Utente 148XXX
Buongiorno
circa un anno fa, in un periodo di forte stress (laurea) mi sono svegliato con la palpebra superiore destra gonfia. Pensando a una puntura di insetto ho aspettato si sgonfiasse del tutto, ma niente.
Due settimane dopo stessa cosa sull'altra palpebra, ho preso appuntamento dall'oculista che ha detto si trattava di un calazio e mi ha suggerito impacchi caldi e di massaggiare con un cotton fioc il puntino bianco che si era formato nella parte della palpebra a contatto con l'occhio per aiutare il "drenaggio" e il gonfiore è in poco tempo passato completamente.
Intanto però l'altro occhio non è mai del tutto guarito, forse perchè non l'ho trattato per tempo... L'abbassamento della palpebra varia da quasi impercettibile a qualche millimetro più bassa a seconda della giornata.
Magari non è la fine del mondo ma vedermi il viso asimmetrico mi infastidisce molto! Posso fare qualcosa? Nel caso di incisione chirurgica porteste darmi qualche dettaglio sullo svolgimento dell'operazione (rischi, tempi, convalescenza...ecc)?

Grazie

P.s. preciso che oltre a questi due episodi non ho mai avuto altri calazi

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
il calazio è frutto di una infiammazione cronica la soluzione definitiva è una sola
chirurgica
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333