Utente 103XXX
Salve,
sono una ragazza di 28 anni e scrivo perchè è da qualche tempo che avverto uno strano disturbo all'occhio destro: quando sono stanca, quindi sopratutto alla sera al termine di una intensa giornata, mi capita di avvertire un offuscamento della vista dall'occhio destro parecchio marcato. Per riuscire a leggere devo avvicinare tantissimo il libro, mentre TV e PC sono fuori discussione. Se provo a mettere la mano sull'occhio sx e vedere solo con quello dx è come se fossi sott'acqua!
Vi sto scrivendo oggi perchè negli ultimi giorni il problema è peggiorato in quanto mi son trovata a trascorrere molte ore fuori casa, camminando, e il caldo rendeva tutto più pesante, cosicchè, già dalle primissime ore pomeridiane, iniziavo ad avvertire il fastidioso disturbo e solo sedendomi e riposando un pò il problema scompariva. Non ci sono muchi, solo una leggera lacrimazione che compare un pò di tempo dopo la comparsa del disturbo, che quindi attribuisco allo sforzo cui l'occhio è sottoposto.
Premetto che non porto occhiali, ultimo controllo circa 5 anni fa, non ho disturbi della vista ma ritengo che a breve rivedrò l'oculista per un nuovo controllo, anche perchè ho passato gli ultimi 3 anni praticamente tutti sui libri.
Non ho particolari disturbi di ordine sistemico se non queste fastidiose extrasistoli e, col caldo, mi si abbassa un pò la pressione (intorno ai 90 di max). Inoltre ho disturbi di tipo gastrointestinale (reflusso gastro-esofageo e colon irritabile) ma questo non credo interessi in questa sede.
Vorrei una indicazione sommaria di cosa si possa trattare e come devo comportarmi. Tra 2 settimane devo partire per un meritato viaggio post laurea e non vorrei che qualcosa possa rovinarmelo!
Vi ringrazio anticipatamente per lo splendido servizio che offrite.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, da quello che racconta potrebbe trattarsi di diverse cose, io credo che si imponga un controllo oculistico...così potrà partire tranquilla. Ci faccia sapere
Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo