Attivo dal 2021 al 2021
Gentile Dottore, mi iscrivo al sito dopo aver letto un suo consulto su un argomento che mi interessava molto.
Ho trovato un suo utile consulto su questo portale che non conoscevo e mi ha subito appassionato.
Mi sono iscritto per poterle porre una domanda ma vedo non poter continuare il precedete consulto quindi lascio il link: https: //www. medicitalia. it/consulti/neurologia/583244-ho-letto-un-consulto-del-dottore-ferrarolo-e-possibile-un-chiarimento. html

Come l'utente di cui sopra da giovane (ventenne) mi presi una forte ubriacatura e mi spaventai molto, per fortuna leggendola nel precedente consulto ho scoperto di non aver perso neuroni e ormai oggi grandicello (31) so che non farò mai più un errore del genere.
Bevo saltuariamente mezzo bicchiere di vino, ma da giovani si sa... si fanno stupidaggini.
Comunque, venendo al punto

Lei spiegava all'utente che di solito non avvengono lesioni neuronali. Poi nel suo ultimo messaggio ha scritto (ed è qui che chiedo qualche dettaglio in più se possibile):

"Gentile Utente,

si potrebbero venire a creare alterazioni neurorecettoriali irreversibili ma, ripeto, secondo le modalità precedentemente descritte, sono casi rari e di solito geneticamente determinati.

"

mi chiedevo come si fa a sapere se si è uno di questi casi "geneticamente determinati" o a capire se appunto a seguito di un evento passato di etilismo acuto (sporadico 2-3 volte massimo nella vita) per via di questa predisposizione si avessero danni?


Non ho ben compreso questo e spero tanto di poter avere un suo gentile riscontro
J

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non esiste un esame per potere stabilire se si sia "geneticamente predisposti"
In ogni caso si tratta di situazioni estremamente rare e statisticamente non significative.
Non mi porrei assolutamente il problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2021 al 2021
Buonasera Dottore, la ringrazio molto per avermi preso in considerazione e per la sua celere risposta :-)

Diceva che non esiste esame per stabilirlo preventivamente ed essere davvero raro come evento (e lo capisco), vorrei solo chiderle come ulteriore chiarimento se fosse altresì possibile invece capirlo a posteriori.
Mi spiego meglio ,in poche parole se per via di questa predisposizione e irreversibilità del danno in persone geneticamente determinato fosse possibile capire con esami se sussistano danni. CIoè esami diciamo a posteriori su eventuali danni o se anche questi non esistessero.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La RM encefalica può essere un esame utile per evidenziare eventuali problemi cerebrali.
La Sua mi sembra però più che altro solo una paura, spero che non evolva in ossessione.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2021 al 2021
No per fortuna non dovrebbe ossessionarmi troppo avendo letto le sue precedenti parole (il primo consulto era già sufficiente ma ero davvero curioso di capire meglio).

Più che altro sono un amante del capire a fondo un problema e mi sarebbe paiciuto avere un suo consulto, cosa che è successa e non posso far altro che ringraziarla moltissimo.

Lei è capace di tranquillizzare, sono contento di aver scritto qui e aver trovato su google il suo vecchio scritto.

Non ho altro da aggiungere se non un enorme grazie e un buon lavoro!

:-)

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, grazie a Lei per la gentile recensione.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro