Utente
Salve, sono la mamma di un bimbo di 3 anni e 2 mesi che ancora non parla... O meglio dice qualche parola quando le va ma non fa ancora discorsi di senso compiuto, inizio con il dire che il mio bimbo ha sofferto dall età di 1 anno e mezzo fino a luglio di quest anno di ipoacusia bilaterale con timpanogramma di tipo b ad entrambe le orecchie, il bimbo ad ora non parla... Quando ha bisogno di qualcosa o la prende da solo o ci porta e ci indica cosa vuole con il dito ma non sempre, è un bimbo molto buono raramente fa i capricci, interagisce abbastanza bene con i coetanei, gioca con tutto in maniera adeguata, richiede sempre la nostra presenza per giocare e raramente gioca da solo, ha camminato a 13 mesi, mangia regolarmente tutto, e non ha più il panno dai 2 anni e 6 mesi... Esegue piccoli comandi... È molto curioso, agile... Unica pecca oltre al linguaggio non si gira se chiamato per nome ma si gira immediatamente se al nome accompagno azioni come andiamo/vieni/tieni... Si sa spogliare da solo ma non vestire... Conosce l alfabeto e i numeri e li sa anche leggere se scritti su un foglio anche in ordine sparso... Mangia da solo e beve da solo a tavola... Conosce il nome di alcuni animali e i loro versi e completa le canzoni che conosce quando gliele cantiamo... Ama sfogliare i libri e ascolta volentieri qualche favola... Contatto visivo sempre presente e costante dal metro di distanza da molto vicino invece tende a non guardarci negli occhi... Le chiedo gentilmente se alla luce delle informazioni che le ho fornito potrebbe trattarsi di un ritardo del linguaggio causato dall ipoacusia o secondo lei ci potrebbe essere dell altro?
Grazie per l attenzione

[#1]  
Dr. Flavio Gioia

20% attività
20% attualità
0% socialità
CORATO (BA)
RUVO DI PUGLIA (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
L'ipoacusia può aver avuto un'influenza negativa sullo sviluppo del linguaggio. Lei non lo scrive ma ipotizzo che il timpanogramma di tipo B possa essere dovuto ad otiti per cui, per quanto possibile, cercate di tenere sotto controllo la situazione durante i mesi più freddi.
Consiglio comunque una visita da un neuropsichiatra infantile per escludere altre cause concomitanti e valutare l'opportunità di un trattamento logopedico.

Cordiali saluti
Dr. Flavio Gioia

[#2] dopo  
Utente
Salve, innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.. Si il timpanogramma di tipo b bilaterale è dovuto a ricorrenti otiti non curate in maniera adeguata, ho dimenticato di dire che il bimbo imita ogni nostro comportamento.. È molto attento ai giochi che facciamo insieme.. Non fa gioco ripetitivo e da qualche giorno usa l immaginazione per creare un trenino con la locomotiva che ha e vari oggetti a similare dei vagoni.. Ama giocare a nascondino e ci cerca.. Ama correre con noi ed è lui a dire pronti partenza via, arrampicarsi con molta agilità.. La notte riposa tranquillamente fino al mattino..la logopedista con la quale abbiamo avuto un colloqui di pochi minuti ci ha parlato di autismo di primo grado.. Alla luce di quanto detto.. Seppur conoscendo i limiti di un consulto a distanza lei cosa ne pensa? Grazie mille

[#3]  
Dr. Flavio Gioia

20% attività
20% attualità
0% socialità
CORATO (BA)
RUVO DI PUGLIA (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
L'autismo di livello 1 è la forma più lieve ma anche la più difficile da diagnosticare in età precoce perché caratterizzata da sintomi più sfumati per cui è indispensabile una visita specialistica.
Nella precedente risposta le avevo consigliato una visita da un neuropsichiatra infantile in quanto vostro figlio sembra presentare uno sviluppo disomogeneo con aree dove è indietro (nel linguaggio) e aree in cui è molto avanti rispetto ai coetanei (l'aver già appreso le lettere e i numeri).
Sono comunque condizioni che rispondono bene ai trattamenti riabilitativi.
Dr. Flavio Gioia

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora per la cortese risposta.. Provvederemo a seguire le indicazioni che ci ha dato.. Mi scusi se la disturbo ancora cosa intende con condizioni che rispondono bene ai trattamenti riabilitativi? C è qualche speranza che la situazione possa risolversi nel migliore dei modi? Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Flavio Gioia

20% attività
20% attualità
0% socialità
CORATO (BA)
RUVO DI PUGLIA (BA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2020
Se ne parla poco ma in letteratura vengono citati casi di guarigione dall'autismo.
Nei disturbi del linguaggio non associati ad autismo o a ritardo cognitivo la guarigione si raggiunge nella maggior parte dei casi.
È importante però ottenere una diagnosi corretta e un trattamento riabilitativo precoce al fine di sfruttare la grande plasticità neuronale dei bambini.
Dr. Flavio Gioia