Utente 270XXX
Buongiorno,
ho 37 anni, lavoro come informatico da 15 anni buoni. Mi diletto nello sport, ma avendo un attiva vita familiare pratico il running a orari improbabili, di solito alle 5.40 del mattino, prima di andare al lavoro. Anche per questo motivo, in settimana, dormo mediamente 5 ore e trenta. Nei giorni festivi non supero le 8 ore di sonno. Da qualche anno soffro di un abbassamento della vista ( da vicino ) da metà giornata in poi. Di solito, alla mattina, in funzione di quanto sono riposato, riesco anche a leggere il giornale, altre volte no. Da due anni uso un paio di occhiali suggeritomi ( errore mio ) da un ottico facendo la consueta visita veloce in negozio. Spesso in ufficio ho fastidio della luce più che di disturbi della vista.
Ci sono dei giorni in cui metto gli occhiali solo nel tardo pomeriggio. Purtroppo, nell' ultimo periodo, talvolta neppure gli occhiali mi bastano per riuscire a decifrare le lettere di un testo. Quasi sempre ho più difficoltà a leggere su carta che su video, forse per la retroilluminazione che aiuta. Da lontano non ho nessun problema. Volevo capire se il mio problema è dovuto in gran parte dall' affaticamento fisico globale o se si tratta di un vero problema di vista. Rispetto al peggioramente dell' ultimo periodo quindi, mi interessava sapere se era sensato fare una visita oculistica seria al fine di passare ad un occhiale più profondo. Grazie in anticipo. Cristiano

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
buongiorno, gentile utente...credo che sia proprio arrivato il tempo per sottoporsi ad una visita oculistica accurata, alla sua età possono essere normali questi disturbi della vista ed un occhiale datato due anni e per giunta "prescritto" da un ottico, non credo possa più andar bene, prima di pensare ad una astenopia (stanchezza visiva) da stress fisico, controlli la situazione del suo apparato visivo.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo