauma e non gliosi ecc.)
Le volevo chiedere, ma questo danno funzionale può essere evidenziato con RM funzionale oppure ad oggi non esiste?

Chiedo per vedere se richiedere de visu un parere al neurologo.

La ringrazio

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le rispondo sempre in generale, la RM funzionale potrebbe essere utile nell'evidenziare una problematica funzionale ma potrebbe anche non rilevare nulla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
444331

dal 2017
Ho compreso Dottore :)

Ma la RM encefalo che eseguii è sufficiente ad escludere danni organici anche se non fu eseguita "con particolare studio delle vie ottiche", oppure non studiando queste vie ottiche la RM ENCEFALO (classica senza contrasto) che feci non è sufficiente ad escludere danni alle vie ottiche?

Nuovamente.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ritengo che possa essere sufficiente, le vie ottiche vengono sempre studiate.
Perché aveva fatto l'esame?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
444331

dal 2017
Gentile Dott.Ferraloro,

era stato svolto perché da passeggero di un amico fummo tamponati violentemente e dopo l'accaduto provavo un certo senso di storidimento dopo due mesi dall'accaduto. Il medico di base mi inviò da neurologo e da li conseguì RM che risultò negativa. In realtà non volevo svolgere l'esame ma fui convinto dal fatto che non si trattava di raggi ionizzanti e quindi non "nocivi" per l'organismo, stanto alle attuali ricerche (ovviamente), mentre per la colonna si dovette fare RX,e il problema era proprio lì.
--
PS: Dottore, una curiosità nata da una sua risposta e mia ignoranza: le aree cerebrali deputate alla vista sono quelle encefaliche posteriori mi diceva. Ma solo quella zona o anche altre parti del cervello sono deputate alla vista (e sua decodifica)?
Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'area visiva è nella porzione posteriore del cervello, area calcarina, ma il processo è estremamente complesso e coinvolge anche altre strutture in una rete neuronale molto complessa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
444331

dal 2017
Grazie per aver risposto anche alla mia curiosità, è davvero molto disponibile.

Ricapitolando la discussione mi trovo in dubbio sul da farsi: come le dicevo noto questo puntino sfocato (in realtà non sempre sempre presente) se guardo oggetti chiari e luminosi, mi diceva che potrebbe trattarsi comunque in via TEORICA di un problema funzionale avendo in effetti subito frte trauma in età infantile. Se però andassi da un neurologo con questo unico sintomo e RM encefalica datata un anno negativa temo non prenda in considerazione l'idea di RM funzionale. Lei cosa consiglierebbe Dottore?

Buona serata.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Personalmente mi fermerei qui, andare avanti negli accertamenti per poi fare cosa?
La RM encefalica è normale, gli oculisti l'hanno rassicurata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
444331

dal 2017
Grazie per il suo parere che seguirò,
"La RM encefalica è normale, gli oculisti l'hanno rassicurata."
Chiedevo se andare avnati per vedere questa RM funzionale e vedere se vi era danno funzionale, però a livello pratico forse non avrebbe senso in effetti...
-----
Mi piacerebbe precisare una ultima cosa con Lei che è stato così gentile, dettaglio a cui non avevo fatto riferimento precedentemente: questa sfocatura la ravviso da un solo occhio.
Se la sfocatura e l'artefatto visivo è in un solo occhio può teoricamente far escludere "danno neurologico" propendendo più per quello oculistico, oppure può accadere che il problema si presenti da un solo occhio anche neurologicamente parlando?
In parole povere se c'è un danno che crea prolema visivo questo si ravvisa nella vista di entrambe gli occhi o si può presentare anche in solo uno di essi?

Grazie mille ancora.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche neurologicamente il problema può essere a livello di un solo occhio o di entrambi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
444331

dal 2017
Grazie Dottore.
E' stato chiarissimo e disponibilissimo a fugare tutti i miei quesiti.

Davvero preparato e "umano", non posso che ringraziarla di cuore.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro