Utente 241XXX
Gentili dottori, mia moglie (43 anni) ha recentemente fatto una RMN encefalo con il seguente referto: “ piccola area di leucoencefalopatia in sede frontale sn all’altezza del centro semiovale. Sull’emisfero cerebellare di destra è presente area di alterato segnale con dubbia gliosi perilesionale, riferibile in prima ipotesi a piccolo esito malacico, ipotesi secondaria a dilatazione di un solco corticale. Segni riferibili a dilatazione degli spazi perivascolari dei nuclei della base. Nella norma il sistema ventricolare e lo spazio liquorale periencefalico.”.
Il motivo che ci ha spinto all’esame è stato un evento un anno fa circa in cui per qualche secondo perse l’equilibrio ed ebbe difficoltà a parlare correttamente (dislalia?) per una decina di minuti. Questa “balbuzie” sì era attenuata nei mesi successivi ma si è ripresentata più frequente negli ultimi mesi. Negativi ecocolordoppler tronchi sovraortici, TAC cranio senza mdc, ecocardiogramma, è presente un po di anemia e la pressione è bassa. Abbiamo fissato una visita con un neurologo ma siamo molto preoccupati per la numerosità delle segnalazioni della RMN non avendo ben chiaro quale è la segnalazione più grave. Il medico di base dice di non preoccuparsi eccessivamente anche se ci ha detto che il quadro che emerge è tipico di persona anziana (…). Cosa ci consigliate di fare? Sono i primi segnali di una qualche forma di malattia degenerativa?
Grazi per l’attenzione.

[#1]  
Dr. Andrea Foti

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
è vero , non ci sono lesioni particolarmente preoccupanti, se non fosse per il fatto che Sua moglie è giovane e, di regola, queste immagini, sono più tipiche di persone oltre i 65 anni. Il consiglio che posso darLe è di far eseguire un prelievo di sangue che studi un'eventuale trombofilia, cioè una tendenza eccessiva, talvolta su base familiare, a manifestare piccole trombosi arteriose e/o venose. Inoltre, Sua moglie soffre di emicrania? Talvolta gli emicranici hanno queste immagini alla RM...in ogni caso è bene che si rivolga al suo neurologo di fiducia, per una visita e un'anamnesi più accurata.
Cordiali saluti

[#2]  
Dr. Vincenzo Sidoti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
CHIARI (BS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Condivido il parere del mio collega. In attesa di una valutazione clinica , consiglio anche esecuzione di un doppler transcranico per escludere uno shunt dx-sn da forame ovale pervio (pregresso minor stroke emisferico cerebellare cardioembolico?) Cordialmente, dott V.Sidoti
Dott Vincenzo Sidoti

[#3] dopo  
Utente 241XXX

Gentili dottori, grazie per i consulti forniti. Effettivamente mia moglie soffre di emicrania con aura, in particolare con disturbi di tipo visivo.
Gli episodi non sono molto frequenti (qualche volta all'anno) e neanche particolarmente dolorosi. La frequenza, inoltre, è diminuita negli anni.

Cordiali saluti