Utente 519XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 27 anni a seguito di una forte emicrania durata alcuni giorni con dolore emisfero sinistro e fotosensibilità, qualche formicolio alla mano ed in passato dolore pulsante in testa magari durante uno sforzo (salita ecc) il mio medico mi ha prescritto una Rm Encefalo piu vasi.

Il risultato è stato " Non si rilevano aree di alterato segnale in sede cerebellare e troncale, A livello Sopratentoriale in sede Frontale sinistra una piccola, ASPECIFICA, area iperintensa in flair e t2. Setto pellucido in asse, sistema ventricolare in sede di volume normale, regolarmente rappresentata la regione sellare-parasellare e regolarmente rappresentati gli spazi subaracnoidei periencefalici "

ANGIO RM: " Regolare flusso principali vasi arteriosi intracranici, no aneurismi o malformazioni vascolari al alto flusso, arteria cerebrale posteriore di tipo embrionale. Conclusione "

L'area di alterato segnale in sede frontale sinistra necessita per sua attribuzione alla correlazione con i dati clinici "

La radiologa nel consegnarmi il referto mi ha spiegato tranquillizzandomi che è l' area è una piccolo problema vascolare ed escludeva altre malattie piu importanti vista la posizione delle lesione (?) . Mi ha consigliato una visita dal neurologo.

Vado alla visita dal Neurologo che mi controlla coordinazione, equilibrio, sensibilità e nel guardare la rm mi liquida con un " ma se chiamiamo questa "lesione". . . " mi da il topomax e per i formicolio mi consiglia rm alla cervicale.
Risultato: " Protusione discale ad ampio raggio con interessamento saccodurale tra c4 e c5 " Ieri ho fatto una rm lombosacrale perche ho dolori e aspetto il referto ma il tecnico mi ha anticipato che cè qualche problema anche li.

Ma quindi questa piccola area è una fattore preoccupante? Ammetto che nonostante le rassicurazioni mette un po ansia.

[#1]  
Dr. Lucio Marinelli

24% attività
16% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Salve, purtroppo è caduta in uno di quei circoli vizioni in cui si rischia di finire quando si eseguono esami non indispensabili. Non è affatto infrequente che nell'effettuare un esame (es. una RM encefalica) emerga qualche piccola alterazione che non ha alcun significato clinico ma che innesca tutta una serie di accertamenti che a loro volta possono portare a altri esami per poi alcune volte trovarsi ad aver speso un sacco di soldi, aver collezionato molti referti e non aver raggiunto una diagnosi.
Ha fatto bene ad effettuare la visita neurologica, ma non si preoccupi troppo della piccola lesione vista alla RM encefalica, capitano spesso questo tipo di lesioni, specie in pazienti emicranici.
Buon proseguimento
Lucio Marinelli
www.elettromiografia.net