Utente
Salve, recentemente ho effettuato una risonanza magnetica del tratto cervicale prescritta dal fisiatra per tremori essenziali episodici mano sx (pollice-indice), dolori e fitte su tutto il tratto cervicale che si irradiano verso entrambe le braccia, senso di goffaggine delle dita (più accentuato nella mano sx), dolore e senso di rigidità coscia e ginocchio gamba dx.


Esito RSM

L'esame R.
M. del tratto cervicale è stato eseguito con tecnica di acquisizione Fast Spin-Echo, STIR e G.
E. con immagini ponderate in T1 e T2 e con somministrazione e.
v.
di M.
di C.
paramagnetico secondo piani sagittali ed assiali.
Normale allineamento dei metameri cervicali sul piano sagittale.
Niente da rilevare a carico della cerniera occipito-atlo-epistrofea.
Nello spazio intersomatico in C3-C4 è presente un'ernia discale ad estrinsecazione nel canale rachideo in sede paramediana e laterale sx, con compressione radicolare e concomitante fine osteofitosi reattiva retrosomatica.
Normali i restanti rapporti disco-somatici.
Non evidenti aree di anomalo segnale del midollo spinale che appare delimitato da un regolare astuccio liquorale subaracnoideo e contenuto in un canale rachideo di dimensioni e morfologia nei limiti della norma.


Esito elettromiografia semplice arti sp.


Sensory Nerve Conduction Studies

SNCS
Nerve

Medianus Sensitiva Sinistra
Wrist - Dig 1 Peak Lat ms 3.42 Amp uV 43.0
Wrist - Dig 2 ms 3.42 uV 40.3

Radialis Sensitiva Sinistra
Wrist - Dig 1 Peak Lat ms 2.56 Amp uV 9.8

Non anomalie delle conduzioni sensitive esaminate.
Esame EMGs nella norma.
La valutazione neurofisiologica attuale appare nella norma.



Alla luce dei dati elencati e ovviamente nei limiti che un consulto a distanza possa indicare, è possibile sapere se un'ernia cervicale con compressione radicolare possa provocare questi disturbi?
Vi ringrazio infinitamente per la cortese disponibilità, saluti.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno,

Nei limiti del consulto a distanza:

la ernia discale cervicale C3-C4 evidenziata alla RM può essere la causa del dolore cervico-brachialgico bilaterale.

Molto strano che Emg/Eng sia stata refertata normale in presenza della erniazione del materiale discale suddetto.

Per quel che concerne "...tremori essenziali episodici mano sx (pollice-indice)..." le cause di questo disturbo possono essere molteplici e necessitano di un esame clinico di persona.

Pertanto le consiglio di effettuare una Visita Neurologica così chè il Collega la possa esaminare personalmente.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Dr. Poli,

La ringrazio per la gentile risposta, il medico neurologo che ha effettuato l'elettromiografia, al termine dell'esame ha si concluso che l'esito era nella norma, ma mi ha informato che secondo lui poteva esserci presenza di ernie cervicali.

Il 14/05/2020 ho effettuato una prima visita neurologica, esito neurologico nella norma, si consiglia emg arti superiori e consulenza fisiatrica. E' stato il fisiatra a prescrivermi RM cervicale e RM encefalo-tronco encefalico senza mdc.
L'esame elettromiografico risale al 10/06/2020, la RM cervicale è del 03/08/2020. Il 16/09 dovrei effettuare quella dell'encefalo/tronco encefalico.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Sempre difficile comprendersi a distanza.

Visita Neurologica sarebbe finalizzata a conoscere la vausa ed avere un trattamento per il tremore che rifeisce alle dita drlla mani.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Dr. Poli,

Grazie ancora per la gentile e tempestiva risposta. Sono d'accordo con quanto scrive e aggiungo che da fine marzo ad oggi, tra la visita neurologica e quella fisiatrica, ancora non sono venuto a capo del problema, con tutte le difficoltà per effettuare un esame specialistico come la RM con ticket (rifiutato da ben 3 centri diagnostica) vuoi perchè l'impegnativa è formulata in maniera errata (così dicono loro), vuoi perchè a prescrivere una RM encefalo deve essere uno specialista neurologo e non il fisiatra. Fortunatamente sono riuscito a fissarla per il 16 di settembre in una clinica privata (io mi trovo a Cagliari). Non mi resta che pazientare (ansia d'attesa permettendo) e molto probabilmente richiedere un secondo consulto neurologico.
Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Bene... una volta effettuata la RM Encefalo e la Visita Neurologica, qualora creda, mi faccia sapere...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente
Gent. dott. Poli,

Oggi ho ritirato il referto della RMN senza m.d. encefalo\tronco encefalico. Questi i risultati:

Tecnica: Esame eseguito con sequenze SE, FFE, EPI, pesate in T1, T2, DWI secondo piani sagittali, coronali e assiali e completato con sequenze a strato sottile Balance passanti per l'angolo ponto-cerebellare.

Risultati:

Normale morfologia e segnale delle strutture parenchimali encefaliche.
Assenza di microsanguinamenti nelle sequenze T2*.
Non si rilevano aree di alterazione della diffusione.
Strutture mediane in asse.
Sistema ventricolare in sede, di regolare morfologia ed ampiezza normale.
Modico aumento di ampiezza degli spazi liquorali al vertice cranico.
Non alterazioni delle strutture dell'angolo ponto-cerebellare e dell'orecchio interno.

Sempre nei limiti di un consulto a distanza, dott. Poli le chiedo, cosa può significare quell'aumento degli spazi liquorali, se va interpretato come "aspecifico" oppure in caso contrario quale sintomi potrebbe presentare? La ringrazio. Cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Nei limiti del consulto a distanza potrebbe trattarsi di note di atrofia corticale ma molto piu' probabilmente considerata l'età una variante anatomica parafisiologica.

Naturalmente la cosa più pragmatica è quella di far valurare le immagini al Neurologia che La segue.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it