Utente
Buona sera, ho 37 anni e mi chiamo Sofia. Nel 2007 ho già usufruito del vostro prezioso servizio on line, (risponde dr. Granato, reumatologia per Sospetta sindrome fibromialgica, Utente 58598).Da ottobre 2007 ho cominciato a soffrire di forti dolori di natura muscolare, dolori concentrati in punti ben definiti, ed in maniera perfettamente simmetrica sul tutto il corpo, braccia, gambe, collo,schiena.Insieme a tali dolori che si presentavano acuti, avevo fastidi come formicolio, sensazione di punture come spilli, un senso di costrizione alla gola davvero non sopportabile, una stanchezza infinita, senso di nausea continuo.I dolori a volte mi costringevano a letto.Da allora ad oggi ho eseguito i seguenti esami: Indagini ematiche, ANA etc. prescritte dall'ortopedico insieme ad una radiografie cervicale --> esiti negativi.Visita neurologica con risonanza magnetica a tutto il rachide e all'encefalo, elettromiografia con elettrodi (non aghi) --> esame obiettivo negativo, esami strumentali con esiti negativi. Ulteriore visita neurologica --> esame obiettivo negativo. Visita reumatologica con scintigrafia ossea totale e indagine genetica sull' HLA B27, e relative indagine ematiche --> scintigrafia negativa, positiva all' HLA B27, nessun parametro reumatologicamente indicativo (VES nella norma, reuma test nella norma ...) Dopo queste indagini, mi è stata diagnosticata una sindrome fibromialgica.Mi sono rivolta allora al reumatologo che ha in cura mio padre da anni (mio padre soffre di spondilite anchilosante). Durante la visita sono stata sottoposta alla digito-pressione classica per la diagnosi della fibromialgia. Non sono risultata positiva ai tender points se non in due o tre punti. Per il reumatologo la sindrome fibromialgica era leggera. Negativa a tutto il resto.Mi è stata assegnata una cura farmacologica a base di Duloxetina (Cymbalta), dal neurologo e riconfermata dal reumatologo. Ho assunto questo farmaco per circa un anno e mezzo, senza trarne particolari benefici, tranne un controllo maggiore del dolore, ma ne ho sempre digerito male gli effetti collaterali.Da ottobre 2007 ad oggi ho regolarmente effettuto visite di controllo a sei mesi sia neurologiche che reumatologiche, ripetendo lo screening ematico reumatologico, ma niente è emerso rispetto la quadro che vi ho sopra descritto.Ad Aprile 2009 decido di sospendere il Cymabalta, per almeno un pò di tempo. Poco dopo ho avuto un disturbo agli occhi strano. Vedevo sfocato alternativamente da entrambi gli occhi, ed il disturbo si spostava da un occhio all'altro nello stesso giorno.Effettuo una visita oculistica presso un oculista, anche neuroftamologo. La visita è totalmente negativa. Ho effettuato anche i PEV, negativi anch'essi. Da un pò avverto fascicolazioni in tuto il corpo euna tansione in gola.Effettuato un nuovo controllo neurologico, negativo. Cosa posso fare, ho molta paura per le fascicolazioni. Ancora non riesco ad inquadrare i miei problemi, cosa posso fare ancora per non impazzire ?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
vedo che ha effettuato numerosissimi esami e visite mediche specialistiche e tutti con esito negativo. Questa negatività non la lascia tranquilla? Le fascicolazioni attuali, data la sua storia pregressa, non destano preoccupazione. Potrebbero essere delle fascicolazioni benigne e quindi prive di significato patologico o delle manifestazioni psicosomatiche.
Le consiglio di stare tranquilla ed eventualmente, su consiglio del neurologo, provare un altro farmaco.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Dr. Ferraloro la ringrazio per la veloce risposta. Lei ha ragione, non riesco a tranquillizzarmi. Ma le giuro che essere vittima di fascicolazioni è davvero un'esperienza dura da un punto di vista psicologico, io non riesco a non pensare alla SLA come possibile causa. Lei ritiene che un esame elettromigrafico per la conduzione muscolare sia necessario ? Grazie ancora, Sofia.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora Sofia,
dopo tanti esami strumentali non penso che l'EMG sia necessario. Ne ha già fatto uno con elettrodi. Ma se le serve per tranquillizzarsi lo faccia pure.
Le rinnovo il consiglio di stare tranquilla.
Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, cercherò di tranquillizzarmi.