Utente 405XXX
Buongiorno dottore,
volevo sottoporle i sintomi che avverto da circa 40 per avere un suo parere.
Ho 40 ( ad Aprile 41), e soffro di microdadenoma ipofisario prolattina sercente, di circa 5 mm in cura con dostinex da circa 7 anni.

Da circa 40 gg avverto dei sintomi che mi stanno allarmando molto, direi che sono in panico totale.

Circa 40 gg fa ha iniziato a farmi male il braccio sx, poi episodio di parestesia ( sensazione di gamba fasciata all'altezza dello stinco gamba dx per 3/4 gg).
Poi episodi di forte nausea, che duravano per gg interi, non dipendenti dal cibo, appetito quasi normale.

Poi è inziata una stanchezza anomale.
Poi episodio di forte dolore al piede/caviglia sx che mi ha fatto zoppicare per 3 /4 h poi rientrato spontaneamente.
Poi forte stanchezza e senso di stordimento che mi porto dietro da 20 gg, come se fossi ubriaco e che migliora se mi sbraio.
Dolori muscolari sparsi, episodio di fitta al ginocchio dx, molto intensa durata circa 30 minutii, a riposo.
Poi da circa 7 gg, dolori muscolare agli avambracci, e alle mani, ai polsi, alle caviglie e sensazione di quasi inizio crampo ai polpacci soprattutto dx.

Chiaramente ho letto su internet di tutto e sono in paranoia per la SLA.

Ho effettuato RMN encefalo senza MDC per controllo adenoma, ma tutto è invariato, e non è riportata alcuna altra alterazione.

Anche a riposo avverto un fastidio alle braccia e alle mani, ai polsi, alle dita, quasi superiore a se non fossi in movimento.

Premetto che sono un tipo molto ansioso, direi ipocondriaco, ma non credo si possa somatizzare questi sintomi e dolori intensi muscolari in modo cosi continuativo.

Ho prenotato visita neurologica e EMG ed esami di controllo sangue per dosaggi tiroide, reuma test, e dosaggi di altre proteine etc.

Attendo con ansia suo riscontro.

Grazie
Luigi

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Luigi,

dove ha letto che la SLA esordisce con dolore?
Questa è una malattia che colpisce i neuroni motori o motoneuroni mentre il dolore è un sintomo sensitivo, Le pare che la SLA possa esordire con un sintomo sensitivo?
Detto questo, effettui la visita neurologica già prenotata per una valutazione diretta del problema e non utilizzi internet ai fini di autodiagnosi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Buongiorno dott. re la ringrazio per la risposta.
Oggi effettuerò la visita neurologica e la aggiornerò.

La mia paura nasce da dolori strani e continuativi e sensazioni mai avvertite prima, e da una strana sensazione.

Inoltre ho omesso di dirle che io ho perso mio padre all'età di 6 anni improvvisamente nell'arco di 3 ore, si è sentito male si sono irrigiditi gli arti e la situazione è degenerata con progosi di CID.

Per cui temo che cmq noi figli abbiamo eritariamente qualche disfuzione autoimmune, infatti mia sorella ha la celiachia, un altra sorella alle prese con situazioni di gondiori e dolori cutani improvvisi ed importanti da anni e di cui non si riesce a venire a capo.
Da qui il mio timore di una malattia neurodegenerativa di origine anche ereditaria.

Ho letto tra le varie cose che la SINDROME DI GUILLAIN-BARRE', può avere anche una evoluzione fulminea.
Potrebbe essere stata quella la causa del decesso di mio padre 34 anni fa improvvisamente.
Dal momento che dal responso dell'ospedale non si evince ma mettono solo come causa di morte la CID, che chiaramente è una condizione consequenziale ad un evento scatenanate?
Questo solo per un suo parere professionale e per chiarire un dubbio che non ho mai dipanato sulle cause di devesso di mio padre.

Grazie
Luigi

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è impossibile stabilire la causa del decesso di Suo padre.
La CID di solito riconosce a monte una situazione clinica che deve essere individuata dai medici che seguono il paziente.
Ritengo che Lei in merito abbia letto tanto, non so se si è potuto fare un'idea, dipende anche dalla situazione clinica in cui Suo padre si trovava prima dell'evento tragico.
La S. di Guillon-Barrè? Non è molto probabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 405XXX

Buongiorno dottore,
dalla visita neurologica è emerso rot AAII vivaci.
Mi ha prescrtito RMN midollo e cervicale C-D
Dal momento la RMN encefalo l'ho gia effettuata per via dell'adenoma e risulta negativa.

io continuo ad avere grande pesantezza soprattutto agli arti inferiori con sensazioni quasi di inzio crampo ai polpacci soprattutto dx.
Inoltre mi sono capitati altri 2 episodi strani, identici uno braccio sx avantieri sera ed uno ieri sera braccio dx.
Ovvero tipo scossa lungo il braccio terminata su mignolo con sensazione di formicolio.
Al braccio sx passata subito in 10 secondi al dx sensazione di leggero intorpidimento del mignolo ancora presente stamattina.

Cosa devo pensare?
Sono molto impaurito e non faccio atro che pensare a SLA e SM e cose del genere, leggendo tutto lo scibile del caso.

Grazie
Luigi

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Luigi,

le ho già detto che la SLA non si manifesta con sintomi sensitivi e Lei riferisce solo questi, scosse e formicolii.
Il problema potrebbe risiedere a livello della colonna vertebrale, pertanto è certamente indicata la RM del tratto cervicale e dorsale ma, considerata la sintomatologia anche agli arti inferiori, estenderei l'esame anche al tratto lombosacrale, ne parli col neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro