Utente 230XXX
Buongiorno, esattamente un anno fa mio padre,75 anni, ha avuto un malore, è caduto e ha battuto la testa, ricoverato in ospedale ha fatto parecchi esami tra cui una tac celebrale con il seguente esito:
Ipodensità a livello dellla sostanza bianca preventricolare-sottocorticale sovratentoriale, in sede Capsulo nucleare e celebrale compatibile con vasculopatica cronica-esiti.
In asse le trutture della linea mediana .
Cavità ventricolari e spazi subaracnoidei un po' piu ampi, su base artrofica.
No fratture.
Alterazioni artrosiche sono presenti a livello delle vertebre cervicali, più evidenti nel tratto C4-C7, anche con carattere piccoli steofiti somatomarginali posteriori.
Ispessimento contusivo delle parti molli extracraniche frontali a dx.

In questi giorni abbiamo ripetuto la TAC con i lseguente esito :

Ipodensità nella sostanza bianca preventricolare-sottocorticale, più rappresentate in adiacenza dei trigoni e compatibili con vasculopatia cronica.
non evidenti aree di alterata densità parenchimale in sede sottotentoriale.
in asse le strutture della linea mediana.
Cavità ventricolari e spazi sub aracnoidei unpo' piu ampi su base artrofica.


Vorremmo sapere se da questi responsi si evinca un peggioramento della situazione.


Mio padre è un ex fumatore, anche adesso ogni tanto qualche tirata.., ci hanno detto che è un soggetto iperteso, prende le pillole per la pressione e la cardioaspirina, per regolarizzare flusso sanguigno e pressione arteriosa.
Vi ringrazio moltissimo per la cortese disponibilità


[#1] dopo  
Dr. Nunzio Paolo Nuzzi

24% attività
0% attualità
12% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
Gentile Utente 23084,

Il referto di qualsiasi esame, compresa la TC cerebrale, è di tipo "descrittivo". Per spiegare un'immagine, due diverse persone possono descrivere la stessa cosa con frasi differenti; per poter davvero valutare se tra i due esami si veda o meno un peggioramento bisogna che essi vengano valutati a confronto da un unico specialista. Mi rendo conto che, a distanza di un anno, magari in ospedali differenti e/o con differenti specialisti di turno, questo non sia sempre possibile.
Comunque, i reperti descritti sembrano far parte di un fisiologico "invecchiamento" delle strutture cerebrali. Se Suo padre non ha particolari disturbi, non mi preoccuperei più di tanto di fare il confronto fra le due TC. Altrimenti, lo farei.

Restando a disposizione per ogni ulteriore chiarimento o consiglio,
Cordialità
Dr. Nunzio Paolo Nuzzi
Direttore S.C. Neuroradiologia Diagnostica e Interventistica - E.O. Galliera Genova
paolo.nuzzi@galliera.it