Visione alterata

Buongiorno, premetto che ho 52 anni ottimamente portati, non sono iperteso, non fumo, pratico nuoto e corsa, non bevo alcolici in modo eccessivo, non assumo più di un caffè al giorno e non seguo nessuna terapia perché grazie a Dio non ne ho bisogno, ma se possibile vorrei sapere quali esami siano più indicati per il disturbo alla visione che vado ad illustrare, situazione davvero antipatica e che mi perseguita da un po’ di tempo seppure in modo non continuativo e con durata limitata a qualche minuto.
Nel dettaglio, in maniera improvvisa e senza alcun preavviso, la visione inizia ad essere disturbata da una specie di lampeggio, un po’ come se degli spot luminosi intermittenti si frapponessero tra me e quanto osservato; oltre a questo sintomo, decisamente antipatico, la cosa che più mi spiazza è che in quel momento osservando un volto, o qualsiasi altro oggetto, mi sembra che una parte sia stata asportata, in particolare questo mi appare come se una immaginaria linea diagonale impedisse la visione totale e ne nascondesse una parte.
Ho spesso pensato che la cosa potesse essere legata a stanchezza o stress, ma mi rendo altresì conto che per quanto mi sforzi non riesco a trovare una correlazione tra quanto mi accade ed una particolare situazione; va da se che se la cosa mi capita in auto sono costretto a fermarmi perché subisco una notevole riduzione del campo visivo, mentre se mi capita in ufficio devo obbligatoriamente smettere di digitare sul pc poiché una buona parte dei tasti non riesco più a vederla!
Da una visita effettuata circa 8 mesi fa, l’unica cosa emersa è che il fondo dei miei occhi appare caratterizzato da una morfologia differente dalla norma (parrebbe sia a forma di cratere, così almeno lo ha definito l’oculista che mi ha visitato) ma tranne questa singolarità, ritenuta tra l’altro non particolarmente significativa, per il resto nulla è emerso ed i valori sono ampiamente nella norma.
Sarà anche così ma effettivamente la mia preoccupazione resta, sia perché tali sintomi ricordano il distacco della retina sia perché le risposte ricevute mi sono parse un po’ superficiali e non vorrei che la cosa nascondesse altro per cui non si è indagato sottovalutando i citati sintomi.
Grazie per l’eventuale consiglio.
[#1]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 570 396
distacco di retina??

assolutamente NO

esegua esame OCT testa nervo ottico

pachimetria corneale

campo visivo computerizzato

e curva tonometrica

potrebbe essere invece un IPERTONO o un GLAUCOMA a BASSA PRESSIONE

LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 / 02 58395516

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno e grazie per la risposta. Mi fa piacere sapere che l'ipotesi da me avanzata sia inesatta, ma leggendo sul web pareva davvero fosse così, tanto meglio se si tratta d'altro, nella speranza che non sia grave, anche se il termine glaucoma mi preoccupa un po'. Cercherò di fare gli esami consigliati, per adesso la ringrazio della gentile cosulenza.
[#3]
Dr. Luigi Marino Oculista, Medico legale 17k 570 396
grazie a lei della domanda molto pertinente

buona giornata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test