Utente 476XXX
Gentili dottori buonasera,
Alla 39esima settimana della mia seconda gravidanza sono stata ricoverata due giorni per ipertensione manifestatasi solo alla fine. Il terzo giorno mi è stata praticata l’induzione in quanto da ore avevo rotto le acque ma non avevo contrazioni e la pressione iniziava a risalire. Ho optato per l’anestesia epidurale dopo una lunga mancata dilatazione e conseguente dilatazione manuale. Assecondo la fase espulsiva, ma, durante l’ultima spinta, non so più dove mi trovo e mi chiedo tra me e me cosa sto facendo e chi sono quelle persone, inoltre sopraggiunge una improvvisa epistassi...ritorno in me in breve...questa esperienza mi preoccupa quando ci penso e mi chiedo se potrebbe essere un segnale di qualche patologia...grazie in anticipo per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

ritengo probabile che l'episodio riferito non sia attribuibile a problematiche neurologiche, più probabile invece che sia stato causato dallo sforzo fisico, dallo stress del parto e/o dall'ipertensione arteriosa.
In ogni caso, considerato che a distanza non si possono dare certezze, sarebbe preferibile effettuare una visita otorino per l'epistassi ed una visita neurologica, entrambe a scopo precauzionale e per Sua tranquillità.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro