Utente
Buonasera dottori,
Vi scrivo perché é ormai un po’ di tempo che presento questa situazione: dolore sopra la testa nella parte sinistra. Premettendo che è sorto nei giorni in cui sono stato stato in vacanza, periodo in cui ho viaggiato molto e mi sono stancato parecchio a volte dormendo poco. Oggi, mi si ripresenta dopo aver fatto un viaggio in macchina di rientro e non ho dormito molto perché è stato di notte. Il dolore prende come delle fitte nella parte sinistra della nuca, seguite da qualche secondo/minuto di riposo. Non è continuo, quindi ci sono giorni in cui non l’ho avuto. A volte mi prende anche alle tempie, però persiste nella zona sinistra. La cosa che mi preoccupa è che ho notato che da un po’ di tempo (prima che fosse insorto questo mal di testa) sbaglio anche a parlare, mi spiego, pronuncio le parole nel modo sbagliato e mi intreccio spesso. Questo ovviamente mi fa pensare che dietro ci siano cause molto brutte. Voi cosa ne pensate di questa situazione? Dovrei rivolgermi ad uno specialista? Vi ringrazio della disponibilità, aspetto un vostro parere.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo,
dalla tua descrizione desumo che tu stia presentando degli attacchi di emicrania che, sia prima di iniziare che quando arrivano al loro acme, possono associarsi anche a disturbi temporanei della parola. Rivolgiti al tuo medico curante, il quale ti prescriverà una terapia o se lo valuterà necessario di inviarti a visita specialistica
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore della celebre riposta. Seguirò il suo consiglio. Quindi (con la limitazione del consulto a distanza) posso stare tranquillo riguardo le patologie di maggiore importanza ? Grazie ancora

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Dalla tua descrizione si può ipotizzare quel che ti ho scritto nella risposta precedente. E' ben ovvio che la maggiore rassicurazione potrai riceverla solamente a seguito di una regolare visita.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Certo capisco, grazie ancora dottore. Stanotte ho dormito di più e per ora oggi non ho dolore

[#5] dopo  
Utente
Slave dottore, le scrivo per via di una sensazione che provo da un certo periodo. Ultimamente, mi capita di avere un formicolio sopra la testa, un senso di intorpidimento che dura qualche secondo. A questo, si aggiungono altre piccole problematiche come la difficoltà nel trovare le parole quando mi esprimo, a volte nel dimenticare alcune cose, e perfino nel maneggiare oggetti durante l’uso quotidiano (ad esempio aprire un pacchettino di plastica). Sto affrontando un periodo abbastanza stressante per via di un ricovero ospedaliero, e sono spesso in ansia. ( te di a precisare che tutti questi sintomi apparte il primo descritto mi si presentano già da prima di questo ricovero, anche se comunque stavo già passando un periodo particolare emotivamente) A suo parere, possono trattarsi tutti quanti di sintomi riconducibili a questo periodo di stress e ansia, oppure meriterebbero un approfondimento maggiore? Se può essere utile, ho anche fatto diverse analisi, tra cui svariate analisi del sangue , visite , eco, rx ecc...

[#6]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ricorda che lo stato ansioso riesce a simulare quasi tutti i sintomi delle malattie organiche; rivolgiti comunque al tuo medico curante per essere rassicurato che sia proprio così.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#7] dopo  
Utente
Grazie mille dottore della risposta!

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, mi scusi nuovamente il disturbo ma vorrei portare alla sua attenzione un altro sintomo che mi si è aggiunto al precedente formicolio e intorpidimento (in genere nella parte destra) del cranio e della testa.
A volte sento come una sensazione di compressione della testa, che va dalla parte dietro e comprende la fronte, e la zona vicino agli occhi. Non provo vero e proprio dolore, è più come una sensazione di stringimento, come se ci fosse una morsa. Saprebbe darmi qualche utile consiglio al riguardo ? Centrerebbe sempre l’ansia o potrebbe ricondursi a qualche tipo di patologia da accertare? La ringrazio come sempre della disponibilità, le auguro un buon resto della giornata.

[#9]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Quella che descrivi sembra la classica cefalea di tipo tensivo, che quasi sempre è prodotta dallo stato di ansia: ripeto quindi i consigli dati in precedenza.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore, gentile e conciso come sempre. Le auguro un buon resto della serata!

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore
Le sto scrivendo per ricevere un suo parere riguardo una strana sensazione che sto provando oggi. Stavo tranquillamente svolgendo le mie cose quotidiane, quando ad un certo punto ho sentito un’improvvisa sensazione strana nel lato destro della faccia. É una sensazione che definisco strana appunto, perché non saprei nemmeno io come descriverla, però é simile ad una specie di tensione , é come se mi sentissi tirare , oppure come una specie di peso soprattutto nella zona al lato della bocca, nella guancia e nella tempia. É una sensazione che a momenti sento e a momenti no, oppure permane per un po’, poi va via. Inizialmente preso dall’ansia ho pensato al peggio, dato che non mi sembra di averla mai provata questa sensazione.
(Aggiungo anche che in queste settimane sto accusando molta più ansia del solito, non so per quale ragione, e devo dire che sono anche più stressato per via dell’enorme carico di lavoro che ci stanno dando in questi giorni. Inoltre non sto neanche dormendo molto).
Il mio pensiero si sofferma sul fatto che potrebbe trattarsi di un TIA, oppure, proprio di un segno premonitore di un Ictus, anche se sicuramente non é il mio caso.
Ma come posso essere sicuro che non si tratta di queste gravi patologie?
La ringrazio anche questa volta del tempo che mi dedicherà, aspetto una sua risposta.

[#12]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Pensare al TIA alla tua età indica chiaramente che stai presentando un disturbo da ansia di malattia. Se avverti questa strana sensazione non meglio definibile a carico del viso, lasciati controllare dal tuo medico di famiglia che ti rassicurerà sulla integrità del tuo sistema nervoso. Principalmente, vivi con disinvoltura la tua giovane età.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#13] dopo  
Utente
Grazie dottore delle rassicurazioni, so che il fattore psicologico è importante nel mio caso, e infatti me ne sto già occupando.
Quindi basterebbe una visita dal curante per scongiurare ogni dubbio? Non sono necessari degli approfondimenti più specifici?

[#14]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se il tuo curante ne intravvede la necessità, può inviarti a consulenza da uno specialista
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#15] dopo  
Utente
Perfetto, grazie ancora dottore. Quindi in pratica (con il limite del consulto a distanza) la causa potrebbe essere di tipo psicosomatica o comunque riconducibile allo stress?
Mi permetta di farle anche un’ultima domanda: in caso si fosse trattato di una patologia ben più grave a quest’ora si sarebbe già manifestata ? E se si, avrebbe dato dei chiari sintomi come messaggio’?
Grazie ancora della pazienza e della disponibilità

[#16]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Avrebbe dato sintomi inequivocabili.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#17] dopo  
Utente
Salve dottore, scusi ancora il disturbo.
Le scrivo per portarle all’attenzione altri due sintomi che ormai vanno avanti da un po’ di tempo:
1) Mi capita spesso di avvertire odore di bruciato. Può avvenire in un qualsiasi momento della giornata (insorge all’improvviso) e anche più volte al giorno. A volte faccio fatica a capire se sia una cosa reale o no perché vivendo accanto a dei campi dove abitano contadini, questi sono soliti bruciare cose e quindi a volte l’odore che percepisco è sentito anche dai miei famigliari. La maggior parte delle volte però sembra che sono solo io a sentirlo.
2) Mi capita anche di avere come degli aloni agli occhi, mi spiego meglio, delle specie di luci/flash che appaiono all’improvviso. Altrimenti posso vederli anche se mi tocco particolari punti degli occhi (generalmente i nervi). A parere del mio medico curante queste possono essere effetto di una cosiddetta emicrania con aura, ma di fatto per ora non ho mai avuto episodi di mal di testa ma solo questi strani flash di luci agli occhi.
Entrambi questi sintomi sono presenti ormai da diverse settimane, e per questo ci terrei anche ad avere un suo parere al riguardo. Possono essere entrambi sintomi di tipo psicosomatico?
La ringrazio infinitamente della disponibilità, le auguro una buona giornata.

[#18]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se avverti palesemente odori che altri non percepiscono, è opportuno che ti fai valutare da un Neurologo. Per il fenomeno degli scotomi scintillanti, se non hai cefalea e se conseguono al fatto che ti tocchi gli occhi (i nervi lasciali al posto loro, perché nessuno può toccarli), consulta un Oculista.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#19] dopo  
Utente
Salve dottore, la ringrazio della celere risposta.
Riguardo l’odore, devo dire che è una cosa che accade occasionalmente, mi capita di sentirlo spesso mentre altre volte meno (ne varia anche l’intensità).
Il medico non ha ritenuto necessario inviarmi da un neurologo perché a suo parere sono tutti sintomi riconducibili ad una cefalea con auree ( sia odori che i flash di luce) dovute allo stress...
Riguardo la visita oculistica , ne ho fatta una recentemente (anche ortottica) ma il medico non ricondurrebbe i lampi di flash a patologie che stanno a carico degli occhi. Ci tenevo a precisare che questi flash avvengono soprattutto quando mi comprimo i nervi e più raramente possono anche avvenire così all’improvviso (spesso però si tratta solo delle cosiddette mosche volanti).
Perciò alla luce di questi chiarimenti, ritiene comunque che sarebbe da svolgere una visita neurologica ? Potrebbero trattarsi di semplici somatizzazioni di ansia e stress?
La ringrazio ancora una volta del tempo che mi ha dedicato.

[#20]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Tu puoi comprimere i globi oculare ma non i nervi, che sono all'interno del cranio. Sottoponi i tuoi quesiti ad un neurologo che valuterà se si tratti di aura o meno.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it