Utente 262XXX
spett.le dottore,dopo aver subito un intervento di embolizzazione di mav intracranica vorrei sapere se per un controllo dei vasi arteriosi e venosi è più indicata la angio-tac oppure l'angio-rm. Che differenza c'è tra i due esami? In attesa di una sua risposta, Le porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Eytan Raz

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
ha subito solo embolizzazione o anche radioterapia? la MAV e' stata embolizzata completamente?
Dr. Eytan Raz

[#2] dopo  
Utente 262XXX

Gentile dottore, mia figlia di anni 16 ha soltanto subito l'embolizzazione della MAV che sembra sia stata chiusa completamente (intervento effettuato a settembre del 2011), dopo circa 2 mesi però oltre ad avere ancora frequenti e forti mal di testa accompagnati da forte nausea, è comparsa pure una forte tachicardia (circa 130-140 battiti al minuto a riposo) attualmente trattata con betabloccante. Il cardiologo ha escluso qualsiasi problema cardiaco e pensa che questo problema sia derivato dall'embolizzazione. Forse è stato chiuso un vaso sbagliato? Per poter capire qualcosa in più, quali esami mi consiglierebbe di fare? Distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Eytan Raz

36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2010
Considerato il quadro, le consiglio di contattare il Neuroradiologo Interventista che le ha fatto l' intervento.

Le possibili opzioni di followup radiologico sono la angio-TC, la angio-RM e la angiografia per catetere, opzione che lei non ha considerato nel suo post. Personalmente questa terza opzione sarebbe la mia preferita per vari motivi, innanzitutto perche' e' la tecnica piu' affidabile e accurata.

Angio-TC o angio-RM, sono pressoche' simili, ma sicuramente hanno una accuratezza minore rispetto alla angiografia per catetere. Decidendo fra i due esami e' meglio fare RM con sequenze angio poiche, al contrario della TC, non vengono usate radiazioni.
Dr. Eytan Raz