Utente
Salve sono una donna di 35 anni sono preoccupata perché ho un dolore alle tempie da ieri...
Oggi volevo riposare ma anche sul cuscino le tempie facevano male! ho paura di aneurisma!
Poi improvvisamente mi è venuto, oltre alle tempie, anche un dolore al di sopra della fronte!
Adesso mi è rimasto una sensazione lieve...
Ho notato anche che se stringo i denti, non riesco a spiegare, mi porta il dolore alle tempie!
È normale tutto ciò?
Devo preoccuparmi seriamente?
ho molta paura...spero mi rispondete presto e che mi aiutate! Grazie

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
innanzitutto desidero rasserenarla dicendole che l'aneurisma è una alterazione vascolare del tutto asintomatica fino al momento in cui si rompe, provocando un'emorragia nell'area circostante, che causa imponenti manifestazioni cliniche. La sua descrizione orienta verso più di una forma di cefalea che, in caso di persistenza, deve essere definita attraverso una scrupolosa valutazione clinico-anamnestica, da parte del suo medico di base o, se ne intravvede la necessità, ricorrendo al parere di un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua risposta e per avermi tranquillizzata.
Volevo chiederle ora mi è rimasto solo il dolore alla tempia sinistra...vale sempre la stessa risposta della cefalea?
Ultimamente soffro di ansia ma credo di più di essere ipocondriaca
Mi scuso se insisto..... grazie mille

[#3] dopo  
Utente
Grazie mille per la sua risposta e per avermi tranquillizzata.
Volevo chiederle ora mi è rimasto solo il dolore alla tempia sinistra...vale sempre la stessa risposta della cefalea?
Ultimamente soffro di ansia ma credo di più di essere ipocondriaca
Potrebbe essere anche un colpo di freddo?
Mi scuso se insisto..... grazie mille

[#4]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Voglio ulteriormente rasserenarla anche se, per il suo disturbo da ansia di malattia, le rassicurazioni hanno un valore temporale molto limitato. La sua condizione richiede un approfondimento diagnostico per essere avviata ad una terapia appropriata della causa promuovente di questo suo disagio.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille per avermi risposto e tranquillizzata ulteriormente...
Provvedero per scalciare via questa brutta ansia! grazie mille ancora

[#6]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Sono contento di averla tranquillizzata e La ringrazio per la cortese recensione.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#7] dopo  
Utente
Dottore scusi se la disturbo ancora,questo dolore alle tempie si è spostato un po' più in su...non so come spiegare...
Non è forte però ho il dolore anche quando metto la testa sul cuscino....potrebbe trattarsi di cervicale?
Non posso assumere medicinali perché ho una vista da fare e mi è costato detto di non assumere per una settimana...
Ma di solito un mal di testa leggero in quanto tempo va via?
Ho perso una camomilla ieri ma niente....
Grazie mille

[#8] dopo  
Utente
Dottore il dolore alla testa è frontale come se avessi un peso al in testa e una stretta in testa...uffa!
Potrebbe trattarsi di cervicale?
Io ho sempre paura sempre della stessa cosa.....

[#9]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Lei sta amplificando con la sua ansia una cefalea che è verosimilmente di tipo tensivo. Le suggerisco di rivolgersi al suo medico di base per un rimedio nell'immediato, ma ritengo anche opportuno una valutazione neurologica per una appropriata definizione diagnostica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it