Utente
Buonasera, da qualche mese ho un problema agli occhi che mi rende difficile la visione sia quando sono a riposo che quando sto fissando qualcosa.
Nel dettaglio, sento gli occhi "rigidi", come se qualcosa li tenesse in tensione nella parte posteriore, e se provo a rotearli in una direzione li sento come disallineati (in alto a destra in particolare), come se uno dei due non arrivasse allo stesso punto focale, ne risulta poi che incrocio gli occhi.
Simile se devo fissare un oggetto, osservandolo noto che gli occhi non riescono a focalizzare sullo stesso soggetto, come se ci siano due campi visivi distinti che non si sincronizzano a dovere, non ho una visione doppia né sfocata, sento solo che gli occhi faticano a guardare lo stesso punto.
Ho fatto a gennaio una visita oculistica che è andata benissimo, vista 10/10 e regolare anche il fondo dell'occhio, ho fatto valutare se fosse un problema di strabismo ma negativo anche quel test, il dottore ha detto che magari per via del lavoro avevo bisogno di un collirio.
Le cose sono migliorate ma non del tutto, ancora ho questo difetto.
Aggiungo che soffro di cervicalgia, ho le spalle, il collo
e la nuca sempre contratti e rigidi (a volte doloranti), ora chiedo cortesemente se il problema possa essere di natura oculistica o magari anche la cervicale possa essere responsabile, o addirittura di origine neurologica.
In attesa di risposta auguro cordiali saluti e buona settimana.

[#1]  
Dr. Salvatore Troisi

24% attività
16% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2018
Gentile utente, l'assenza di diplopia e l'assenza di alterazioni della motilità oculare alla visita oculistica esclude anomalie della convergenza o dei movimenti coniugati degli occhi. I disturbi riferiti potrebbero semplicemente essere espressione di uno stato di "tensione" generale e potrebbero giovarsi di tecniche di rilassamento, quali il training autogeno. È opportuno comunque un controllo della funzionalità della tiroide e degli autoanticorpi tiroidei, in quanto alcune patologie di questa ghiandola possono avere ripercussioni sui muscoli extraoculari e sui tessuti orbitari circostanti.
Dr. Salvatore Troisi
specialista in Oftalmologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la cordiale ed esaustiva risposta, posso subito aggiornarla sul fatto che, eseguendo da qualche giorno tecniche di respirazione e rilassamento, la situazione generale è migliorata addirittura anche su altre articolazioni. Farò sicuramente accertamenti riguardo la funzionalità della tiroide, dato che anche mia madre e mia sorella hanno avuto lievi problemi a riguardo.
La ringrazio per il tempo dedicatomi e le auguro buona settimana e buon lavoro.