Utente 153XXX
Ho 67 anni e nei prossimi 6 mesi/1 anno dovrò fare un intervento di cataratta. Per l’ipertrofia prostatica assumo Pradif da circa 6 anni e Avodart da oltre un anno. Ho letto che chi fa uso o ha fatto uso di tamsulosina, se si opera di cataratta, corre il rischio serio dellIFIS (iride a bandiera), per cui sono molto preoccupato.
Come è possibile ridurre al minimo questo rischio? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
16% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Esistono dei protocolli che prevedono la sospensione per alcuni giorni dei farmaci contro l'ipertrofia prostatica.
Si è visto che la sospensione di questi a volte genera problemi urinari, dunque se il suo oculista non gliel'ha sospeso ha ritenuto opportuno così.
In ogni caso il chirurgo conosce i rischi di una IFIS ed è possibile comunque portare a termine l'intervento, nonostante sia più delicato.
Si consigli direttamente con lui e vedrà che andrà tutto bene.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 153XXX

La ringrazio per la cortese e puntuale risposta. Mi permetto di farle altre 3 domande, premettendo che questi sono i risultati dell’ultima visita oculistica, se ho ben interpretato la scrittura un po’ criptica del medico, e che sono miope fin da ragazzo:
VOD 10/10 - 6,50 cl – 0,5
VOS 6-7/10 – 4,50 cl – 0,5
All’occhio sinistro cataratta cortico-nucleare
La cataratta al solo occhio sinistro mi ha causato un calo della vista (prima avevo 10/10 – 3,50).
1) Quante sono le probabilità che durante l’intervento di cataratta si verifichi un IFIS?
2) All’ospedale di Cesena sono in grado di affrontare questa complicazione e di risolverla senza conseguenze?
3) Come vede, per ora la cataratta è solo all’occhio sinistro. Quando dovrei operarmi? Devo operarmi anche all’occho destro, anche se lì non comparirà la cataratta?

[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
16% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
1) dipende dall'assunzione del farmaco
2) generalmente un chirurgo preparato è in grado di affrontare questa situazione
3) se opera un'occhio si creerebbe uno scompenso per l'altro quindi dopo poco dovrebbe essere fatto. Fermo restando che la cataratta non è un tumore, quindi non va tolta con urgenza.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it