Utente 681XXX
Egregi Dottori,
a seguito continui fastidiosi dolori alla schiena, mi sono decisa a fare una risonanza magnetica alla regione cervicale, dorsale e lombosacrale, il referto dice:
RMN REGIONE CERVICALE
Non esistono zone di alterato segnale a livelo del midollo spinale in regione cervicale; protusione discale mediana a livelo di C6-C7; protusione discale mediana e paramediana sx a livello di C5-C6 e C4-C5; protusione discale mediana a livello C3-C4.
RMN REGIONE DORSALE
Non esistono zone di alterato segnale a livello del midollo spinale in regione dorsale non alterazione segnale all'interno del canale spinale in regione dorsale; modeste protusioni discali mediane a livello di D11-D12 e D7-D8.
RMN REGIONE LOMBOSACRALE
Non esistono zone di alterato segnale a livello del cono midollare; marcata protusione discale mediana a livello L5-S1; marcata protusione discale mediana e paramediana destra livello L4-L5 e L3-L4 e modesta protusione disclae mediana a livello L2-L3 e L1-L2.

Sinceramente non ho compreso cosa siano queste 'protusioni' che mi sembra di notare siano diffuse su quasi tutta la colonna. Trattasi di ernie? Considerata la mia età (63 anni), c'è qualcosa che mi possa aiutare ad alleviare i dolori soprattutto nella zona lombare che sfocia alcune volte in dolenzie agli arti inferiori?

Ringrazio per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
con il termine protrusione si intende una parziale fuoriuscita del disco dalla sua sede fra due vertebre, mentre si parla di ernia quando il disco è completamente o quasi fuoriuscito. Spesso però la descrizione delle immagini è soggettiva nel definire, una fuoriuscita del disco, ernia o protrusione.
Non solo, a volte, la protrusione può essere sintomatica e l'ernia no.
Detto questo, devo anche dirLe che dopo i 50 anni il quadro emerso agli esami effettuati può considerarsi abbastanza congruo come espressione dei fenomeni di artrosi.
In casi del genere è necessaria una attenta valutazione sia delle immagini che della clinica per coglierne i sintomi significativi e identificare il livello eventualmente responsabile dei disturbi che Lei accusa e che ci descrive, però, in modo del tutto generico.
Disponibile per eventuali chiarimenti ulteriori, La saluto con cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano