Utente
Buono stato di salute generale, no farmaci, no patologie pregresse.

Peso nella norma, no fumo, qualche bicchiere di vino nel week end, no superalcolici, no droghe.

Faccio un lavoro prettamente sedentario.

Fino a marzo mi allenavo circa 8 hr a settimana (tennis, atletica di preparazione), forte, energico, no problemi di sonno.
Insomma tutto ok.

Dopo lockdown, lavoro da casa online, azzeramento pressochè assoluto attività sportiva e palestra.

Da maggio ad agosto svolgo lavoro di giardinaggio pesante, piccone per estirpare canneto di bambù greco.
Circa 5/6 ore al giorno per circa 90 giorni.
Lavoro che mi rinforza complessivamnete dal punto di vista generale, ma piano piano mi "affatica" sempre più le mani, causa miriadi di mazzate e sforzi di sollevamento e sradicamento.

La mattina del 20 agosto mi sveglio alle 4 del mattino con dolori atroci e sensazione di fuoco sotto la pelle del pollice/indice/medio ambo le mani.
Permangono da allora senzazione di "scosse elettriche" fino ai gomiti e insensibilità indice e pollice destri.

Mi fermo immediatamente e vado da ortopedico: rx mani negative per noduli o segni di artrite reumatoide.
Sono in attesa di anticorpi citrullina e fattore reumatoide.
Eseguo elettromiografia AA SS che segnala "possibile tunnel carpale DX".


Questo era 5 giorni fa.


Vengo al motivo del consulto odierno.


Dalla esecuzione della elettromiografia avverto un tremore interno generale e un tremore a medio alta frequenza che nella mano sx e nel piede sx, in posture particolari, ha oscillazioni visibili ad occhio nudo.
Inoltre, l'ansia di questa nuova preoccupantissima manifestazione fa si che in movimenti fini della mano sx (smartphone, tastiera PC, sfogliare libro, svitare il tappo di una bottiglia...) ho lievi "impacci" del movimento, o più precisamente, carenza di precisione, per cui magari devo ripetere il movimento 2 volte prima di effettuarlo correttamente ed in modo sufficientemente fluido.


Ovviamente temo l'esordio di una patologia neurodegenerativa e vorrei un parere e consiglio sul da farsi.


Non mi sembra di essere rigido o bradicinesico e non mi pare di avere altre manifestazioni.
Olfatto OK.
No stipsi.
Niente altro da segnalare, tranne che una certa ansia per cui alle volte, sopra pensiero, oscillo ritmicamente le gambe sotto il tavolo.


Grazie, scusate la lungaggine.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il tremore non si può valutare se non viene visionato direttamente in varie modalità, cercando anche la presenza o meno di altri segni che possono associarsi per indirizzare la diagnosi, per cui un parere a distanza, in questi casi, è assolutamente impossibile darlo.
Le consiglio una visita neurologica, è già sufficiente per inquadrare il problema, a volte è possibile richiedere degli esami diagnostici per valutare meglio il disturbo, pertanto in questo senso sarà il collega a stabilire come procedere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie molte, Dott. Ferraloro.
Posso aggiornarla sull'esito della visita neurologica, che ho appena prenotato per il giorno 5/10, e sull'esito degli esami che mi verranno eventualmeente prescritti?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, leggerò volentieri.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro