Utente
Salve, scrivo per chiedere un informazione.
In data 14 luglio mi sono svegliata con un dolore all'occhio destro soprattutto nei movimenti più esterni ed in particolare verso il naso e verso l'alto. Il dolore è simile ad una corda che tira dietro l'occhio (tra palpebra e sopracciglio, ma molto interno, come fosse dietro il bulbo) e vista solo da quell'occhio offuscata.
Ho aspettato ancora 2 giorni prima di accedere in pronto dove mi ha vista un'oculista.
Ha riscontrato un po di congiuntivite allergica (non mi ha mai lacrimato l'occhio), calo visus a 8/10, pressione normale e programmato una serie di esami e consulto in neurofisiologia. Ho effettuato Pev negativi, visita ortottica con esami negativi, ma campo visivo molto ridotto area sinistra dell'cchio, consulto otorino negativo, consulto neurologico con richiesta di rmn con e senza contrasto.
Effettuata in data 19/07 con esito normale tranne per questa frase:

"Piccola alterazione iperintensa nelle sequenze T2 Flair si apprezza in corrispondenza del tronco del corpo calloso sul versante di destra ed in sede sottocorticale al giro inferiore del lobo frontale di destra con caratteristiche aspecifiche".

Premetto che avevo già effettuato una rmn encefalo 6 anni fa per emicranie con nessuna alterazione. Purtroppo l'oculista che mi ha vista dopo la rmn non ha chiesto ulteriore consulto neurologico e mi ha solamente riprogrammato un campo visivo dopo 2 settimane.
L'occhio purtroppo non ha ancora nessun miglioramento se non che è peggiorato il dolore.

So che è difficile a distanza, ma innanzitutto, cosa potrebbe significare il referto della rmn? L'oculista non mi ha dato spiegazioni.. dovrei proseguire con oculista o neurologo? Grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le due minute alterazioni riscontrate alla RM encefalica sono state giudicate dal neuroradiologo aspecifiche, cioè non indicative di una condizione particolare, tuttavia le immagini dell’esame devono essere visionate direttamente dal neurologo, specialista a cui La invito a rivolgersi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto per la risposta cosi celere.

Secondo la sua esperienza questo dolore cosi improvviso da che cosa potrebbe essere causato e su che tipi di farmaci potrei orientarmi per tentare di farlo diminuire un po?

Grazie infinite

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

questo non si può stabilire a distanza.
Riguardo eventuali farmaci, vanno prescritti dopo una diagnosi corretta che Lei non ha ancora.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro