Utente 270XXX
Salve dottori,
vi scrivo per una semplice curiosità.
Oggi, sull'inserto Salute di Repubblica, ho appreso dell'esistenza di insidiose ictus silenti. Ma, dopo un breve approfondimento su internet, mi è parso di capire che si tratti di eventi riferibili a persone in età più avanzata. Mi sbaglio, o anche i giovani sono a rischio?

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
E' capitato ad un mio paziente di meno di 40 anni di avere un danno infartuale da cui si è ripreso molto bene. Può approfondire su http://www.xapedia.it/neurologia/find.php?l=i&w=Ictus+omocisteina in quel caso integrazione con acido folico ne riducono il rischio. Durante gli esami del sangue eseguire anche un dosaggio dell'omocisteina è utile.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum