Utente 813XXX
Buongiorno.
Mia madre, anni 86, è stata sottoposta ad angiografia con fluoresceina sodica e verde di indocianina, questo il referto:
OD: drusen e difetti all'epitelio retinico pigmentato
OS: drusen e difetti all'epitelio retinico pigmentato, lesione evoluta.

Visus:
OD: 6,25/10 cc
OS: moto mano

Si consiglia controllo fra 6 mesi.

Ma non c'è niente da fare almeno per ritardare il più possibile l'avanzare della malattia? Sento spesso parlare di laser, iniezioni, etc.
Chiedo inoltre cosa significa moto mano e se la diagnosi è grave.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, il referto è abbastanza generico, deve essere il suo oculista sulla base dell'obiettività clinica e strumentale a suggerirle eventuali terapie possibili.
Moto mano lo dice la stessa parola: sua mamma vede soltanto il movimento della mano davanti all'occhio.E' una diagnosi abbastanza grave, ma mitigata dall'età di sua mamma e da un discreto residuo visivo nell'occhio destro.
cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#2] dopo  
Utente 813XXX

La ringrazio per la risposta. Credo di aver capito che, vista l'avanzata età di mia mamma, non farà in tempo a perdere completamente la vista poichè la degenerazione maculare è progressiva ma lenta. Spero che per lei sia lentissima! Grazie ancora.

[#3] dopo  
Utente 813XXX

Mi scusi se le rubo ancora un pò di tempo. Ma vorrei sapere quanto tempo più o meno ci vuole per raggiungere la cecità in una persona che come mia madre si è ammalata di questa patologia. Probabilmente è soggettivo ma mi piacerebbe conoscere la statistica.
Grazie.

[#4] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Buonasera, sicuramente e' soggettivo, non posso rispondere a questa domanda, ci sono molte variabili in gioco e non e' detto che si arrivi alla cecità

Cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo

[#5] dopo  
Utente 813XXX

Grazie, mi sento relativamente confortata.