Può essere un problema neuologico?

Salve sono una ragazza di 23 anni e da 4 anni, non sono ancora riuscita a scoprire il mio problema. Cercherò di essere il più breve possibile nel raccontarvi il mio escursus.Dunque tutto è iniziato quando sono parita in un'altra città per motivi di studio,il primo problema chè mi si presento fù quello di gonfiore alle mani,con la comparsa di un rossore ma non si trattava di ponfi,più che altro assomigliava ad un eritema solare.Questo problema si presentava circoscritto alle mani e a volte sul petto.In seguito questo problema scomparve.Cominciai poi a soffrire di crisi respiratorie,fui ricoverata e per prima cosa mi sottoposero a test allergici,perchè pensarono immediatamente a un'allergia alimentare. I test risultarono tutti negativi, ma durante la mia permanenza in ospedale, nonostante le alte dosi giornaliere di cortisone la mia temperaura corporea oscillava tra i 37/37,5 e i linfonodi del collo si ingrossarono fui sottoposta a molteplici analisi ma tutto risulto nella norma e mi dimisero. Mi rivolsi quindi a un omeopata il quale mi disse che si trattava di intossicazione da latte vaccino e per ciò mi diede una cura disintossicante,però dopo un mese dall'assunzione, per due notti di seguito mi sentii malissimo,infatti dopo l'assunzione del farmaco mi vennero forti fitte alla testa con un senso di torpore alla bocca e nella guancia.
Corsi dal medico il quale mi disse che si tratava di un effetto collaterale e interrupi la cura!! da questo momento sembrava mi fossi ripresa trascorsi la stagione estiva serena,finchè durante un viaggio si ripresento il soffocamento che da come l'ho descritto ai medici e tale e quale a una crisi allergica,ma in questo caso ero sicura che non lo fosse perchè erano già 4 ore che non mangiavo nulla.Quindi andai dal mio nuovo medico specializzato in psichiatria il quale mi disse che soffrivo di depresione e attacchi di panico quindi ho iniziato da circa 2 mesi una cura con sereupin e xanax, ma ho nuovamente e sempre più frequentemente, forti mal di testa e ora mi capita a volte di avvertire tremore alle mani e alle gambe, e poi ho una stanchezza non normle direi per una ragazza di 23 anni basta che faccia un paio di metri per esempio e avverto subito la necessita disedermi. Io sono anche una portatrice sana di anemia e penssavo che la stanchezza dipendesse da qualche valore basso quindi ho ripetuto le analisi che continuano a dirmi che vanno bene, ma scusate la sideremia a 53 è normale! TUTTI QUESTI PROBLEMI POTREBBERO DIPENDERE DA UN PROBLEMA NEUROLOGICO?per favore datemi dei chiarimenti sono stanca di prendere faramaci senza risolvere il problema.grazie
[#1]
Dr. Massimo Muciaccia Neurologo 826 19
Cara ragazza,

non è semplice esprimere un parere, in un caso un po' complesso, senza visita e colloquio diretto. Molti dei sintomi descritti potrebbero dipendere da un disturbo d'ansia con somatizzazioni; inoltre probabilmente hai una personalità sensibile e forse un po' suggestionabile (non è facile trovare pazienti che manifestino effetti collaterali ai medicinali omeopatici!!). Tuttavia è opportuno escludere eventuali allergie (non solo alimentari) con appositi tests ed effettuare un accurato esame neurologico (per valutare il facile affaticamento). Infatti esiste una "sindrome da stanchezza cronica" caratterizzata da stanchezza protratta associata a sintomi non specifici quali: cefalea, dolori muscolari, disturbi del sonno, mal di gola ricorrente, febbricola, difficoltà di concentrazione, ecc. I sintomi si protraggono per almeno 6 mesi, ma spesso durano anni. Consiglierei pertanto di richiedere una nuova valutazione allergologica ed una visita neurologica.
Cordiali saluti ed auguri.

DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
salve, gentilissimo dott.anzitutto la ringrazio per la sua gentile risposta.
Volevo poi informarla che ho effettuato una visita neurologica nella quale il medico ha dato poca importanza alla cura che io sto seguendo e alla mia continua stanchezza.
Il medico si è soffermato principalmente sui miei mal di tetsa che cntinuano ad essere sempre più frequenti.
Mi ha quindi prescrito una risonanza magnetica.
Ora volevo porre alcune domande a lei:
1)è possibile vedere da una risonanza magnetica se la paziente soffre di depressione?
2)una persona affetta da depressione minore capisce da sola quello che le sta succedendo?
3)medicinali come quelli che assumo io (sereupin) a lungo andare tendono a gonfiare?.
Infine volevo raccontarle un ultimo episodio che mi è capitato:circa una settimana fà sono tornata in paese solitamente quando torno sprizzo tanta felicità,perchè come ho gia detto studio lontano dal mio paese,dunque dopo due giorni che son tornata mi sono chiusa in me stessa, mi ha assalita una voglia pazzesca di non alzarmi più dal letto, e il mio pensiero più frequente era quello di non voler più vivere anzi più che altro stancadi vivere, non volevo più uscire ecc.. poi invece ho deciso di ripartire ma la situazione non è cambiata di molto ho sempre molto sonno poco appetito molta stanchezza fisica che mi distrugge,e per di più il mio mal di testa e diventato giornaliero.
Mi scuso per essermi dilungata e aspetto con ansia una sua risposta la ringrazio.
cordiali saluti
[#3]
Dr. Massimo Muciaccia Neurologo 826 19
Cara ragazza,

in risposta ai tuoi quesiti, ti comunico quanto segue:
1) la depressione non si vede alla RMN encefalo.
Tale esame è stato richiesto, giustamente, per le frequenti cefalee; tuttavia verosimilmente risulterà negativo.
2) una persona depressa si rende conto del disturbo, tuttavia in alcuni soggetti la depressione si manifesta prevalentemente con sintomi somatici (ad es. cefalea, dispepsia, lievi vertigini, dolori muscolari, astenia, ecc.). A tal fine si utilizza spesso la frase "depressione mascherata" per indicare che la depressione dell'umore si nasconde tra i sintomi apparentemente fisici. In questa evenienza risulta più difficile per il paziente riconoscere il proprio disturbo depressivo.
3) Il Sereupin ed altri farmaci simili possono portare ad un aumento di peso, prevenibile con un po' di dieta equilibrata.

Cordiali saluti ed auguri.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve gentilissimo dott.Muciacccia
la ringrazio per la sua articolata risposta molto esaudiente, ora non sò se sarò indiscreca ma la pregherei di esprimere un giudizzio approposito del mio caso, e dei disturbi che lamento,secondo lei potrebbe essere una depressione, i sintomi da me lamentati a che patologia sono riconducibili?
la ringrazio e nuovamente cordiali saluti.
[#5]
Dr. Massimo Muciaccia Neurologo 826 19
Cara ragazza,

non è possibile effettuare diagnosi attendibili online.
Comunque potrebbe essere in atto un disturbo depressivo, sebbene la terapia con Sereupin + Xanax dovrebbe risolvere tale problema.
E' pertanto necessario completare gli accertamenti strumentali già richiesti ed eseguire alcuni tests psicodiagnostici quali MMPI, SCL-90, ecc.
Tanti cordiali saluti ed auguri.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa