Occhio destro rosso

Mi chiamo Mario ho 33 anni vivo a Trieste
La mia storia inizia circa 8 anni fa, quando un giorno al risveglio mi accorsi di avere l'occhio DX arrossato, da allora per me è diventato un calvario fatto di molteplici visite oculistiche, otorinolaringoiatra ma senza ottenere mai nessuna diagnosi chiara o risoluzione del problema.
Da quella famosa mattina, per un periodo direi molto lungo sono arrivato ad utilizzare anche 4/5 volte al giorno un collirio di nome IMIDAZYL per mascherare questo occhio destro sempre arrossato. I sintomi sono: rossore e infiammazione, sensazione di corpo estraneo, pesantezza, fastidio al vento a fonti luminose, aria condizionata, ambienti chiusi ecc (i disturbi sono solo localizzati all’occhio destro mentre il sinistro non manifesta alcuna ipersensibilità e/o iperemia ) Ovviamente i vari oculisti che ho consultato mi hanno prescritto cortisoni su cortisoni, antistatici, gocce varie e quant'altro, finchè da circa 2 anni ho deciso in maniera definitiva di non utilizzare piu nulla salvo IMIDAZYL monodose in casi estremi.
Circa 1 anno fa sono stato a Roma dal Prof. Dario Granata(otorino) e il Dott. Stefano PINTUCCI (oculista purtroppo deceduto molto giovane) . Ho avuto una prima visita dal Prof. Dario Granata che con il sondaggio del naso, mi diagnosticò un’ipertrofia ai turbinanti nasali e che dette strutture andavano trattate a mezzo laser per avere una migliore respirazione e drenaggio delle vie lacrimali (quindi mi fu detto dallo stesso che la causa della mia patologia era associata al naso e che erà inutile sottoporsi alla visita oculistica con il Dott. Stefano PINTUCCI). Mi prescrisse una cura desensibilizzante perché sono allergico alla polvere e peli di cane e mi consiglio di sottopormi all’intervento col laser per decongestionare questa ipertrofia. Feci la cura desensibilizzante prescrittami ma senza ottenere nessun beneficio finchè di recente prima di sottopormi all’intervento consigliatomi sono stato ancora una volta da un'Otorino di Trieste che ha voluto indagare sulla diagnosi fattami prescrivendomi una TAC con contrasto delle vie lacrimali e un sondaggio delle stesse da parte di un Medico Oculista. Bene la risposta è stata che le vie lacrimali non sono ostruite e il liquido di contrasto ha avuto il suo regolare percorso senza trovare nessun impedimento e che l’intervento ai turbinanti può solo che migliore la respirazione e che non esiste relazione con l’occhio.

A chi posso far vedere che tipo di iperemia ho in quell'occhio e come posso far attestare biomicroscopicamente se esiste una flogosi cronica congiuntivale?

Per favore, chi mi aiuta ?? esiste un medico che ha trattato qualche caso come il mio?? esiste una cura definitiva?? ho solo 33 anni e non mi va di trascinare questo problema per tutta la vita.
Grazie a tutti voi anticipatamente
Mario
[#1]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissimo Mario,
MI SEMBRAVA DI AVERTI GIA' DATO UNA RISPOSTA TEMPO FA!!
Se di neovasi si tratta non regrediscono!!
Bisognerebbe vedere la situazione neoangiogenetica in atto ed al limite provare a limitarla!!
Senza diagnosi CORRETTA del primum movens che ha generato la neoangiogenesi non curandala etiopatogeneticamente quindi non si nottengono risultati!!!
Un caro saluto
[#2]
dopo
Attivo dal 2009 al 2010
Ex utente
Salve!! PROF. DUILIO SIRAVO
grazie per la sua cortese risposta, purtroppo non penvavo di trovarla anche in questo blog.
Ho deciso comunque di pubblicare una nota al fine di ottenere anche altri pareri.
Grazie ancora per la sua risposta


[#3]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissimo,
come vede il mondo dell'informazione scientifica sanitaria specialistica on line è realmente efficiente!
Grazie per aver partecipato a MEDICITALIA!!!
Un caro saluto
[#4]
dopo
Attivo dal 2009 al 2010
Ex utente
Grazie Professore!!!
Lei conosce qualche oculista bravo come lei che esercita in friuli o limitrofe??
Vorrei sottopormi ad una visita per individuare la diagnosi corretta del primum movens.
cordialmente
Mario
[#5]
dopo
Attivo dal 2009 al 2010
Ex utente
Grazie Professore!!!
Lei conosce qualche oculista bravo come lei che esercita in friuli o limitrofe??
Vorrei sottopormi ad una visita per individuare la diagnosi corretta del primum movens.
cordialmente
Mario
[#6]
dopo
Attivo dal 2009 al 2010
Ex utente
Grazie Professore!!!
Lei conosce qualche oculista bravo come lei che esercita in friuli o limitrofe??
Vorrei sottopormi ad una visita per individuare la diagnosi corretta del primum movens.
cordialmente