Utente 505XXX
Buon giorno,
Sono un ragazzo di 34 anni, da due giorni mi sono accorto di avere delle fascicolazioni non dolorose ad entrambi i polpacci e da stamane (un giorno dopo l'inizio delle fascicolazioni)la sola gamba sinistra dala caviglia al quadricipite è leggermente addormentao.
La cosa mi sta destando ansie perchè mi sembrano da prime ricerche su internet i sintomi iniziali della sla, so che non si può fare una diagnosi così con facilità, ma vorrei sapere possoni essere i primi sintomi di sla? Se no cosa potrebbe portare questi sintomi?
Grazie
Luca

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Luca,

l'addormentamento di un arto non può essere un sintomo di sla in quanto è un sintomo sensitivo e non motorio.
Inoltre la stragrande maggioranza delle fascicolazioni è benigna.
Utile indagare la colonna lombosacrale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 505XXX

La ringrazio per la celerità nella risposta, avrei un paio di domande e precisazioni da fare.
Il giorno prima dell'inizio dei sintomi ho passato circa 9 ore in auto per lo più alla guida, potrebbe essere questa una causa scatenante del problema?
Cosa intende per motorio e non sensitivo? Quando parlo di gamba parzialmente addormentata intendo che questo implica un leggero disturbo anche nel muovere la gamba , senza impossibilitare il movimento ma dandomi comunque una sensazione di maggiore difficoltà.

Grazie mille per il supporto e le risposte.
Luca

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Luca,

nove ore di automobile potrebbe essere una causa.
Sintomi sensitivi sono quelli che si avvertono come disturbi della sensibilità, cioè addormentamento, formicolii, sensazioni varie.
Sintomi motori causano difficoltà di movimento.
Comunque non c’è nessun sintomo di sla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 505XXX

Grazie dottore,
Questa sera andrò dal mio medico di base e nei prossimi giorni quando avrò una diagnosi certa la posterò su questa pagina a beneficio dei prossimi lettori.

Buona giornata

Luca

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene.

Buona giornata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 505XXX

Salve dottore,
Mi scuso se sto ancora qui a tediarla, ma quello che stamane mi sembrava torpore ora si è trasformato in stanchezza soprattutto nel quadricipite sinistro ma anche leggermente nel destro.
Volevo chiederle, lo scorso anno per colpa di un epitrocleite cronica ho fatto un elettromiografia al braccio destro, se avessi avuto una malattia importante come la SLA si sarebbe notato qualcosa?

Mi scuso davvero tanto se la sto bombardando di domande e mi comporto da ipocondriaco, ma vedere i miei muscoli muoversi senza il mio controllo mi ha mandato un poco in ansia...

Grazie
Luca

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una qualsiasi malattia che insorga ora è normale che un anno fa non ci fosse.
Le ho già detto che non ha nulla che faccia pensare alla sla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 505XXX

Grazie per le risposte celeri e puntuali.
Mi ha tranquillizzato.
Buona serata
Luca

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, mi fa piacere per averLa tranquillizzata.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 505XXX

Salve dottore,
Ieri sono stato dal medico di base che mi ha prescritto del SIRDALUD compresse 2mg, con una dose di 1 compressa prima di andare a dormire.
Ieri l'ho presa ma niente, le fascicolazioni persistono, anzi da ieri sera ho una sensazione di torpore alle gambe, entrambe.
So che sono finito nel tunnel dell'ansia e che questo non mi fa bene e so che mi ha già risposto ma mi permetto visto il modificarsi dei sintomi di ripeterle qualche domanda.

Fascicolazioni continue senza interruzioni sulle gambe con un ritmo elevato e gambe indolenzite/pesanti/stanche possono essere un segno di una malattia importante come la SLA?

Vorrei anche chiederle se pensa che un miorilassante come la Tizanidina serva a far smettere le fascicolazioni ed il torpore.

lo scorso sabato mattina ho fatto il viaggio di 9 ore in auto ho bevuto circa 700ml di una bevanda stimolante, potrebbe questo aver causato le fascicolazioni insieme al viaggio? e se è stato così non dovrebbero smettere in breve una volta smaltito l'eccitante e la stanchezza?

Un ultima cosa, se la cosa non dovesse risolversi nel breve e volessi interrompere questo stato di ansia con una prova scientifica che esame dovrei fare per escludere la SLA?

Dottore, mi scuso per le tante domande e magari anche per la stupidità di quest'ultime ma cerco solo di trovare risposte ai dubbi e alle preoccupazioni che mi si affollano in testa.
La ringrazio
Luca

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Luca,

la ricerca continua di rassicurazioni è tipicamente un sintomo ansioso, le continue rassicurazioni da parte dei medici invece hanno la capacità di rafforzare l’ansia, non la estinguono se non nell'imediatezza e Lei ne è un esempio.
Comunque, non esistono terapie specifiche per le fascicolazioni che, ripeto, sono quasi sempre benigne. A volte qualche molecola dimostra efficacia ma di solito non rispondono ai farmaci.
Possono persistere per settimane e mesi, talora anche anni, restando sempre benigne.
Più che un esame per escludere la malattia che teme è maggiormente indicata la visita neurologica, essendo prevalentemente una diagnosi clinica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 505XXX

Buon giorno dottore,
Effettivamente ero in un forte stato d'ansia qualche giorno fà e ora (anche se l'ansia non è completamente scomparsa) vorrei cercare di indagare in tutte le direzioni per poter eventualmente capire cosa mi sta portando queste fascicolazioni.
Mi sono ricordato che prima dell'estate per un dolore/fastidio sordo ad un testicolo l'urologo mi ha consigliato una visita dal fiseoterapista per una sospetta neurite ileo inguinale destra, visita che non ho ancora fatto perchè durante le vacanze il fastidio è passato.
Volevo chiederle se questo va nella direzione di indagare la colonna lombosacrale o se sono due cose completamente diverse.
Se per indagare la colonna lombosacrale il fiseoterapista è il giusto specialista o devo rivolgermi ad un diverso specialista.

Al momento i miei sintomi non includono dolori alla schiena ma solo fascicolazioni che in 7 giorni non hanno mai smesso un istante ad entrambi i polpacci.
Buona giornata
Luca

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le due ipotesi sono diverse, per indagare la colonna lombosacrale è sufficiente una RM e una visita anche dal medico curante, meglio se da un neurologo.
Consideri che spesso per le fascicolazioni non si trova una causa precisa ed in tal caso si parla di sindrome delle fascicolazioni benigne.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 505XXX

Grazie mille per la risposta.
Avrei una domanda sulla sindrome delle fascicolazioni benigne.
Ho capito che non esiste ancora una spiegazione a tale sindrome, quello che non ho capito è se è indifferente il tipo di fascicolazioni e landurata.
Ad sempio non ho capito se per questa sindrome siano contemplate sia le fascicolazioni localizzate e quelle generalizzate.
Il mio caso con fascicolazioni localizzate ai soli polpacci che non si fermano nemmeno per brevi periodi di tempo ma che sono continue da 8 giorni può rientrare dalla sua esperienza in questo tipo di sindrome?
Grazie ancora
Luca

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, non c’è fondamentalmente una tipologia che possa differenziare le varie forme di fascicolazioni, nè la durata né la localizzazione, almeno come concetto generale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 505XXX

Gentile dottore,
Le mie fascicolazioni sono come queste:
https://youtu.be/JZcaulFGb1I
Quello che le vorrei chiedere e se nella sua esperienza di neurologo ha avuto a che fare con un caso come il mio di fascicolazioni che non si interrompono mai e che sono localizzate, e alla fine si sono rilevate sfb o qualche problema legato alla colonna lombosacrale?
Grazie

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ho avuto di questi casi, certamente, ma ogni paziente è diverso da un altro, ha le sue peculiarità e la sua individualità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro