Utente 471XXX
Buonasera,
chiederei la gentilezza di chiarire il testo del seguente referto

ESAME: MR\PR\OT - RM Rach. Lombo Sacrale
Esame eseguito con apparecchio superconduttivo ad alto campo da 1.5 T.
Discopatia degenerativa con modeste protrusioni discali a livello degli spazi L3-L4 ed L4-L5.
Normale morfologia e intensità di segnale degli altri elementi intersomatici.
Pervietà dei forami di coniugazione.
Non alterazioni a carico delle articolazioni interapofisarie.
Canale vertebrale di ampiezza regolare.
Non alterazioni del cono midollare e delle radici nervose.

Non sono a richiedere ovviamente diagnosi, in quanto è limitato e limitante attraverso lo strumento informatico.
La domanda che pongo è il chiarimento su questa asserzione "Pervietà dei forami di coniugazione", significa che i forami di coniugazione sono liberi da ostacoli, dunque dalle protrusioni discali L3-L4 e L4-L5 che non intaccano gli omologhi nervi che attraversano i relativi forami?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
lei ha formulato la domanda in modo pertinente, infatti la pervietà dei forami di coniugazione sta esattamente ad indicare che non vi è estrusione del materiale discale tale da creare conflitto con la radice corrispondente ai livelli segnalati L3-L4 e L4-L5. Può stare tranquillo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Gentilissimo Dottore,
La ringrazio per il Suo cortese e tempestivo riscontro.

Mi permetto di approfittare ulteriormente della sua gentilezza per chiederle, premettendo di comprendere una sua difficoltà nel rispondermi dato le riserve di un consulto a distanza, se ritiene un eventuale quadro doloroso in zona lombare, gluteo (dolore trigger point zona alezza poliforme) e parestesia fra il I e II dito piede dx, da ascriversi a questo punto ad altra natura.

I disagi sono coincisi con un cambio lavorativo e di sedia che ho trovato subito molto scomoda e non ergonomica. Prima della parestesia e della risonanza pensavo a problemi di natura muscolari.

Grazie e buona serata

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Innanzitutto la ringrazio per la cortese recensione; poi, per avere l'esatta definizione del problema diagnostico, potrebbe eseguire un elettromiogramma a carico dell'arto inferiore destro, ovviamemte previo una valutazione da parte di un Neurologo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it