Cosa fare per un impianto dentale posizionato vicino al nervo

Ho un impianto dentale posizionato vicino al nervo il 1/12/2023.
Ho avuto subito la parestesia ma il dentista mi ripeteva che non è niente che devo aspettare.
Dopo un mese alla prima visita maxillo-facciale il neurochirurgo dopo che ha guardato la panoramica portata da me dalla clinica che mi ha fatto l'impianto mi disse che l'impianto si trova a 1 mm dal nervo alveolare e che forse non guarirà mai del tutto.
Mi ha consigliato dei farmaci per guarire il nervo e un esame per la velocità di conduzione nervosa sensitiva del nervo per sospetta lesione del nervo alveolare, da fare prima di ritornare alla seconda visita fissata a 3 mesi dopo il posizionamento dell'impianto.
Quindi tra qualche settimana o due farò questo esame...Sto troppo male e devo aspettare mi è stato detto che l'edema comprime il nervo, di sopportare perché passerà l'impianto è molto bene integrato nell'osso si consiglia da maxillo-facciale di non toglierlo e neanche di svitarlo un po'.
Il mio problema è che la vibrazione elettrica che all'inizio sentivo sotto il labbro inferiore a 10 giorni dopo impianto a iniziato a propagarsi all'interno delle ossa, arrivando alle gambe fino ai piedi.
Ora mi fa male la muscolatura, molto male un ginocchio dove avevo un po' di problemi prima per una sciatica, adesso questa vibrazione mi ha provocato dolore anche all'altro ginocchio, gambe etc Sento anche colpi di calore faccio un po' di febbre e per sopportare il tutto prendo il Brufen che mi aiuta.
Ora sono spaventata di tutti questi medicinali che prendo e dall'altra parte se non prendo finirei al Pronto Soccorso perché non mi reggo sui piedi.
Tutti mi dicono che le gambe sono i problemi miei non c'entrano con l'impianto però da allora è iniziato tutto.
Vorrei togliere questo impianto (non so come e dove), per eliminare la compressione del nervo ormai penso solo a guarire anche se dovrei restare per sempre senza denti.
Vi chiedo con rispetto un consiglio.
[#1]
Dr. Giovanni Auletta Dentista, Ortodontista 1.4k 33
Gentile utente l'edema perineurale determinato dall'impianto dentale,le può dare solo disturbi neurologici corrispondenti alla competenza nervosa del nervo interessato dal trauma.
Escludo gli altri disturbi a distanza da Lei riferiti.
Le consiglio di approfondirli valutando altre cause ,non di origine implantologica.

Per quanto riguarda la opzione della rimozione dell'impianto, attenderei.
E' plausibile che il disturbo odontoiatrico si risolva nei prossimi mesi,inoltre in considerazione che l'atto chirurgico della rimozione dell'impianto è sicuramente più invasivo dell'inserimento, potrebbe peggiorare la sintomatologia da lei sofferta.

La risposta ha il solo scopo informativo.

Dr.Giovanni Auletta

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la sua risposta e per la sua disponibilità . Non voglio essere troppo invadente ma sono preoccupata perché tutto è iniziato dopo l'inserimento di 5 impianti, 1 vicino al nervo.
Ho il nervo sciatico infiammato da molti anni ma è stato sempre un qualcosa che ho gestito bene bastavano pochi medicinali e riposo.... non ho preso cortisone dopo intervento, il chirurgo dentista non me l'ha prescritto.... sarebbe possibile avere adesso una specie di infezione cronica?

La saluto dottore e le auguro buona serata.