Utente 261XXX
Gentile Staff di Medici Italia,
mi chiamo Alessandro, ho 35 anni e vi scrivo da Caserta.
Circa 1 mese fa, dopo una 20 di giorni di automedicazione a base di Betabioptal ung oft, mi è stata riscontrata dal mio oculista una Cheratite Erpetica da Herpex Simplex con danni sulla superficie della cornea che mi portava arrossamento dell'occhio, sensazione da corpo estraneo, annebbiamento della vista, perdita del visus di circa 4 diottrie e presenza una macchia ematosa a bordo cornea.
Il mio oculista, dopo avermi redarguito su quanto sia stata dannosa l'auto medicazione a mezzo di Cortisone (Betabioptal), mi ha fornito una cura a base di Aciclovir 3% oftalmico per uso locale (Zovirax o analoghi) per 5 volte al giorno e Aciclovir 400mg via orale 2 volte al giorno e bendaggio continuo anche notturno.
Dopo circa 30 giorni di cura le cose sono molto migliorate e nell'ultimo controllo l'Oculista mi ha comunicato che le ferite si erano quasi completamente richiuse, ma al momento non mi ha comunicato se ci sono danni permanenti sulla cornea che possano compromettere il mio visus. Contestualmente l'oculista ha modificato la cura aggiungendo alla precedente 2 gocce mattina e sera di Cloradex.
Guardando i componenti del farmaco ho notato che sono identici a quelli del Beta Bipotal ossia Desametasone 0,2 g e Cloramfenicolo 0,5 g.
A questo punto, visto che il cortisone mi ha portato ad accentuare la cheratite erpetica come mai è stata fatta questa scelta nella modifica della cura? (NB ho anche letto sulle controindicazioni del farmaco la presenza della cheratite).
In giro mi pare di aver capito che serve per schiarire la macchia che si è formata sulla cornea, è vero?

Vi prego di risponderimi perchè vi scrivo con la benda e sono abbastanza preoccupato.

Segnalo inoltre l'enorme difficoltà nel reperire in questo periodo l'Aciclovir oftalmico in tutta Italia tanto che alcuni farmacisti mi hanno consigliato, su confronto con l'oculista, di usare il labbiale. Io, dopo parecchie telefonate, sono riuscito a trovare varie confezioni in varie farmacie ma non era possibile ordinarbe di nuove perchè non presente sul mercato nazionale. Una farmacia si è anche offerta di prepararlo nel loro laboratorio. Come mai di questa mancanza? E' ugualmente efficace quello preparato in farmacia?

Grazie mille in anticipo
Alessandro

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Alessandro,
in alcuni casi si utilizza il cortisone (contemporaneamente all'antivirale) per diminuire l'opacità corneale residua.

Se non trova l'Aciclovir utilizzi il Virgan gel, farmaco più nuovo, più efficace e meno tossico per l'epitelio corneale.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 261XXX

Gentile Dott. Orione,
la ringrazio innanzitutto per la risposta.
Relativamente all'Aciclovir, inizialmente per le prime due settimane avevo usato il Virgan Gel, ma per composizione (principio ganciclovir 0,15% contro il Ciclovir al 3% dello Zovirax) ed effetti su di me mi era sembrato meno efficace.
Comunque se me lo consiglia proverò ad usarlo.

Grazie ancora
Alessandro

[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Non sapevo che lo aveva già utilizzato.
Chieda al suo oculista che avendo seguito l'evolversi della sua patologia la saprà consigliare al meglio.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#4] dopo  
Utente 261XXX

Gentile Dott Orione.
Le vorrei porre qualche altra domanda.
Poichè sono in fase di guarigione quante applicazioni dovrei fare di Zovirax? Sempre ogni 4 ore?
Il bendaggio deve essere mantenuto giorno e notte?
Inoltre, visto che a giorni sto per diventare papà, mi hanno detto di stare molto attento nel prende il bimbo e di farlo sempre con la benda. E' così infettiva la malattia? Che precauzione devo usare per la disinfezione delle mani?

Grazie e Saluti
Alessandro

[#5] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La posologia di un farmaco va dosata secondo l'entità della patologia e, non avendola visitata, non posso conoscerla, così come l'utilità del bendaggio.

Si lavi frequentemente le mani con il sapone. Chieda al suo oculista se la malattia è ancora in fase infettiva.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com