Utente
ciao a tutti dottori...ho un problema relativamente urgente...sono la madre di un bambino di 9 anni che circa 5 giorni fa ha avuto delle convulsioni a scuola...
il mio bambino sin dalla nascita soffre di emiparesi congenita nella mano sinistra che va a colpire però il lobo destro...i medici hanno detto che il lobo destro è sempre meglio del sinistro solo che potrebbe toccare i movimenti motori...me ne sono accorta circa 1 mese fa quando una mattina ha cominciato a soffocare e ad espellere sangue...la cosa mi ha cominciato a preoccupare, mi sono rivolta dal pediatra di mio figlio e mi ha detto che si trattava solo di una semplice stomatite...da allora ingenuamente mi rasserenai quando l'altro giorno mentre ero a lavoro mi arriva questa brutta notizia dalla scuola...mi è stato tutto descritto...ha avuto un cedimento, un attorcigliamento del corpo e della lingua, tremore e paralisi per circa 1 minuto...siamo andati d'urgenza all'ospedale e dopo 5 giorni di controlli fra i quali: tac, risonanza magnetica, elettrocardiogramma ed elettroencefalogramma non è risultato niente di grave...poi però nell'ultimo esame dell'elettroencefalogramma il primario ha riscontrato un piccolo focolaio anche se non si tratta di epilessia...molti hanno detto che è un soggetto predisposto ma non si riesce a capire se il fatto dell'emiparesi congenita possa aggravare le crisi...potreste aiutarmi?
sta usando come medicinale il deepakin: un medicinale al sodio valprorato...
da quando lo prende non ha + alcuna convulsione...ah dimenticavo lo stesso giorno che avuto la prima crisi all'ospedale mentre stavano effettuando l'elettrocardiogramma gli è venuta un'altra crisi senza motivo...forse le scariche elettriche che eccitano i neuroni...ma non so con precisione...per favore aiutatemi e ditemi cosa potrebbe esserci collegato con l'emiparesi...grazie 1000 un saluto a tutti!!!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
è molto difficile dare una spiegazione non sapendo quasi nulla di suo figlio. Sarebbe importante sapere quale sia il problema cerebrale alla nascita e il referto elettroencefalografico. Senza questi due elementi non si può purtroppo ipotizzare nessun collegamento tra le due cose.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gent. Dott.
il problema celebrale sarebbe questa emiparesi ma le cause per cui sia stata causata sono tuttora incerte...
per favore potrebbe dirmi però se nel caso di emiparesi nella maggior parte dei casi causasse malattie neurogenerative? anche secondo le sue esperienza...
grazie

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
mi ha detto che il problema di suo figlio è una paresi alla mano sinistra, per cui non si tratta di emiparesi, questa è molto più grave e compromette una metà del corpo, cioè tutto l'arto superiore ed inferiore dello stesso lato. Non mi sembra il caso di suo figlio. Inoltre la paresi non è una malattia a se stante ma la conseguenza di un'altra alterazione di base, cioè è come un sintomo di una malattia, è come una febbre che può essere causata da svariati fattori. Un'altra distinzione importante da fare è tra paresi periferica (lesione del nervo, compressione, ecc..) e paresi centrale (provocata da un danno al sistema nervoso centrale). Se non si conoscono questi elementi non si può rispondere alla sua domanda. In generale posso dirle che se la paresi è circoscritta ad una sola mano, se perdura da 9 anni e non ci sono stati peggioramenti non dovrebbe avere a che fare con malattie neurodegenerative ma ciò soltanto come principio generale e senza che io abbia elementi validi per affermare ciò.
Cordiali saluti.
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie, gentilissimo dottore.
mio figlio ha avuto dalla nascita un'emiparesi congenita che oltre a colpire la mano sinistra, ha colpito anche il piede sinistro anche se in forma molto lieve (sia la mano che la gamba) anche perchè con la fisioterapia sta gia muovendo molto bene la mano entrambi gli arti...quindi su queste basi anche nuovamente in linea di massima, conferma o modifica ciò che ha detto prima?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
confermo ciò che ho detto prima ma, ripeto, in linea generale. Sarebbe importante sapere cosa ha causato l'emiparesi.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
gent. dottore
la richiamo per segnalarle un altro problema che è successo a mio figlio. Praticamente prendendo come medicinale il Depakin al sodio valproato fino a pochi giorni fa mio figlio è sempre stato sano e assente da convulsioni.
Infatti prima gli venivano degli attacchi di panico e si "intorcigliavano" gli arti dapprima anke quelli nn coinvolti dall'emiparesi, ora solo mano sinistra e piede sinistro ma senza convulsioni e il tutto si risolveva con una corsa. Ieri però avrà mangiato qualcosa di pesante che lo ha fatto vomitare e si è spaventato tanto da venirgli una leggera crisi senza perdita di conoscenza e senza che la lingua si attorcigliasse...
Abbiamo chiamato subito all'ospedale e ci hanno risposto che fino al vomito era tutto normale ma se si ripetessero dovevamo ricoverarlo al pronto soccorso.
Ora noi abbiamo capito che le forti emozioni lo fanno andare in tilt ma non riusciamo a capire come affrontare la vita in questo modo.
Deve anche togliersi una mola ed essere oggetto di anestesia e la cosa ci preoccupa.
Perfavore dottore mi dica se ci sono delle soluzioni
La ringrazio
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
gli attacchi di panico con "intorcigliamento" degli arti sono stati diagnosticati da medici? Le forti emozioni possono scatenare le crisi convulsive in soggetti predisposti. Per quanto riguarda l'estrazione del molare fate presente la situazione all'odontoiatra. In linea di massima non dovrebbero esserci problemi con l'anestasia.
Comunque le consiglio di ripetere l'EEG per poi fare il confronto con il precedente per valutare se ci sono variazioni e in quale senso.
Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
si l'EEG lo faremo al più presto anche se diciamo che si dovrebbe fare fra 6 mesi circa, ma dalla TAC, L'EEG non risulta niente fra tumori, Epilessia anche se i termini sembrerebbero preoccupanti ad esempio sospetta schizzoencefalia e altri termini che però sia il primario e sia quelli dell'Ospedale ci hanno detto che non sarebbe niente di preoccupante, hanno raccomandato di tenere il bambino tranquillo e di proseguire la cura col Depakin e secondo loro (almeno speriamo) in 1 anno massimo 2 dovrebbero scomparire. Quando siamo andati dalla neurologa ci ha detto che poteva essere solo un problema ormonale ma cosa che io non sono tanto d'accordo...
Mi dica lei cosa dovremmo fare e se ci sa dare delle informazioni più specifiche riguardo a proposito
Cordiali Saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se il primario che sta seguendo il bambino vi ha dato questo consiglio e vi ha tranquillizzati dovete seguire le sue indicazioni. Io farei, come dicevo ieri, un altro EEG e a questo punto anche una Risonanza encefalica per meglio chiarire i reperti della TC.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
se il primario che sta seguendo il bambino vi ha dato questo consiglio e vi ha tranquillizzati dovete seguire le sue indicazioni. Io farei, come dicevo ieri, un altro EEG e a questo punto anche una Risonanza encefalica per meglio chiarire i reperti della TC.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente
la ringrazio di cuore dott.
se avrò altri problemi la chiamerò
Cordiali Saluti

[#12] dopo  
Utente
Caro dott.
Vorrei chiederle un'altra cosa riguardo il mio bambino: soggetto predisposto a convulsioni afebbrili. Per quanto riguarda l'esposizione al sole e sia il contatto con l'acqua del mare visto che a molti altri bambini provoca convulsioni c'è qualche criterio da rispettare? Mi saprebbe dare dei consigli a proposito?
Cordialmente...

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
l'esposizione al sole non dovrebbe essere prolungata ed in ogni caso andrebbe evitata durante le ore più calde (11-17). Per quanto riguarda l'acqua del mare il problema sarebbe duplice: 1) evitare che, se sopraggiunge una crisi convulsiva, il ragazzino sia da solo in acqua e quindi privo di protezione. 2) Evitare di entrare in acqua molto fredda e creare quindi un'improvvisa differenza di temperatura tra l'interno del corpo e la superficie esterna. In questo caso è auspicabile il bagno in piscine le cui acque siano riscaldate.
Ciò che le ho detto finora è dovuto ad eccesso di zelo, poi sta a lei fare tutto con equilibrio senza fare sentire il ragazzino diverso dagli altri e, quindi, malato.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
la ringrazio della tempestività dottore quindi da quel che ho capito l'acqua del mare è da evitare. Comunque per quanto riguarda la socializzazione non c'è problema, lui è gia consapevole che è una cosa normale e c'è anche di peggio. La situazione però è questa: mio figlio dall'ultima volta che ha avuto una vera crisi con la cura del Depakin aveva all'inizio degli effetti di giramento di testa ecc. però poi è stato sempre sano e solo una "mezza convulsione" o "inizio" è avvenuta circa 1 mese fa mentre vomitata... ora fortunatamente sembra che stia molto meglio e lui stesso mi confessa che ha quest'inizio di crisi solo quando "pensa" a fatti psicologici che lo disturbano oppure quando va incontro a forti ansie,paure...
Ora io devo portarmelo necessariamente in zona di Mare per giornate intere e ho paura di esporlo troppe ore al sole. Come dovrei comportarmi in questo caso?

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
le ripeto, evitare il sole durante le ore più calde e esporlo per non molto tempo cotinuativo, magari ad intermittenza, sempre col cappelino in testa. Sulla spiaggia le bagni spesso i capelli. Molto ombrellone. Piccole ma preziose precauzioni, senza farle pesare troppo.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Dr. Ferraloro
Sono il padre del bambino stavolta. Ieri mio figlio dopo circa 3 mesi che non presentava alcun segno di malessere ha avuto un'altra convulsione... io non ho assistito personalmente alla scena ma mia moglie mi ha riferito che il bambino è ceduto a terra ed ha avuto un tremolio come di solito e attorcigliamento degli arti (inferiore e superiore) della latata sinistra. Ora come mia moglie le avrà riferito, mio figlio soffre di un'emiparesi congenita dalla nascita (cause ancora non identificate) che stiamo curando con fisioterapia da molti anni e pian piano si sta riprendendo. Ora lei saprebbe darmi dei consigli oltre a quelli gia forniti su come agire in questo caso, ad esempio la somministrazione di un altro farmaco aggiuntivo al Depakin oppure aspettare il prossimo EEC non so... se puo' suggerirmi qualcosa da fare perchè io e mia moglie siamo molto preoccupati di questo fatto e non vorremmo che degeneri... ma il fatto che queste convulsioni colpiscano solo la parte emiparesa e non l'altra latata degli arti è un sintomo che può collegare queste convulsioni alla malattia? se si come dovremmo comportarci? Poi un'altra cosa lei a mia moglie ha dato dei consigli su come comportarsi in caso di esposizione ai raggi solari o all'acqua del mare che purtroppo ormai siamo vincolati ad andare, ma dico, ad esempio non è che oltre al caldo sia anche il nervosismo oppure l'utilizzo di cellulare o di computer la causa che può far reagire il corpo in questo modo? Le faccio un'ultima domanda e la lascio, quando mio figlio assume il Depakin ha come dei fastidi, tipo delle mini-convulsioni oltre al sapore che lui definisce "terribile" e quindi molte volte siam costretti a ritardare la somministrazione del farmaco anche di ore... questi possono essere dei motivi per cui ieri ha avuto quest'improvviso malore?
La ringrazio di cuore dottore
Cordiali Saluti

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
per quanto riguarda il consiglio di un eventuale altro farmaco, la decisione dovrà prenderla il neurologo che segue suo figlio, che sa la sua storia, i suoi esami, ecc..
L'eventuale collegamento tra i due fattori potrebbe esserci (convulsioni secondarie) ma sarebbe opportuno effettuare una RM encefalica oltre ad un EEG per verificare eventuali variazioni con i tracciati precedenti.
Anche l'irritabilità e l'eccessivo uso del computer (soprattutto videogiochi con ripetuti flash) possono scatenare le crisi.
Comunque la prima cosa da fare è consultare il neurologo che segue il ragazzino.
I farmaci antiepilettici dovrebbero essere somministrati sempre alla stessa ora e senza ritardi, un ritardo di ore potrebbe anche fare scatenare una crisi convulsiva.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro