Utente 402XXX
Carissimi Dottori
Lavoro come progettista in un ufficio tecnico e quindi passo molte ore al videoterminale.
Ho 24 anni e da oltre 10 pratico il tiro a segno con la carabina a livello agonistico. Il mio problema persiste da molti anni ma nell' ultimo periodo si sta facendo molto invasivo.
Durante gli allenamenti succede che mediamente dopo mezz'ora l' occhio che mira inizi ad avere dei movimenti circolari involontari che non posso controllare. Questo accadimento non mi permette di proseguire l' allenamento poiché sarebbe impossibile continuare a mirare (l' organo di mira in cui guarda l' occhio è costituito da un foro di circa 1,2millimetri). L' unica soluzione è il riposo forzato per alcuni minuti ma l' effetto dura poco e il problema si ripresenta.
Ho interpellato il mio oculista al controllo annuale e, dopo avermi spiegato che si tratta di 'tremolii' dei muscoli oculari chiamate fascicolazioni, mi ha consigliato di assumere per 10 giorni un integratore (Forvista). Il risultato è stato molto buono ma al cessare dell' assunzione il problema si ripresenta.
Ho ricominciato l' assunzione dopo un paio di mesi e sotto integratore il problema si attenua di molto.

Vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
deve raccontarci di piu di LEI

le fascicolazioni si presentano sotto stress

ci racconti di piu’ di lei



intanto
provi con un po di polase

Spasmi, tic e tremolii delle palpebre sono piuttosto comuni. Di solito, è coinvolta la palpebra inferiore ma non è raro riscontrare fenomeni di contrazione muscolare anche a carico della palpebra superiore. La maggior parte degli spasmi oculari sono transitori, anche se possono durare settimane o addirittura mesi.

Per trovare una soluzione agli spasmi palpebrali, avremmo bisogno di riconoscere la causa di questo fastidioso problema. La contrazione muscolare delle palpebre, chiamata "miochimia" nel lessico medico, può dipendere da:

Stress
Stanchezza
Affaticamento degli occhi
Abuso di caffeina
Alcol
Secchezza degli occhi
Squilibri nutrizionali
Allergie
Quasi tutte le contrazioni palpebrali che insorgono improvvisamente sono di natura benigna, si tratta cioè di una condizione che non è grave né è segno di un problema medico.

Tuttavia, questo movimento continuo dei muscoli degli occhi può anche essere difficile da trattare. L'unica possibilità per fermare gli spasmi l'otteniamo quando riconosciamo la causa che ne è alla base ed approntiamo la relativa terapia.

Le forme più gravi di spasmi palpebrali sono causate da condizioni neurologiche quali il blefarospasmo e lo spasmo emifacciale. Queste condizioni sono molto meno comuni e possono essere diagnosticate da una normale visita oculistica ed opportunamente trattate.



PERCHÉ IL MIO OCCHIO VIBRA?
Stress
Quando siamo sotto stress, il nostro organismo può reagire in diversi modi. Il tremolio continuo degli occhi può essere un segno di stress, soprattutto quando è legato a problemi di vista, come in caso di eccessivo affaticamento degli occhi (vedi oltre). Ridurre la causa dello stress può contribuire a far diminuire o eliminare gli spasmi.
Stanchezza
La mancanza di sonno, sia per lo stress sia per altri motivi, può attivare gli spasmi palpebrali. Riposiamo di più!
Affaticamento degli occhi
Lo stress correlato alla vista può verificarsi se, per esempio, si ha bisogno di occhiali o si ha bisogno di cambiare occhiali. I nostri occhi, impegnati eccessivamente per lavoro, possono risentirne fino a scatenare gli spasmi palpebrali.
L'affaticamento da computer, tablet e smartphone è oggi una causa molto comune di stress visivo.
Se gli spasmi palpebrali sono persistenti e molto fastidiosi, è opportuno sottoporsi a visita oculistica, per valutare le condizioni di salute degli occhi e perché potrebbe essere necessaria una prescrizione di occhiali.
Caffeina e alcol
Si ritiene che troppa caffeina o troppo alcol possano contribuire a scatenare le contrazioni palpebrali. Può valere la pena, quindi, provare a ridurre l'assunzione di caffeina (caffè, tè, bevande gassate, ecc) e l'assunzione di alcolici.
Secchezza degli occhi
Più della metà della popolazione anziana è vittima del problema dell'occhio secco. La secchezza degli occhi è anche comune in coloro che usano molto il computer, in chi assume alcuni tipi di farmaci (antistaminici, antidepressivi, ecc.), in chi indossa lenti a contatto o in chi abusa di caffè e prodotti alcolici.
E' bene rivolgersi al proprio oculista di fiducia anche per valutare l'eventuale presenza di "occhio secco", visto che esistono dei trattamenti specifici che possono essere d'aiuto.
Squilibri nutrizionali
Alcuni report indicano che la mancanza di alcune sostanze nutritive, come il magnesio ed il potassio, possono scatenare gli spasmi delle palpebre. Anche se questi report non sono supportati da valide argomentazioni scientifiche, è utile incrementare l'assunzione di magnesio in caso si percepiscano tremori palpebrali.
Allergie
Le persone con problemi di allergie oculari possono avere lacrimazione eccessiva, gonfiore e prurito agli occhi. Quando gli occhi vengono strofinati, si rilascia istamina nelle congiuntive e aumenta la lacrimazione. Alcune prove indicano che l'istamina stessa può causare spasmi delle palpebre.


Per ovviare a questo problema, noi oculisti talvolta prescriviamo antistaminici, in colliri o compresse, per limitare le contrazioni palpebrali. Ma, purtroppo, gli antistaminici possono anche causare secchezza degli occhi. E' meglio, quindi, discutere con il proprio oculista di fiducia per essere certi che si stia facendo la cosa giusta per i propri occhi!



SE GLI SPASMI NON VANNO VIA, QUALI SONO I RIMEDI?
In rari casi, gli spasmi palpebrali non vanno proprio via. Alcuni di questi tipi di contrazioni possono essere trattati con successo con iniezioni di Botox, che aiutano ad eliminare gli spasmi muscolari. E' opportuno consultare prontamente il medico di fiducia per una corretta diagnosi ed il relativo trattamento se la contrazione muscolare colpisce tutta la metà del viso, o l'intero occhio, determinando la completa chiusura delle palpebre.
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Carissimo dottore la ringrazio per la risposta.
Cerco di inserire più informazioni su di me.
Non assumo farmaci e non ho mai avuto patologie gravi. Il problema delle fascicolazioni si presenta raramente durante una competizione. Ho anche notato che il problema e sicuramente correlato all'utilizzo del videoterminale.
Come esposto nel messaggio l' integratore Forvista si è rivelato efficace ma dopo la sospensione dell'assunzione il problema si ripresenta.
Quando non lavoravo al videoterminale il problema era molto raro. Ho effettuato di recente una visita di controllo dal collega oculista e non ha rilevato problematiche salvo un calo del visus da entrambi gli occhi quantificabile in 0,5/10.
Ringrazio ancora per la disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Ringrazio LEI per la domanda interessante

in bocca al lupo
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333