Utente 383XXX
Salve, ho un bimbo di quasi 3 anni che ancora non parla (dice solo mamma,papà,ciao, i numeri, qualche lettera dell'alfabeto e i versi degli animali) tanto che quando vuole qualcosa ci prende per mano e ce la indica. Lasciando stare ciò, (potrebbe essere un parlatore tardivo?) da qualche mese abbiamo cambiato casa e da allora sono cominciati dei comportamenti strani: corre avanti indietro per una stanza, sovraeccitato,facendo versi per minuti interi;
ruota su se stesso ridendo da solo;
la notte si sveglia, canticchia qualcosa e ripete sempre gli stessi versi/ suoni che probabilmente associa a un video/cartone (non guarda la tv per più di un'ora al giorno);
quando guarda i cartoni si agita e lancia oggetti piangendo se magari vede una scena troppo dinamica o dove un personaggio si è fatto male.
La stessa rabbia la manifesta se lo rimproveriamo e ci opponiamo ai suoi capricci continui ( perora è nella fase del No).
Volevo sapere se sono comportamenti normali a questa età, che potrebbero passare con la crescita o se è meglio una consulenza neuropsichiatrica.
P.s
aggiungo che mio figlio è nato di 8 mesi e per un'infezione da streptococco è stato il primo mese di vita in terapia intensiva sotto antibiotici.

Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Il trasloco è uno stress anche per il bimbo, ma io focalizzarsi l ' attenzione su voi genitori per capire come vi relazionate col piccolo perchè è importante stimolato sia per il linguaggio anche se si fa capire sia per i comportamenti quali capricci. Che paletti mettete?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 383XXX

Grazie per la risposta. Allora per quanto riguarda il linguaggio cerchiamo in tutti i modi di insegnargli nuove parole leggendo favole, descrivendo le illustrazioni che lo attraggono molto, disegnando(attività con cui ha imparato i colori, cioè se gliene chiedo uno specifico lui prende il colore esatto e me lo da),con giochi interattivi istruttivi con cui sta imparando i numeri o le lettere dell'alfabeto. Quando vuole qualcosa facciamo finta di non capirlo per farlo sforzare a dirci qualcosa, oppure gli pongo delle scelte (vuoi il biscotto o lo yogurt?) ma risponde solo quando non vuole una cosa dicendo di no, mentre raramente dice di si.La cosa che lo fa interagire di più sono le canzoncine e le filastrocche che spesso completa lui con parole come mamma,nanna, tu, più..ma per il resto qualsiasi altra parola la sostituisce con sillabe come to,ta, pi...
La pediatra dice di aspettare l'ingresso all'asilo e vedere se ci sono miglioramenti dopo un paio di mesi. Se cosi non fosse lo porterò dal logopedista.
Lei cosa mi consiglia?

P.s per quanto riguarda i comportamenti descritti prima posso stare tranquilla??

Grazie, saluti.