Utente 167XXX
Buongiorno,
sono una cinquantenne e vorrei alcuni chiarimenti riguardo a una : due anni fa, durante attività sportiva, ho subito la dissezione dell'arteria vertebrale destra trattata con anticoagulanti e risolta con la ricanalizzazione dell'arteria stessa. In questa circostanza sono stata sottoposta ai seguenti esami, che riporto come indicati nei referti: 1) angio-tc intracranica arteriosa, angio-tc extracranica venosa, tc encefalo senza e con mdc, ricostruzione tridimensionale tc (al momento del ricovero); 2) angiografia digitale cerebrale diagnostica (a due giorni di distanza); tc encefalo senza e con mdc, angio-tc intracranica arteriosa, angio-tc extracranica arteriosa, ricostruzione tridimensionale tc(dopo sei mesi dal fatto) e angiografia digitale cerebrale (a un mese dall'ultima tac). Ora, a distanza di tempo, pur essendo consapevole della necessità di questi esami (anche se forse non di tutti, perché credo che le ultime due tc potessero essere evitate, in quanto superate in precisione dall'angiografia) sono molto preoccupata delle possibili conseguenze nel tempo legate alle radiazioni ricevute. Le domande sono: nel caso ad esempio degli esami tc eseguiti al ricovero, la dose di radiazioni corrisponde a quella di una singola tc o di più tc, come mi sembra di capire? In pratica a quante dosi corrispondenti a singole tc e angiografie sono perciò stata sottoposta e quali rischi corro? E' opportuno pensare per il futuro ad accertamenti volti a prevenire eventuali conseguenze? Mi scuso per l'ansia e i dubbi forse banali per un esperto e ringrazio per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Raffaello Sutera

28% attività
4% attualità
12% socialità
BAGHERIA (PA)
MARSALA (TP)
PETRALIA SOPRANA (PA)
PALERMO (PA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
ha fatto 2 angiografie e due TC (sebbene con mdc e qualche scansione in più di quelle semplici senza contrasto), e la dose che ha assorbito è comunque trascurabile e pari a quella che assorbiamo comunque con la radiazione di fondo emanata dai muri delle nostre case in circa 5-10 anni.
Saluti.
Dr. Raffaello Sutera
Specialista in Radiodiagnostica
www.raffaellosutera.it