Congiuntivite batterica e make up

Salve dottore, sono stata l'altro giorno in ospedale per una isita oculistica in seguito a numerosi fastidi agli occhi.
Mi capita ormai da mesi di svegliarmi al mattino con le palpebre notevolmente gonfie.
Inizialmente mi era stato detto di non preoccuparmi e mi era stato consgliata una crema contorno occhi ad azione drenante.
In seguito, circa un mese fa, mi è capitato di svegliarmi con gli occhi praticamente appiccicati e pieni di secrezione secca.
Essendosi trattato di un caso isolato avevo sottovalutato la situazione, finchè 5 giorni fa mi è capitata nuovamente la stessa e identica cosa.
Sono stata cosi da un'oculista il quale mi ha diagnosticato una lieve congiuntivite e prescritto un collirio netildex da assumere 2 volte al giorno per 5 giorni.
Ormai sono trascorsi 4 giorni ma avverto una sensazione di calore e gonfiore alla congiuntiva, sensazione che precedentemente non presentavo.
Intanto però mi pongo un dubbio che ahime non ho fatto presente al medico:
I cosmetici che ho usato fino ad ora potrebbero essere stati contaminati dal batterio? devo buttar via tutto?
Ho provveduto a lavare e disinfattare i pennelli per il trucco e sugli ombretti ho spruzzato dell'alcool a 95 gradi, ma non so se questa semplice azione possa essere sufficiente.
In particolar modo mi chiedo se sia il caso di gettare le matite contorno einterno occhi ce ho utilizzato o se sia sufficiente temperarle...
So che possono risultare domande stupide ma dovendo riprendere a truccarmi apena passata la congiuntivite, vorrei evitare un possibile effetto ping pong!!!!Purtroppo non posso evitare di truccarmi in quanto richiesto espressamente nel lavoro da me svolto.
La ringrazio.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Demetrio Romeo Oculista 509 10 2
Prima di gettare tutto bisognerebbe essere sicuri che di si tratti di un'infezione batterica. In caso di dubbio l'unico cosmetico da eliminare è il mascara. Sulle polveri i batteri non proliferano e le matite si possono temperare. I pennelli si possono disinfettare con amuchina.
Attenzione però alle allergie che come sintomi a volte sono simili.

Dr. Demetrio Romeo

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio dottore per la sua celere risposta.
Al momento non saprei dirle se si tratta di congiuntivite batterica o altro.
Io sono giunta alla conclusione che fosse batterica semplicemente leggendo il principio attivo del farmaco, dato da una combinazione di antibiotico e cortisone.
Però naturalmente lei ne saprà piu di me.
Intanto la situazione non sembra essere decisamente migliorata.
Sono trascorsi ormai 4 giorni e seppure fortunatamente non mi è piu capitato di svegliarmi con gli occhi appiccicati, di fatto continuo ad avere al mattino secrezione e occhi arrossati e gonfi.
Naturalmente ho provveduto a contattare l'oculista che mi ha vista al fine di prenotare una visita privata che però mi è stata fissata solo per la seconda settimana di gennaio.
Nel frattempo ,quindi, concludo la terapia e per quel che riguarda il make up farò a meno di truccarmi ancora fino alla fine della settimana dopodichè gettero via mascara e ombretti liquidi, conservando il resto, come da suo consiglio.
La ringrazio per la disponibilità.
Un saluto

La congiuntivite: quali sono le cause (batterica, virale o allergica) e i sintomi più comuni (occhi rossi, prurito, gonfiore). Come riconoscerla e come si cura.

Leggi tutto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio