Utente cancellato
Buongiorno ho effettuato una visita neurologica su consiglio della mia dottoressa per un intorpidimento del braccio sinistro che dura da mesi. Dopo la visita mi è stata consigliata una risonanza magnetica con mdc e potenziali evocati per poi rivederci per un controllo. Durante la visita non mi è stato detto molto se non che i riflessi erano vivaci Ho eseguito una risonanza magnetica encefalo e cervicale che non rileva nulla secondo lei è davvero necessario fare i potenziali evocati? E soprattutto in cosa consistono esattamente?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
in relazione alla negatività da Lei ha riferita della Risonanza Magnetica a carico del rachide cervicale, vedrei molto più indicato, per studiare una sintomatologia di parestesie all'arto superiore, di praticare un esame elettromiografico. Lei non ha specificato quali Potenziali Evocati le siano stati prescritti (se visivi, uditivi o somato-sensoriali), potrei ipotizzare questi ultimi in base alla sintomatologia descritta. I potenziali evocati somatosensoriali valutano la trasmissione dello stimolo a livello del sistema nervoso centrale (midollo e cervello), mentre l'EMG la valuta a livello dei nervi periferici. Il disturbo da lei lamentato potrebbe essere a partenza da uno dei nervi dell'arto superiore (radiale, mediano e ulnare).
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
462319

dal 2018
Grazie per la risposta si in effetti sono i potenziali evocati somaro sensoriali arti superiori e inferiori. Ricordo di aver chiesto se fosse meglio l'EMG ma mi è stato risposto che con quella non si vede il midollo