Utente 206XXX

Gentile Dottore,
Il 27 marzo c.a. sono stato operato di cataratta all'occhio sx e le visite di controllo effettuate sembrerebbero che tutto proceda regolarmente.
Il18 aprile, sono andato di nuovo a visita dallo specialista, il quale mi ha riferito che i problemi che gli avevo esposto prima (non perfetta nitidezza della visione, incompleta messa a fuoco di immagini e quant'altro,), sono dovute, molto probabilmente al fatto che assumo dal 2003, per episodi di F.A., Amiodarone che ha provocato depositi corneali e a detta dello specialista ho la "cornea verticillata". Per fortuna non sto avendo più casi di F.A.
In merito a tutto ciò vorrei avere conferma se è vero che sta per uscire in commercio un nuovo farmaco (collirio o equipollente), che sarebbe in grado di curare i depositi corneali. Questa notizia mi è stata data dallo specialista in sede di visita, dicendomi anche che si tratta di un farmaco molto buono che risolverebbe il problema fastidioso sopra citato. Non ho chiesto il nome della specialità per discrezione, ma ho visto che lo cercava in internet sul suo smartphone.
Aspetto una sua risposta in merito.
Cordialità.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
MI spiace non e’ deontologicamente corretto prescrivere collirio on line

MEDICITALIA.it propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita medica specialistica oculistica
o il rapporto diretto con il proprio medico curante.

I contenuti scientifici sono scritti GRATUITAMENTE dai professionisti: medici specialisti, odontoiatri e psicologi. È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione.

Vedi le Linee Guida per l'uso dei consulti online.
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 206XXX

Egregio Dott. MARINO,
credo che la mia domanda sia stata probabilmente male interpretata e mi sembra di aver rispettato le vostre Linee Guide.
La mia domanda non era assolutamente formulata per farmi prescrivere un collirio online, ma era solo ed esclusivamente
per informarmi circa la veridicità o meno dell'uscita in commercio di questo collirio. Non mi interessava sapere il nome della specialità ma solo avere la conferma o meno relativa al mio quesito.
Se poi ritiene che ci siano state delle manchevolezze da parte mia, le chiedo infinite scuse.
Cordialità.