Utente 959XXX
Innanzitutto ringrazio tutti per questo utilissimo servizio,vorrei chiedervi un parere, soffro di blefarite da circa dieci anni, molto probabilmente dovuta ad una patologia delle pelle, la rosacea, che purtroppo è una malattia cronica e non risolvibile. Questa malattia mi provoca una alterazione della secrezione sebacea e anche una blefarite con alterazione delle secrezione ghiandole di meibomio, non ho scaglie o perdita di ciglia, ma avverto bruciore,gonfiore, una leggera fotofobia a volte sensazione di corpoestraneo. Il problema infatti è solo questa secrezione schiumosa biancastra molto abbondande che confluisce sempre agli angoli delle palpebre provocando fastidio e uno aspetto sinceramente molto sgradevole, pensate che a volte mi cola dall angolo dell occhio come una bavetta bianca. Ora ho provato di tutto, colliri di ogni genere prescritti da diversi oculisti, ma solo l applicazione di pomate antibiotiche mi migliora la situazione, purtroppo però, basta che una sera non la applichi e il problema si ripresenta immediatamente il giorno stesso.Ora vorrei chiedere l uso prolungato di questi antibiotici mi è stato sconsigliato perchè possono a lungo andare danneggiare la pupilla, rischio veramente tanto con una applicazione solo alla sera?..e poi dato che non sono proprio sicuro che sia l effetto antibiotico a beneficiarmi prova ne è che con l antibiotico orale nn ho alcun miglioramento, sembra che sia piu che altro l effetto emoliente della pomata che apre i pori delle ghiandole e quindi faccia fluire piu facilmente il sebo dalle palpebre senza che solidifichi, volevo chiedere quindi non esiste una pomata che potrei applicare costantemente senza rischiare di danneggiare l occhio?..molte grazie e distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, perchè non prova ad usare solo dei gel o delle soluzioni per la cura e l'igiene palpebrale? In farmacia ne trova di diversi tipi sottoforma di soluzioni, di gel o di garze medicate.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 959XXX

grazie per la risposta velocissima dottore, ma vede non è un problema di igene palpebrale, è solo un problema di eccessiva secrezione, ho gia provato centinaia di prodotti colliri, gel, pasticche calde,salviettine per l igene palpebrale, ma nn mi fanno nulla pensi che se nn apllico la pomata antibiotica e si forma agli angoli delle palpebre la fastidiosa schiuma bianca anche se la pulisco con delle salviettine apposite si riforma nel giro di due tre minuti quindi capirà che il fatto di pulire le palpebre non ho alcun beneficio.le rinnovo le domande secondo lei rischio veramente tanto di causare danni all occhio con una sola apllicazione serale di ant. pomata e poi non esiste una pomata emolliente o meglio uno unguento che posso mettere nell occhi costantemente senza rischiare danni?

[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Se trova giovamento con una pomata antibiotica può usarla tranquillamente per tutto il tempo che vuole, basta che non sia in associazione con cortisone.
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#4] dopo  
Utente 959XXX

effettivamente io la uso da più di un anno costantemente, una volta al giorno e non avvertito alcun tipo di problema,ma la mia preoccupazione deriva dal fatto che diversi oculisti me l abbiano sconsigliato, dicendomi che a lungo andare potrei danneggiare la retina o la pupilla, grazie dottore del suo parere mi sento un più tranquillo ora..