Utente 163XXX
Buonasera Gentili Dottori,
sono stata operata 10 anni con la PRK per riduzione della miopia e l'intervento è perfettamente riuscito. Da un paio di anni però ho notato la comparsa di uno pterigio nell'occhio sn che cresce abbastanza lentamente. Il mio oculista suggerisce di toglierlo perchè inizia ad invadere eccessivamente la cornea.
Volevo sapere in cosa consiste l'operazione di autotrapianto di congiuntiva, sperando di evitare così la comparsa della recidiva.
E' un intervento lungo? necessita di degenza?
Che tipo di cure dovrò fare a casa e soprattutto che tipo di colliri dovrò utilizzare e per quanto. Le chiedo ciò perchè siamo alla ricerca di un bimbo e volevo sapere se potremo iniziare la ricerca già dopo l'operazione all'occhio o se occorre aspettare (ho 36 anni e non vorremo ritardare molto la gravidanza).
Grazie infinite per il servizio e buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,

L'intervento di pterigectomia con autotrapianto di congiuntiva non è "lungo" (dura meno di mezz'ora) e non necessita di degenza. Dopo l'intervento, i colliri antibiotici ed antinfiammatori vanno utilizzati per circa un mese.

L'asportazione non è però "urgente". decida Lei, quindi, se pensare prima alla nascita di un bimbo o alla pterigectomia. Io propenderei per la prima opzione... ;-)

Buona serata!
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it

[#2] dopo  
Utente 163XXX

La ringrazio di cuore per la sua risposta!
In effetti il suo consiglio ha colpito direttamente il centro, perchè la speranza è proprio quella di pensare prima ad una gravidanza e poi alla rimozione dello pterigio.
L'unica paura, nella mia completa ignoranza in materia, è che lasciarlo così per un altro anno (sperando in una gravidanza che arrivi presto) peggiori di molto la situazione compromettendo eventualmente la vista.
Mi sembra infatti che dall'occhio colpito dallo pterigio io abbia un piccolo difetto visivo in quanto vedo leggermente sfuocato.
La ringrazio ancora per il suo aiuto.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Pascotto

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2001
Lei ha parlato di "pterigio nell'occhio sn che cresce abbastanza lentamente". Non credo che possa fare danni...

Buona gravidanza! :-)
Dottor Antonio Pascotto
Tel. 081 554 2792
www.oculisticapascotto.it