Utente 310XXX
Buongiorno,

ho effettuato una visita oculistica perchè dopo 3 anni sentivo il bisogno di rinnovare le multifocali che portavo dal 2010 con un difetto di:
distanza OD +3,75 OS +3,75
lettura OD +6 OS + 6

La nuova prescrizione contempla
distanza OD sf+3,25 cil 0,25 asse 110 OS sf+3,25
lettura OD sf+5,75 cil 0,25 asse 110 OS sf+5,75

Faccio presente che ho familiarità per maculopatia ma personalmente non ho nessun segno. Sono astigmatica e c'è un leggero inizio di cataratta. Ho 64 anni.

Quando ho visto che la prescrizione è migliorata l'oculista mi ha spiegato che con gli anni questo può succedere, quindi tranquillamente ho fatto fare dall'ottico le multifocali. Il problema nasce dal fatto che con le nuove lenti pur vedendo in maniera "decente" (non ottimale) sento l'occhio soffrire molto, specie il sinistro, come se fosse costretto in una morsa. E la sera mi ritrovo mal di testa. Peraltro sono oltre 10 anni che porto le multifocali senza avere avuto problemi.
Ho provato ad obiettare ancora ma l'oculista è irremovibile.
Posso sapere se la sua giustificazione ha un fondamento ?
Vi sarei grata di un parere perchè proverei con l'ottico a ricambiare le lenti con una prescrizione più adeguata.
Grazie infinite per l'attenzione e buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Orfeo

24% attività
8% attualità
8% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
se le è stata diagnosticata una cataratta, seppure in forma iniziale, ciò può giustificare pienamente il minimo cambiamento delle lenti. Il cristallino è una lente; quando si opacizza parliamo di cataratta e qualsiasi modifica di densità che avviene nel cristallino comporta una modifica refrattiva. Per questo motivo è molto probabile che ci saranno altre variazioni dei suoi occhiali in relazione al naturale peggioramento della sua cataratta. Purtroppo deve un pò abituarsi a possibili cambiamenti ed accettare qualche fastidio in più. Inutile cambiare troppo spesso le lenti, potrebbe diventare una spesa inutile.
Cordiali saluti,
Vincenzo Orfeo
Prof. Dr. Vincenzo Orfeo
Direttore U.O.Oculistica Clinica Mediterranea, Napoli
Prof. a contr. Scuola Spec.Oftalmologia Università di Trieste

[#2] dopo  
Utente 310XXX



Gentile dr.Orfeo,
La ringrazio infinitamente per avermi risposto e per averlo fatto con chiarezza. Ora ho capito perfettamente e mi sono tranquillizzata anche se ovviamente questo problema me lo porterò fino a che non sarà il momento di operare la cataratta.
La ringrazio ancora e Le auguro buona domenica