Utente 481XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 27 anni con artrite reumatoide ed uveite cronica dal 1992. Dopo tanti anni di cure di vario tipo tra cortisonici e farmaci biologici, avevo raggiungo una buona stabilità che mi ha portata a sospendere tutti in farmaci tranne il luxazone per la parte oculistica. Sono stata operata di cataratta con sostituzione del cristallino in entrambi gli occhi con esito positivo in entrambi gli interventi (a dx nel 2010 ed a sx nel 2007). A distanza di molti anni, però, la cataratta secondaria ha continuato ad incidere sempre di più sul mio visus e nonostante i frequentissimi yag laser (una volta al mese) non c’era più modo di sistemare la situazione quantomeno per l’occhio destro il cui visus è lentamente sceso di nuovo a 2/10. Così, dopo averci ragionato più di un anno ed esserci assicurati di avere l’occhio in quiete, in data 21/11/2018 il mio specialista ha deciso di comune accordo col primario di procedere ad vitrectomia 25g, pulizia opacità capsulare posteriore, sinechiolisi anteriore, endolaser 360* periferico, controllo della periferia retinica, iniezione taioftal intravitreale. Sono stata preparata all’intervento con 75g di deltacortene e sto proseguendo le cure tutt’ora (25g di deltacortene al gg, 12 gocce di tobradex, 4 gocce di visumidiatric, 4 gocce di trazyl e 4 gocce del costosissimo durezol). Ad oggi, a distanza di quasi due mesi, non sono stata in grado di recuperare la vista, la situazione post intervento è stata decisamente inaspettata. Il mio occhio operato ha risposto con una pressione oculare bassa e mai cambiata (4-5 mmgH), nonostante le cure. Sono stata visitata ogni settimana dall’operazione. Ai primi accertamenti è risultata la pressione bassa, poi ci si è messo il distacco coroidale (che dovrebbe essere in miglioramento). Di fatto, però, non ho recuperato vista, anzi è notevolmente peggiorata. La sensazione è di vedere le cose come se fossi sott’acqua, tutto ondulato. Non riesco a vedere i contorni, non riesco a leggere né da vicino né da lontano, non riesco a riconoscere gli oggetti, vedo poco i colori ed ho un grande fastidio all’esposizione della luce, non riuscendo quindi a muovermi bene in autonomia se sono in spazi aperti e soleggiati. Per fortuna non ho avuto alcuna recidiva di uveite, l’occhio è rimasto in quiete post intervento. Perché allora è successo questo? Perché non vedo più? Quanto tempo. Posso sperare ancora di poter recuperare la vista?
Le mie domande sono, quindi, cosa posso fare?
Non riesco a credere che sia possibile perdere così la vista alla mia età, in questo modo. Quanto tempo ho ancora per sperare che la situazione migliori? Devo accettare il fatto che non ci sarà mai un cambiamento in positivo? Ci sono altre cure che posso fare, altre medicine? Ci sono altri medici che posso consultare, anche fuori Italia? Vi prego, consigliatemi qualcosa, non so più dove sbattere la testa.

[#1]  
Dr. Ferdinando Munno

28% attività
16% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
La sua situazione è particolarmente delicata, l’esito post chirurgico è buono perché la pressione è bassa e non è infiammato ma forse è troppo bassa e dunque ha causato un distacco di coroide. Purtroppo bisogna aspettare che piano piano l’occhio possa riprendersi,
Sicuramente la cura che le stanno dando è in linea per la ripresa funzionale.
Per aver effettuato una vitrectomia significa che il centro che la segue ha già gli strumenti adatti per poter seguire adeguatamente la sua situazione.
Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2] dopo  
Utente 481XXX

A distanza di 4 mesi dall’intervento ancora non vedo niente. Non arrivo neanche a 1/20, non mi vedo nemmeno le dita a distanza di 20cm dal volto. Che cos’è successo? Perché ho perso la vista? È inammissibile. Ho assunto deltacortene, visumidriatic, tobradex, trazil e persino un costosissimo farmaco americano che mi sono dovuta pagare di sana pianta (durezol, 350 a confezione da 10ml) e cos’è successo? NIENTE, la mia pressione è rimasta 4/5mmgH!
NON ho avuto il minimo segno di infiammazione oculare, né di uveiti post intervento; com’è possibile perdere la vista? Nessuno mi aveva parlato di questa possibilità e NESSUNO SA DARMI UNA SPIEGAZIONE.
Vi prego di aiutarmi.