Utente 272XXX
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 33 anni che il 30 di Settembre, ha avuto una trombosi oculare dx (Microemorragia peripapillare e emorragia intraretinica in prossimità del vaso venoso superiore).
Ricoverato, ho fatto tac e doppia risonanza, una senza mdc e una con mdc.
Il referto lo devo ancora prendere, ho avuto però di in mano la mia cartella clinica prima della risonanza con mdc e prendere "qualche appunto".Non mi han fatto ecocardio nè eco color doppler della carotide...cosa che mi ha prescritto immediatamente ieri l'ematologo consulato esternamente alla struttura ospedaliera in cui sono stato ricoverato.

Questo è il referto della ris senza mdc.

PRESENZA DI MICROFOCOLAI DI ALTERATO SEGNALE A LIVELLO DEL PEDUNCOLO CEREBRALE E DI DX IN SEDE FRONTALE PROFONDA SINISTRA E A LIVELLO SOPRAVENTRICOLARE PARIETALE PROFONDA SINISTRA DEL TUTTO ASPECIFICI. LINEA MEDIANA IN ASSE. APPREZZABILI SPAZI LIQUOLARLI PERIENCEFALICI DELLA BASE E DELLA VOLTA.

Ieri, a visita ematologica, chi ha visto tale appunto, ha sentenziato esservi tracce di piccole ischemie cerebrali già cicratizzate, possibile?

In attesa di avere copia dei dvd e copia della cartella..mi devo preoccupare ancor più di quanto già non sia per la problematica all'occhio (per fortuna ancora vedo con entrambi gli occhi..!)

Distinti saluti!

[#1] dopo  
Dr. Eytan Raz

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
"MICROFOCOLAI DI ALTERATO SEGNALE A LIVELLO DEL PEDUNCOLO CEREBRALE E DI DX IN SEDE FRONTALE PROFONDA SINISTRA E A LIVELLO SOPRAVENTRICOLARE PARIETALE PROFONDA SINISTRA DEL TUTTO ASPECIFICI."

Il radiologo dice che sono reperti aspecifici. Non potendo vedere le immagini devo fidarmi del giudizio del collega. Potrebbereo essere artefatti, potrebbero essere "piccole ischemie cerebrali già cicratizzate" o potrebbero essere esiti di un trauma pregresso o potrebbero essere tante alter cose.

Bisogna vedere le immagini a fronte del suo quadro clinico. Sono convinto che il suo team, a fronte di tutti i risultati sapra' prendersi cura della sua situazione.

Dr. Eytan Raz