Utente 475XXX
Salve e buon anno nuovo
Ho 39 anni e da circa tre anni pratico ciclismo a livello amatoriale, faccio circa 9000 km annui. Purtroppo accuso un disturbo che da un po' mi perseguita e attualmente mi ha modificato un po'la vita. Premetto che a luglio ho subito un incidente in bici , non ho subito nulla di grave, solo contusioni è una bella botta. Dopo due giorni comincio ad avere disturbi alla vista, un po'di intolleranza alla luce diurna ma nulla di che. Ho usato da molto le lenti a contatto, fino alla sera prima di andare a dormire e soffro di dolore alla cervicale. Fatto analisi, dopo aver spiegato al medico curante il disturbo e dopo aver fatto la visita oculistica con esito negativo, risulta nelle analisi solo un po'le transaminasi alte, il doppio della norma. Il dottore attribuisce il disturbo della vista a questo valore alto, in quanto accusavo molta debolezza. Dopo due mesi la debolezza è scomparsa ma i dolori al collo e intolleranza alla luce è rimasta, tra l'altro quando premo sul muscolo della spalla e del collo sento Delle punture. Ho provato ad usare pomate isobrufene . Non avendo risolto, mi sono recato dal neurologo che mi ha visitato e mi ha prescritto una cura con 6 gocce di laroxyl e una pillola al mattino e alla sera di triptoh. Accuso anche secchezza al viso nelle giornate di sole intenso dove la luce del sole laterale non lo sopporto proprio è come se negli occhi entrasse più luce del dovuto. La terapia prescritta dal neurologo mi ha fatto rinascere perché non dormivo bene la notte ma mi è rimasto il disturbo alla vista e il collo dolente lato destro. Sono riandato nuovamente all' oculistica spiegando il tutto e la terapia, mi ha prescritto Delle gocce per una leggera irritazione e un antiallergico ma la vista non è migliorata. Ovviamente adesso porto occhiali fissi da due mesi. In associazione alla vista mi è comparsa da due mesi anche un forte bruciore sottosternale che a volte rimane per giorni e a volte scompare.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
SVIZZERA (CH)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mi copia per piacere il referto del Medico oculista?
LUIGI MARINO CHIRURGO OCULISTA
CASA di CURA “ LA MADONNINA “ via Quadronno n. 29 MILANO tel 02 58395555 o 0258395333

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Non mi ha riferito di avere un qualcosa in particolare, mi ha segnato una cura da fare in quanto ha trovato gli occhi un po' irritati, e mi ha prescritto Delle gocce di due colliri doversi e Delle pasticche da prendere per due mesi, questo la prima volta.
La seconda volta mi ha ricontrollato nuovamente e mi ha prescritto altri due tipi di colliri e antiallergico.
La prima volta che ho accusato dolore è stato a fine agosto, in pratica la sera all' improvviso dolore pulsante e bruciore agli occhi, sono andato per vedere gli occhi allo specchio e ad entrambi gli occhi, vedevo la parte bassa della cornea gonfia e sollevata
Spero che ha tutti gli elementi per indicare qualcosa che possa aiutarmi perché questa sensibilità alla luce è diventata insopportabile, trovo sollievo solo nelle giornate piovose, dove non c'è il sole diretto
Cordiali saluti