Utente


Da un anno circa ho notato nei due denti incisivi un solco profondo circa 1.5 mm.,
largo circa 2,5 mm. lungo circa 4 mm. , questa mancanza di smalto inizia oltre il vertice
di ogni dente, cioè vicino al quel punto (più alto)
dove il dente esce dalla gengiva e termina poco oltre il punto (più basso ) dove la gengiva abbandona definitivamente il dente ; (i due solchi convergono) ; il dentista mi ha detto che la causa non dovrebbe essere un deficit di smalto,ma probabilmente lo sfregamento dello spazzolino ha provocato l’erosione ;visto che la superficie dei solchi è abbastanza liscia e i solchi nei due denti convergono a riprova del fatto che per lavarmi i denti attuo un movimento rotatorio e cambio mano.
Ripensando però a questo periodo dell’anno scorso quando mi accorsi del solco ,la superficie
mi sembrava ruvida e coi lavaggi potrebbe essere stata levigata; dopo un paio di mesi c’è stato un periodo di sensibilità al caldo/freddo che ora è cessato.
Volevo chiedevi : 1)non potrebbe esserci alla base un deficit di smalto ?
2) ci sono delle patologie croniche e non che possono causare un deficit? Quali?
3) quali esami si fanno per vedere se c’è un deficit ?
grazie



[#1]  
Dr. Gian Luca Perona

20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
In genere la erosione vicino alla gengiva di forma semilunare o che sembra una unghiata, con associata aumentata sensibilita al caldo/freddo è causata da erosione da spazzolamento, conviene far effettuare del proprio dentista una ricostruzione con del materiale composito per avitare che aumenti la profondità del solco, e di cambiare tecnica di spazzolamento, in genere consiglio movimenti dal "rosa al bianco" cioè dalla gengiva verso la fine del dente con poca pressione e con spazzolino a setole medie o morbide

[#2] dopo  
Utente
grazie dott. Perona ; potrei sapere anche quali sono le patologie che provocano un deficit di smalto e gli esami per vederlo?
grazie

[#3]  
Dr. Marco Capozza

40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Gentile paziente
concordo con il collega precedente.
Le patologie che provocano deficit dello smalto,in senso molto lato, sono infettive (carie per es.) fisiche (traumi da precontatto, da contusione, da spazzolamento etc.)chimiche (sostanze acide, abrasivi etc.)e oltre. Esistono le forme congenite (ipoplasia dello smalto etc).
E' necessaria una visita dal dentista per distinguerle.
cordiali saluti
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com

[#4] dopo  
Utente
grazie di cuore a tutti

[#5]  
Dr. Vincenzo Bellinvia

24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Al di là della ricerca causale o deficit io quei solchi me li farei sigillare con resine composite,per evitare peggioramento
Cordialmente
Enzo Bellinvia
DOTT. VINCENZO BELLINVIA
Medico chirurgo
Spec. in ortognatodonzia
Spec. in odontostomatologia

[#6] dopo  
Utente
grazie dottore