Utente 369XXX
Mia figlia di 7 anni dimostra del "fastidio" per comportamenti altrui (di solito dei genitori e in particolare della mamma, ma credo solo perché siamo più a contatto con lei quotidianamente) e reagisce in modo "particolare".
Faccio degli esempi:
ciò che le crea "fastidio" sono i "rutti" anche fatti in modo silenzioso (a volte ti guarda e dice "hai fatto un rutto, vero?", a volte è vero, ma altre volte no); i movimenti altrui con la bocca; che io, la madre, pronuncio parole can la "t" o la "s", o parole come "attimo", "momento", o che muova la mano o il "dito" in un modo che a lei da' "fastidio".
Quando osserva tali comportamenti nei genitori reagisce in modo particolare: "pulendosi", ovvero si spoglia e si vuole cambiare, oppure strofina con le sue mani gli abiti, oppure utilizza un po' di sua saliva,
oppure nei miei confronti, madre, mena, da calci o pizzichi. Il tutto strillando e aggredendo anche verbalmente es: "hai detto la s, hai fatto un rutto ..."
Ho notato che ci osserva anche quando pensiamo stia facendo altro; concentra la sua attenzione sui nostri comportamenti e quindi reagisce anche a distanza, ad esempio se muovo la mano in un modo che a lei da fastidio anche se non sto interagendo con lei smette di fare ciò che sta facendo e viene a farmi male.
Per quanto riguarda i comportamenti violenti nei miei confronti, Le specifico che in casa non usiamo averne nei confronti di alcuna persona, e non capsico quindi perché si comporti in tal modo.
Chiedo consigli su come comportarmi.
Ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Sua figlia ha questi comportamenti soltanto con voi genitori o anche con altri? A scuola come si comporta con i coetanei e con le maestre? Pratica sport o altre attività?
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it

[#2] dopo  
Utente 369XXX

La ringrazio per la risposta.

Mia figlia ha questi comportamenti solo con noi genitori. Le maestre non ci hanno segnalato nulla e il rapporto con i compagni è normale.

Parlando con lei, ci ha detto che anche le maestre fanno movimenti con la bocca, ma le danno "poco" fastidio.

Per quanto riguarda lo sport, in orario extrascolastico pratica nuoto, già da alcuni anni, e ginnastica ritmica.

Proprio ieri mi ha detto di non voler più andare né a nuoto né a ginnastica ritmica. Le motivazioni: per nuoto dice perché le dicono sempre "gambe, ecc." per ritmica nessuna.

Per alcuni giorni non è andata a nuoto perché prima di andare iniziava a piangere e a dire che aveva mal di testa e nausea.
Rappresenta mal di testa e nausea a volte anche a casa in quest'ultimo mese.

Per quanto riguarda nuoto ci è sempre andata abbastanza volentieri, l'acqua le piace e non ha timori, in acqua è contenta e ride e ha fatto nuove amicizie. E' autonoma e vuole essere autonoma nel gestire lo spogliatoio (es. doccia, vestirsi ...). Dopo la lezione di nuoto amava continuare a giocare correndo fuori dai locali della piscina e sembrava serena.

Dalla scorso settembre dopo che le porgo il costume prima di indossarlo lo mette un po' in bocca e lo "pulisce" cioè ci passa una mano delicatamente sopra. Cerca anche di allentarlo per renderlo meno aderente.
Le ho acquistato anche un nuovo costume ma non lo ha mai voluto indossare.

Segnalo che sin da piccola è molto infastidita dall'indossare abbigliamento che lei trova scomodo o aderente, anche se a volte a noi genitori non sembra.

E' quindi molto ripetitiva nello scegliere l'abbigliamento da indossare in quanto gradisce solo pochi capi che ha (una felpa gradita perché comoda e una maglietta preferita sempre perché comoda). Vorrebbe capi diversi da indossare ma è difficile trovare cosa gradisce indossare. Quando faccio nuovi acquisti di abbigliamento per lei le faccio sempre preventivamente indossare i capi e le chiedo se trova comodo ciò che indossa, ma a volte anche ciò che sembrava a lei comodo non lo indossa.

Al pari non gradisce acconciature per capelli, o comunque solo molto molto occasionalmente.

Attendo cortesi suggerimenti.

[#3] dopo  
Dr. Vassilis Martiadis

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FORMIA (LT)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
É opportuno che la bambina venga visitata direttamente da uno specialista in neuropsichiatria infantile. Il fatto che la bambina sia ben integrata a scuola e nelle attività extra scolastiche é un buon segno, tuttavia alcuni co portamenti che lei riferisce é bene che vadano indagati dallo specialista, senza doversene necessariamente allarmare. Lo specialista osserverà la bambina e colloquierà con voi genitori e saprà i dicarvi, se necessario, quali accorgimenti adottare.
Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis
Psichiatra e Psicoterapeuta
www.psichiatranapoli.it