Fascicolazioni, rigidità piedi mani, disfagia

Salve,
ho 28 anni,maschio, Vi scrivo poichè ad inizio dicembre 2008, ho cominciato ad avere la sensazione di difficoltà nel deglutire (specialmente liquidi) a cui corrispondono dei click al livello del rachide.
Questo sintomo è iniziato a seguito di un infortunio al legamento del ginocchio dx che mi ha costretto all'utilizzo di un tutore fisso per quasi 2 mesi (EMG dimostrava inevocabilità peroneo superficiale) e ad un forte stato di stress che mi ha portato disturbi di gastrite per un paio di mesi con reflusso.
Con il passare del tempo, dopo il ritorno all'attività fisica, questo sintomo è peggiorato, nel mese di Febbraio ho subito l'impianto di una capsula (ex molare)nell'arcata superiore sx. Da quel momento ho come la sensazione di "utilizzare" solo la parte sx della gola e più i muscoli di dx che quelli di sx della faccia, la lingua "tende" ad appoggiarsi verso la parte opposta si presenta biancastra vicino alla gola e ho come la sensazione continua di essere "scottato", inoltre nell'apertura della bocca avverto dei forti click fra mascella/mandibola lato sx. Aggiungo che proprio da Gennaio ho iniziato ad avere fascicolazioni sparse per tutto il corpo che vanno e vengono specialmente dopo attività fisica, (EMG conferma stato di diffusa sofferenza neurologica senza pero' attivita' spontanea, recupero parziale delle funzioni del peroneo superficiale)RMN ENCEFALO negativa così come PEM e PES. Seguito visita Odontostomatologica (presso il mio dentista che mi segue da anni) mi è stata confermata una grave malocclusione (crossing bite solo sull' arcata superiore dx). Negli ultimi mesi soffro di rigidità cervicale, mani e piedi e come dei tremori al mento/labbro inferiore. Mi è stato detto che la malocclusione persisteva già da anni ma che cmq il mio corpo aveva trovato un suo equilibrio, seguito l'infortunio la postura diversa ha spostato gli equilibri "innescando" questi problemi.
Mi chiedo dunque: E' VEROSIMILE CHE UNA MALOCCLUSIONE/POSTURA SBAGLIATA POSSA CAUSARE DISFAGIA, DISTURBI LINGUALI, SOFFERENZA NEUROLOGICA E RIGIDITA' MANI PIEDI?

LA MIA PAURA PIU' GRANDE E' CHE, VISTI I NUMEROSI DIVERSI SINTOMI, SIA L'INIZIO DI UNA MALATTIA DEL MOTONEURONE AD INIZIO BULBARE.

VI RINGRAZIO DELLA ATTENZIONE E VI PREGO CORDIALMENTE DI RISPONDERMI AL PIU' PRESTO.

CORDIALI SALUTI
[#1]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

per escludere una malattia del motoneurone è fondamentale eseguire una valutazione neurologica e un'esame elettromiografico ed elettroneurografico ai 4 arti esteso ai muscoli paraspinali e bulbari. Per cui il consiglio è di eseguire intanto un'accurata visita neurologica ed eventualmente su specifica richiesta del collega che la visiterà di ripetere l'esame EMG esteso ai muscoli paraspinali e bulbari.

Cordialità

cordiali saluti

Dr. Rosario Vecchio

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve,
ritorno a distanza di 2 settimane con la 4a valutazione neurologica da gennaio ad oggi avuta presso il reparto di neurologia dell'ospedale di Pisa che mi ha avuto in cura.
Mostrato alla responsabile la risposta dell'EMG ha storto il naso non credendo nel risultato delle analisi fatte in precedenza ed ha provveduto seduta stante a rifare l'EMG ai 4 arti, risultato: negativo. Quindi ha confutato completamente il precedente esame svolto presso una clinica privata.
Nonostante le abbia poi indicato anche la presenza di rare fascicolazioni alla lingua, mi ha riferito che EMG ai 4 arti negativa + PEM e PES negative escludono al 100per100 danni al I°e II° motoneurone.
Nel referto conclusivo scrive inoltre che non sono necessarie ulteriori visite neurologiche e consiglia un consulto presso uno psichiatra.
Posso finalmente stare tranquillo?
sono realmente sufficiente gli esami effettuati?
Nell'attesa di un Vs gentile parere a riguardo
Vi ringrazio e saluto
[#3]
dopo
Utente
Utente
Salve,
comprendo il numero elevato delle domande a cui dovete dar seguito, ma visto lo stato di forte ansia in cui mi trovo Vi sarei grato se poteste rispondere quanto prima alla mia richiesta.
Vi ringrazio per la disponibilità e nell'attesa dei Vostri pareri vi saluto.

ritorno a distanza di 2 settimane con la 4a valutazione neurologica da gennaio ad oggi avuta presso il reparto di neurologia dell'ospedale di Pisa che mi ha avuto in cura.
Mostrato alla responsabile la risposta dell'EMG ha storto il naso non credendo nel risultato delle analisi fatte in precedenza ed ha provveduto seduta stante a rifare l'EMG ai 4 arti, risultato: negativo. Quindi ha confutato completamente il precedente esame svolto presso una clinica privata.
Nonostante le abbia poi indicato anche la presenza di rare fascicolazioni alla lingua, mi ha riferito che EMG ai 4 arti negativa + PEM e PES negative escludono al 100per100 danni al I°e II° motoneurone.
Nel referto conclusivo scrive inoltre che non sono necessarie ulteriori visite neurologiche e consiglia un consulto presso uno psichiatra.
Posso finalmente stare tranquillo?
sono realmente sufficiente gli esami effettuati?
Nell'attesa di un Vs gentile parere a riguardo
Vi ringrazio e saluto
[#4]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Caro Utente

credo che dopo la batteria completa di esami a cui è stato sottoposto possa stare tranquillo. Segua i consigli dei colleghi.

Un Saluto
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve,
ringrazio il dottor Vecchio per il suo parere.
Comincio a pensare davvero di essere io ad accentuare i miei sintomi...ma mi chiedo: è mai possibile che ansia, stress, forse uno stato depressivo (che sicuremente dovrò affrontare adeguatamente con una terapia adeguata) possano portare a somatizzare anche fascicolazioni alla lingua seppur rare?
Ecco, comprendo io stesso la difficoltà di una risposta a distanza ma gradirei sapere tramite le vostre esperienze negli anni se tale somatizzazione è verosimile, possibile, rara o impossibile.

Spero di avere presto una Vs. risposta
grazie di nuovo e saluti
[#6]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Caro Utente,

se le posso rispondere in base all'esperienza personale le dico di sì. Si tratta di uno stato di ipereccitabilità neuromuscolare di base che lo stato d'ansia peggiora. In questi casi un buon risultato io personalmente l'ho ottenuto utilizzando delle supplementazioni di magnesio.

Un caro saluto
[#7]
dopo
Utente
Utente
Salve,
vorrei integrare i post precedenti confermando (non so se si tratta solo di una mia impressione o è oggettivamente così) che l'utilizzo di magnesio ha ridotto le fascicolazioni sparse per il corpo...non sono ovviamente scomparse ma sembrano essersi diradate.
Purtroppo continuo ad avere fastidi che riguardano rigidità dei piedi ( con rari crampi notturni) e disfagia/disartria/disfonia...se è vero come spero che questi sintomi non sono dovuti ad una malattia dei motoneuroni, vorrei chiederVi cortesemente un parere ripassando la mia storia di questi ultimi mesi, riassunta nei post precedenti,indicandomi se possibile quale sia la strada da intraprendere.
Certo di una Vs. celere risposta Vi ringrazio porgo
cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
scrivo a distanza di due settimane per informarVi che finalmente, utilizzando magnesio, le fascicolazioni sono molto diminuite. Ho come la sensazione di avere sotto la pianta del piede destro un tremore, difficilmente definibile, come "elettricità" continua a basso voltaggio e ad alta frequenza....così come sul muscolo tibiale dx........Vi chiedo cortesemente di dirmi se in effetti la quasi scomparsa di fascicolazioni può confermare l'esclusione della SLA di cui avevo paura e indicarmi quali siano le possibili cause di questa "eletriccità" che avverto.

Grazie e saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
Chiedo scusa per l'insistenza ma pregherei uno di voi cortesemente di rispondere alla mia precedente domanda....Vi chiedo scusa ma sono molto ansioso....devo aprire un mutuo per acquistare la mia "prima" casa ma ho già perso due occasioni in questi 8 mesi perchè ho paura di aprire il mutuo e di lasciare debiti ai miei genitori per colpa di una malattia.....Grazie ancora
[#10]
Dr. Rosario Vecchio Neurologo 1,4k 32 22
Gentile Utente,

credo che il quadro clinico che teme sia già stato escluso dai clleghi di Pisa a cui Lei si è rivolto. Ora il secondo passo che dovrebbe fare è quello di affrontare il trattamento dello stato d'ansia.

Cordiali Saluti

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa